Economia e Lavoro > Professioni

Apertura del grande magazzino Amazon a Roma


Amazon a pochi passi da Roma sta per aprire un grande store con  1.200 milleduecento posti di lavoro oltre a nuovi posti per l'indotto e a quelli  con orari assai calibrabili e affrontabili da chi magari ha già un posto part time .
Jeff Bezos ha scelto infatti la provincia di Rieti, Passo Corese in comune di Fara Sabina per il suo secondo gigante centro di distribuzione in Italia dopo Piacenza, a venti minuti da Roma.

Per questo molta gente spera di potere trovare un lavoro e farsi assumere.
La multinazionale aprirà probabilmente nell’estate del 2017 . Per trovare delle posizioni lavorative basta andare sul sito www.amazon.jobs/it e inserire il curriculum verso il posto che più si avvicina ai  requisiti di ciascuno .
 
Da magazzinieri a commessi di reparto a ingegneri, l’offerta si annuncia diversificata. Serviranno infatti varie e diverse figure professionali, dagli addetti al magazzino, agli addetti al picking che  preleveranno e registreranno tutte le merci da spedire; addetti al ricevimento e stoccaggio e ancora responsabili di logistica,  ingegneri, figure specializzate nella sicurezza e nel controllo di qualità, impiegati amministrativi, ed esperti di risorse umane.

Spazio di lavoro ci sarà anche nell’ambito di mensa e settore pulizie, che  potrebbe anche venire gestito non direttamente dalla multinazionale ma da cooperative o aziende esterne.

Il capannone che ospiterà questo mega centro ha 61mila metri quadrati  e   sarà uno dei più grandi in Europa. Il piano terra sarà adibito a scarico e carico  merci, mentre nei tre piani superiori prenderà posto il famoso magazzino automatizzato che funziona con dei particolari robot i quali portano gli scaffali direttmente da soli all’operatore, e non sarà più l'operatore che andrà a prendere la merce sullo scaffale.

Un’altra novità tecnologica presente nel capannone potrebbe essere l’attivazione di una serie di nuovi strumenti, per fare in modo da rendere maggiormente efficienti i servizi della consegna delle merci. Ad esempio con Amazon Flex, l’applicazione che viene già usata negli Stati Uniti, e che da a chiunque la possibilità di guadagnare, diventando un fattorino, delle consegne anche solo per il tempo libero.

Questa è una app che si usa grazie alla geo-localizzazione, e permette  di ritirare   merci dal deposito e  consegnarle ai clienti in tempi ridottissimi .
Un’altra sperimentazione  potrebbe essere il servizio della consegna coi droni che funzionano ad energia elettrica dato che la zona è pianeggiante e libera.  

 


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Logistica di magazzino: perché scegliere il conto terzi

Esternalizzare la gestione logistica del magazzino permette alle aziende di usufruire di spazi, strumenti e personale dei quali altrimenti non potrebbero disporre.

Per le aziende la logistica è una cosa strana: non è la loro attività principale, eppure da essa dipende buona parte della riuscita dei propri servizi.
E questa situazione mette in seria difficoltà le piccole imprese, che spesso non dispongono delle risorse per occuparsi in modo corretto del magazzino, ma, dall’altra parte, non possono permettersi di non darvi il giusto peso.
  E allora che si fa? Semplice, ci si affida ai servizi in conto terzi. [...]

Continua a leggere

Ferramenta in Italia, diffusione e prodotti

Nel nostro Paese se ne servono tante persone, dai professionisti fino ai semplici appassionati di bricolage e "fai da te", i negozi di ferramenta rappresentano un punto di riferimento per tutti coloro che devono svolgere lavori di vario genere e necessitano quindi di prodotti o utensili per effettuarli.
Si ritrovano dalle grandi città come Roma, come ad esempio con Tecnoferr nella Capitale, fino alle più piccole località della penisola.
Un tipo d [...]

Continua a leggere

Spedizioni isotermiche di farmaci: più sicurezza in 5 step

Come tutte le attività di logistica del freddo, anche le spedizioni isotermiche di farmaci devono essere organizzate alla perfezione.

Se la catena del freddo si chiama catena, un motivo c’è: ogni parte è collegata e la sicurezza dell’intero percorso dipende dalla capacità di ogni sua componente.
Questo vale anche per le spedizioni isotermiche di farmaci, trasporto davvero delicato e che rischia di avere effetti disastrosi se effettuato in modo scorretto.
  Vediamo quindi quali sono i passaggi fondamentali per realizzare un sistema di trasporto perfetto.
  Definire i passaggi lo [...]

Continua a leggere