Economia e Lavoro

Atlas Copco acquisisce attività di produzione esplorativa sudafricana

Non si ferma l’espansione iniziata da Atlas Copco, l’azienda leader nella fornitura di soluzioni per la produttività sostenibile. Il colosso ha da poco definito l’acquisto delle attività della Renegade Drilling Supplies Proprietary Ltd., produttore e distributore sudafricano di materiali di consumo di perforazione per l'esplorazione mineraria.

L’azienda neo acquisita entrerà a far parte della divisione Rock Drilling Tools della Epiroc South Africa (Pty) Ltd., un’impresa interamente controllata del gruppo Atlas Copco che è stata creata quando l’azienda ha deciso di dividersi in due internazionali separati lo scorso anno. Questo sviluppo permetterà di far crescere la divisione Mining & Rock Excavation Technique di Atlas Copco, grazie al focus nel settore minerario e dell'ingegneria civile. L'attività acquisita entrerà a far parte della business area di Atlas Copco nell'area dell'estrazione di tecniche di scavo e rocce, che verrà ribattezzata Epiroc quest'anno. La stessa Epiroc AB sarà quotata in borsa, presumibilmente entro la fine del 2018. Dalle prime indiscrezioni sembra che le attività industriali rimarranno però con Atlas Copco.

La Renegade Drilling è composta da ben 22 dipendenti e ha la sua sede a Johannesburg, in Sudafrica. L’azienda vende e commercia il suo catalogo prodotti in tutta l’area meridionale del continente africano. La società produce e distribuisce materiali di consumo per trivellazioni e per esplorazione mineraria, come ad esempio aste di perforazione, utensili in-the-hole e punte diamantate.

“Siamo molto felici di portare il forte team Renegade all’interno del nostro team”, ha affermato Helena Hedblom , Presidente della divsione Mining & Rock Excavation Technique di Atlas Copco. "Questa acquisizione amplierà nettamente il nostro portafoglio di prodotti e creerà un’importante impronta regionale per la produzione di materiali di consumo per l'esplorazione mineraria".

L'acquisizione sarà probabilmente completata a breve. Atlas Copco, per il momento, non ha comunicato il prezzo speso per l’acquisizione. Voci di corridoio affermano come il costo non sia stato materialmente significativo per la capitalizzazione di mercato del brand.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Il servizio di Vigilanza per la sicurezza nei luoghi di grande affluenza pubblica

La sicurezza è un tema sempre più attuale e la Vigilanza adetta pratiche e straegie sempre più effecaci e di maggiore deterrenza

A differenza di altri aeroporti, o luoghi dalla grande affluenza di persone, Miami International Airport controlla tutti i dipendenti che entrano ed escono dall'area protetta dell'aeroporto.
Ci sono quattro posti di blocco per lo screening dei dipendenti, sette porte di accesso per le ispezioni dei veicoli che entrano nell'aerodromo, controlli casuali dei dipendenti e una lezione obbligatoria di sensibilizzazione alla sicurezza.
L'anno scorso, il [...]

Continua a leggere

Imprese italiane e internazionali a confronto al Connext di Milano

La kermesse di due giorni organizzata da Confindustria coinvolgerà oltre 6mila tra imprenditori e manager

Il mondo italiano dell'imprenditoria si confronta al Mi.Co di Milano, nella due giorni di lavoro organizzata da Confindustria che vuole stimolare la crescita tramite lo scambio e le alleanze, incentivando così le opportunità di business.
Un evento con le imprese e per le imprese La kermesse si chiama Connext, ed è un modo per sviluppare reti tra imprese, e condividere gli esempi positivi dell'esperienza imprenditoriale italiana, nella consapevole [...]

Continua a leggere

Costo della vita, ecco le città italiane con i rincari maggiori

La classifica dell'Unione Consumatori evidenzia come Bolzano sia la città più cara, ma anche quella dove si vive meglio

Come accade periodicamente, l'Unione Consumatori ha fotografato la situazione del costo della vita, basandosi sui dati ISTAT riguardanti l'inflazione, registrati nel 2018.
La classifica del costo della vita La città dove in assoluto è salito maggiormente il costo della vita è Bolzano, dove i beni al consumo solo cresciuti dell'1,8%, che equivalgono ad un incremento di spesa media per famgilia di 632 euro.
Il capoluogo del Trentino Alto-Adige dive [...]

Continua a leggere