Cucina > Cibi

Anche dalle Trattorie di Bologna si può carpire la ricetta degli spaghetti alla amatriciana

Una variante estiva con le verdure per gli spaghetti alla amatriciana

Con l’estate la voglia di mettersi ai fornelli è sempre meno, purtroppo non è possibile dire lo stesso dell’appetito: la voglia di buon cibo, di ricette salutari, nutrienti e sostanziose continua ad essere tanta anche quando le temperature salgono. Come deliziare dunque il palato dei tuoi ospiti se la calura estiva rende praticamente impossibile trascorrere più di un’ora in cucina?  
Ecco allora una ricetta gustosa di semplice realizzazione, carpita da uno degli chef delle trattorie a Bologna più afferrate sulla amatriciana, in questo caso fatta con le verdure, una variante “light” di questo piatto regionale laziale ormai famoso in tutto il mondo, nato ad Amatrice, piccolo borgo della provincia di Rieti. 

Con gli anni la cucina romanesca ha finito per “saccheggiare” la ricetta dell’amatriciana, utilizzando i bucatini al posto degli spaghetti: alla nascita gli spaghetti all’amatriciana rappresentavano un pasto povero, un primo piatto particolarmente apprezzato dai pastori per la sua economicità e il sapore squisito. La ricetta tradizionale prevede infatti il solo utilizzo di spaghetti in bianco, pecorino e guanciale, senza ulteriori condimenti.

DIRETTAMENTE DALLE TRATTORIE DI BOLOGNA: SPAGHETTI ALL’AMATRICIANA CON VERDURE

INGREDIENTI

500 grammi di spaghetti (meglio se di pasta di semola di grano duro);
500 grammi di pomodori pelati;
150 grammi di guanciale;
1 o 2 cucchiai di vino bianco;
2 cipollotti;
1 peperone;
2 Zucchine;
2 cucchiai di pecorino;
Peperoncino, sedano e sale quanto basta.

PREPARAZIONE 

- Lavare attentamente le verdure (sedani, peperoni, zucchine) per poi tagliarle a dadini. 
- Mettere 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva in una padella antiaderente e lasciare scaldare per circa 30 secondi prima di inserire le verdure. Lasciarle rosolare per circa 5 minuti, avendo cura di mescolare di frequente per non bruciarle. Conclusa la cottura delle verdure, spegnere il fuoco e lasciarle “riposare”.
-  Tagliare a dadini il guanciale per poi rosolarlo in casseruola, condito da 1 o 2  cucchiai di olio extra vergine di oliva e del peperoncino. Per far sì che il guanciale venga rosolato a dovere è necessario mantenere la fiamma alta, ovviamente avendo cura di non bruciare il tutto.
Una volta raggiunto il punto di cottura ideale, bagnare il guanciale con del vino per poi aggiungere i pelati, opportunamente schiacciati con i denti della forchetta. Regolare il sale e cuocere a fiamma alta per circa 1-2 minuti.

PREPARAZIONE DEGLI SPAGHETTI 

Portare all’ebollizione l’acqua all’interno di una pentola, aggiungere 2-3 cucchiai di sale grosso e cuocere gli spaghetti.
Durante la cottura degli spaghetti preparare un trito aromatico di prezzemolo e basilico;
Scolare gli spaghetti al dente, per poi metterli nella casseruola insieme al pomodoro e al guanciale, lasciar cuocere per 1 minuto circa e aggiungere pecorino grattugiato e le verdure già cotte. 
Infine insaporire gli spaghetti all’amatriciana con le verdure con qualche erba aromatica e servire ancora caldi.

CONSERVAZIONE 

E’ possibile conservarli in frigorifero, chiusi ermeticamente in un contenitore ad hoc per non più di un giorno. E’ consigliabile evitare di metterli in freezer per congelarli, mentre se proprio si vuole evitare di mettersi ai fornelli, allora si può andare in trattoria a Bologna e farseli preparare, per gustare gli antichi sapori di un tempo che si possono trovare ancora nella cucina di casa nostra.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Ristorante spagnolo al centro di Roma?

Principe Tapas Gourmet

La cucina italiana è riconosciuta con merito come una delle migliori al mondo e da tantissime persone.
Un turista straniero che si troverà a passare del tempo nel nostro paese avrà voglia di assaggiare tutte le nostre specialità, alle quali noi siamo piacevolmente abituati.
Ma chi si troverà a soggiornare in una città ricca di possibilità come Roma potrà variare tra cucina italiana e internazionale a suo piacimento e quindi non rischierà di mangi [...]

Continua a leggere

Nero.Lab

Il bistrot di Casal Palocco a Roma

Nero.Lab è una location esclusiva che ha aperto da poco al centro di tre famosi quartieri di Roma Sud per soddisfare le esigenze di tutti i romani che avevano bisogno di un locale aperto a tutte le ore del giorno e che fosse sfruttabile per ogni occasione.
Sorto a pochi metri dall’uscita della Cristoforo Colombo, tra Infernetto, Axa e Casal Palocco, è un luogo moderno e super attrezzato.
La struttura dispone di un grande spazio esterno, da sfrutt [...]

Continua a leggere

Come fare gnocchi senza glutine

I trucchi per realizzare gnocchi senza glutine super appetitosi

Essere intolleranti al glutine non significa per forza di cosa rinunciare a piatti prelibati della tradizione italiana, come i tanto amati gnocchi.
Ci sono tantissimi modi di realizzare gli gnocchi senza glutine, sia con la presenza delle patate che con la sola presenza di farine gluten free.
Inoltre esistono delle miscele di farine già pronte che puoi utilizzare per fare gnocchi senza glutine a regola d'arte.
La food blogger Nonna Paperina ha ut [...]

Continua a leggere