Salute e Benessere

Anziani e sedentarietà, ecco cosa dice la scienza

Con l'arrivo della terza età, si è più propensi a divenire pigri, magari perché i normali impegni quotidiani sono cambiati rispetto al passato oppure perché talune patologie possono incentivare poco anche l'idea di una semplice passeggiata. Eppure, il binomio anziani e sedentarietà non è affatto virtuoso, così come conferma uno studio del 2014 operato dalla University College London Medical School.

I risultati dello studio

Il campione preso in esame per questo studio ha interessato 1403 uomini over 70, monitorati per una intera settimana grazie ad un accelerometro applicato sui fianchi. Si è scelto di indagare sulle abitudini degli anziani di sesso maschile poiché, a differenza delle donne, sarebbero proprio loro la fascia meno attiva e più pigra.

I risultati della ricerca, pubblicati sull'edizione online del British Journal of Sports Medicine, hanno evidenziato che la maggior parte del campione analizzato resta fermo anche oltre le dieci ore al giorno, condizione assolutamente inaccettabile considerate le conseguenze che possono ricadere sulla salute. Le motivazioni avanzate per spiegare la sedentarietà degli anziani sono state diverse, ma principalmente sarebbero obesità, depressione e paura di affaticarsi o sentire dolore a limitare l'attività fisica degli over 70.

Come fare per mantenersi in attività dopo i 70 anni

Restare gran parte della giornata seduti aumenta il rischio di obesità e di depressione, ma anche il rischio di incorrere o addirittura peggiorare eventuali patologie cardiovascolari già presenti. Inoltre, cosa da non sottovalutare, è stato evidenziato che la sedentarietà negli anziani e in tutte le altre fasce di età espone maggiormente al rischio di insorgenza di tumori.

Gli esperti consigliano di non lasciarsi prendere dalla paura di sentire dolore o dalla pigrizia, poiché non esiste niente di meglio che l'attività fisica per sentirsi bene, sia a livello psicologico, che fisico: basta solo non esagerare e concedersi uno o più momenti al giorno per fare una passeggiata fuori o anche solo un giro in cyclette. L'ideale sarebbe riuscire a fare almeno 10 minuti di movimento ogni ora, magari in compagnia, così da spronarsi a vicenda.

Si ringrazia per la consulenza a quest'articolo il portale dedicato alle case famiglia e alle case di riposo per anziani, Casefamigliaecasediriposo.it.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Rimozione tatuaggi e macchie

Eliminare Vecchi tatuaggi : Affidarsi solo a specialisti

Nel corso del tempo, sul viso, sulle mani e sullo sterno possono comparire macchie di pelle antiestetiche, oppure potresti pensare che il tatuaggio non ci rappresenti più.
quindi cosa dovrei fare adesso? Sebbene molte persone credano di poter coprire bene macchie e tatuaggi, i laser sono la soluzione ideale.
Soprattutto al MEA, utilizziamo i laser per rimuovere tatuaggi e macchie della pelle in diverse sessioni.
In particolare, le macchie scure s [...]

Continua a leggere

Ottenere un viso giovane

Fotoringiovanimento peeling Viso

Medicina Estetica : Le Origini La medicina estetica è nata in Francia negli anni settanta ed è giunta in Italia dopo pochi anni.
Questa è la cosiddetta "medicina estetica", che si propone di intervenire e risolvere i difetti del viso e di tutto il corpo attraverso tecniche poco o addirittura non invasive.
Al contrario della chirurgia estetica, la medicina estetica non prevede alcun tipo di ricovero, eventuali anestesie o decorsi postoperatori.
Me [...]

Continua a leggere

Criolipolisi : Di cosa si tratta

Criolipolisi : A chi rivolgersi

Anche chi sta attento alla dieta e fa sport rischia di trovarsi a convivere con qualche chilo di troppo nelle zone critiche, ovvero braccia, pancia e interno coscia, da cui il grasso è più facile da mandare via.
Forse non lo sai, ma oggi si può congelare il grasso in eccesso grazie alle tecniche di Criopolisi a , che puoi sperimentare anche nel Centro Estetico MEA.
La Criopolisi Roma è una tecnica non chirurgica e non invasiva, perfetta per uomin [...]

Continua a leggere