Economia e Lavoro > Marketing

Articoli promozionali: il valore aggiunto delle shopper personalizzate

Tra gli articoli promozionali, le shopper personalizzate sono tra i prodotti migliori per unire utilità e capacità di esposizione del brand.

La prima regola degli articoli promozionali è: “L’utilità crea visibilità”. Infatti, se un gadget promozionale risulta utile, viene usato spesso e, se viene usato spesso, dà maggiore visibilità al logo dell’azienda. Ecco perché è importante lo studio dell’articolo giusto.

 

Per chi è in difficoltà a trovare una soluzione che garantisca questa qualità, un’opzione sempre valida è data dalle shopper personalizzate. Proprio così, delle semplici borse per gli acquisti possono essere tra migliori armi di marketing offline a disposizione della vostra azienda. Vediamo il motivo.

 

Sono utili

Non solo le shopper sono utili, ma sono addirittura genuinamente utili. Infatti, la comodità di queste borse è tanto semplice, quanto rilevante, visto che semplificano la vita delle persone in diverse situazioni: che si tratti di contenere gli acquisti o semplicemente di portare gli oggetti di tutti i giorni, le shopper possono sempre far comodo.

 

Sono inserzioni mobili

Con così tante applicazioni possibili, non c’è dubbio che le shopper vengano usate spesso e, di conseguenza, mettano in mostra il vostro marchio. Ogni borsa trasforma una persona che fa compere in un promoter della vostra azienda. Se poi esse vengono utilizzare all’interno di un determinato evento, l’effetto si moltiplica.

 

Possono generare attrazione

Quando sono le persone a desiderare un articolo, l’azienda può già festeggiare. Nel caso delle shopper, sono 2 i motivi per i quali esse creano interesse: la necessità e l’aspetto. Sfruttare la necessità è molto semplice: basta posizionare strategicamente le proprie borse all’interno di un contesto dove le persone avranno bisogno di portare molti oggetti (fiere commerciali, etc.). E invece cosa c’entra l’aspetto? Se realizza in maniera accurata, con un design ricercato e un’ottima personalizzazione, anche una semplice shopper può diventare un oggetto trendy e quindi richiesto.

In entrambi i casi, c’è il potenziale per mettere questi articoli nelle mani di numerose persone e avere così un grande ritorno in termini di visibilità.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Mercato immobiliare, che contraddizione: calano le compravendite ma non i prezzi

Chi prevedeva un brusco calo dei prezzi delle abitazioni a causa del Covid si è dovuto ricredere

Subito dopo essere usciti dalla fase critica della pandemia, è cominciata la conta dei danni settore per settore.
Una conta parziale, perché se è vero che abbiamo superato la fase più acuta della crisi sanitaria, non possiamo dire di esserne ancora fuori.
Tra i settori più colpiti c'è anche il "real estate", ovvero il mercato immobiliare.
Secondo il report di S&P Global, l'impatto del coronavirus sui mercati real estate europei avrebbe dovuto inn [...]

Continua a leggere

Imprese agricole, la svolta digitale aprirà una nuova frontiera produttiva

I benefici della digitalizzazione per il settore primario possono essere enormi, per questo Confagricoltura s'è attivata per superare il digital divide

La digitalizzazione rappresenta il futuro anche nel settore primario dell'economia, ovvero quello dell'agricoltura.
Un discorso che vale tanto per le grandi organizzazioni del settore, quanto per le tantissime piccole imprese agricole, nonché quelle che forniscono servizi tecnologici smart.
La digitalizzazione delle imprese agricole La dimostrazione di quanta attenzione ci sia rispetto a questa rivoluzione produttiva giunge proprio da Confagricol [...]

Continua a leggere

Consumi, trasformazione radicale a causa di Covid-19. Boom dell'ortofrutta

Le misure di contenimento per arginare i contagi hanno spinto le persone a cambiare il proprio stile di vita

Gli effetti negativi della pandemia sono sotto gli occhi di tutti, anche perché sono pesantissimi.
Un crollo del PIL senza precedenti recenti, una raffica di chiusure e fallimenti, un incremento del ricorso alla CIG e circa un milione di posti di lavoro ancora a rischio.
Roba che fa impallidire quei piccoli effetti positivi che pure la pandemia ha avuto.
Ad esempio, un incremento dei consumi di frutta e verdura.
Ciò che normalmente dovrebbe esser [...]

Continua a leggere