Economia e Lavoro > Finanza

Aprire un conto corrente a Montecarlo

I vantaggi di un apertura di un conto corrente a Montecarlo

Il Principato di Monaco ha una posizione strategica, infatti è ben collegato e ciò comporta una qualità della vita ottimale, proprio perchè si trova nel cuore dell'Europa, ad influenzare il tutto è la presenza di ottime infrastrutture, un buon ambiente economico e politico, la sicurezza delle persone e dei beni e infine il gran numero delle attività presenti sul posto. Oltre ad essere un bel posto dove trascorrere le proprie vacanze è un luogo ideale per avviare le proprie attività giuridico-finanziarie. Montecarlo è un posto molto ricercato  per coloro che hanno denaro, ma è anche uno dei Paesi con un costo di vita elevato, ma in compenso ha un sistema bancario molto all'avanguardia. Montecarlo ha una giurisdizione leader per l'ambito bancario, per cui aprire un conto corrente qui necessita di un capitale minimo abbastanza alto fino a giungere ad una cifra massima di 300.000 euro. Montecarlo ha dei legami con la maggior parte delle economia a livello Europeo avendo un PIL molto alto. Sono presenti una rete molto fitta di banche in grado di offrire degli ottimi servizi a tutti i clienti che scelgono la città di Montecarlo per aprire un conto corrente.

Come aprire un conto corrente a Montecarlo

Per poter aprire un conto corrente a Montecarlo non sono necessarie grandi cosi, bensì in documenti di riconoscimento in corso di validità e una carta che attesti la residenza. Inoltre le banche sono obbligate a verificare prima di tutto l'identità del contraente ed in seguito la loro situazione a livello finanziario e le motivazioni che indichino il perchè di un'apertura di un tale conto corrente proprio nel Principato di Monaco. Nel momento in cui si decide di aprire un conto, le parti interessate sottoscrivono un'apposita convenzione che definisca un conto di deposito, all'interno di essi sono presenti sia gli impegni del titolare del conto che della banca interessata. Inoltre, all'interno di questo documento verrà specificato anche i servizi garantiti, la possibilità di modifica, la durata del contratto e la possibilità di fare ricorso.

Altri dubbi su un conto corrente

Inoltre nella convenzione saranno concesse anche delle indicazioni che riguardano la metodologia di pagamento, gli obblighi che riguardano il settore della sicurezza, come comportarsi in situazioni di smarrimento, oltre a stabilire le commissioni. Infine, saranno precisate anche le modalità inerenti al massimo scoperto cosi come le possibilità di bloccare il contratto, se si esegue un superamento oppure semplicemente come è possibile restituire il tutto mediante forma di apposito pagamento. Una volta che vi siete accuratamente informati su tutto ciò che riguarda le banche in questo Stato non vi resta che aprire un conto corrente nella città di Montecarlo e goderne di tutti i vantaggi a tal riguardo!


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Il paradiso fiscale Olanda

"Tax Battles", ora anche in Europa LA così detta tax battles, ovvero la battaglia delle tasse è ormai giunta anche da noi, in Europa.
E tra gli stati che maggiormente si sono voluti esporre ed immergere in questa lotta alla tassazione ecco spuntare in testa a tutti proprio l'Olanda.
Uno dei paesi nordici che assieme al Belgio predica duramente ed aspramente contro il regime a lor dire "lassista" dei paesi mediterranei per quanto riguarda i conti [...]

Continua a leggere

Come aprire una società offshore

Aprire una società offshore, a differenza di una società di persone onshore, offre importanti vantaggi, riducendo il carico fiscale e proteggendo i risparmi mediante le interessanti agevolazioni legislative di cui godono i cosiddetti paradisi fiscali.
  Cos'è una società offshore Una società offshore è un'organizzazione con sede legale all'estero.
In genere, per l'apertura si prediligono quasi sempre i paradisi fiscali in cui le restrizioni e le [...]

Continua a leggere

Le tasse a Hong Kong

Hong Kong è considerata da molti economisti e commercialisti un vero e proprio paradiso fiscale.
Molti sono infatti quelli che decidono di trasferirsi nell'ex-colonia inglese per approfittare degli innumerevoli vantaggi che l'economia del paese fornisce.
  Un pò di storia In passato, precisamente nel 1997, il governo inglese abbandonò Hong Kong garantendogli completa autonomia legislativa e fiscale dalla Cina.
Con un accordo che dura 50 anni, il [...]

Continua a leggere