Economia e Lavoro

Atlas Copco acquisisce attività di produzione esplorativa sudafricana

Non si ferma l’espansione iniziata da Atlas Copco, l’azienda leader nella fornitura di soluzioni per la produttività sostenibile. Il colosso ha da poco definito l’acquisto delle attività della Renegade Drilling Supplies Proprietary Ltd., produttore e distributore sudafricano di materiali di consumo di perforazione per l'esplorazione mineraria.

L’azienda neo acquisita entrerà a far parte della divisione Rock Drilling Tools della Epiroc South Africa (Pty) Ltd., un’impresa interamente controllata del gruppo Atlas Copco che è stata creata quando l’azienda ha deciso di dividersi in due internazionali separati lo scorso anno. Questo sviluppo permetterà di far crescere la divisione Mining & Rock Excavation Technique di Atlas Copco, grazie al focus nel settore minerario e dell'ingegneria civile. L'attività acquisita entrerà a far parte della business area di Atlas Copco nell'area dell'estrazione di tecniche di scavo e rocce, che verrà ribattezzata Epiroc quest'anno. La stessa Epiroc AB sarà quotata in borsa, presumibilmente entro la fine del 2018. Dalle prime indiscrezioni sembra che le attività industriali rimarranno però con Atlas Copco.

La Renegade Drilling è composta da ben 22 dipendenti e ha la sua sede a Johannesburg, in Sudafrica. L’azienda vende e commercia il suo catalogo prodotti in tutta l’area meridionale del continente africano. La società produce e distribuisce materiali di consumo per trivellazioni e per esplorazione mineraria, come ad esempio aste di perforazione, utensili in-the-hole e punte diamantate.

“Siamo molto felici di portare il forte team Renegade all’interno del nostro team”, ha affermato Helena Hedblom , Presidente della divsione Mining & Rock Excavation Technique di Atlas Copco. "Questa acquisizione amplierà nettamente il nostro portafoglio di prodotti e creerà un’importante impronta regionale per la produzione di materiali di consumo per l'esplorazione mineraria".

L'acquisizione sarà probabilmente completata a breve. Atlas Copco, per il momento, non ha comunicato il prezzo speso per l’acquisizione. Voci di corridoio affermano come il costo non sia stato materialmente significativo per la capitalizzazione di mercato del brand.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Progettare una scaffalatura: cosa serve?

Le regole che definiscono e stabiliscono gli standard per l’installazione e l’utilizzo di sistemi di scaffalature metalliche ed industriali sono inserite all’interno del documento EN 15635:2008, elaborato dal Comitato Europeo per la Standardizzazione nell’ambito del tavolo tecnico 344.
La segreteria è stata affidata quindi all’Uni, Ente Nazionale di Normazione.
Le norme, valevoli per i paesi all’interno dell’Unione Europea e per quelli dell’EFTA [...]

Continua a leggere

Il nuovo centro di tornitura con torretta inferiore: scopriamo PUMA SMX

Doosan Machine Tools ha recentemente annunciato che i suoi centri di tornitura super multitasking PUMA SMX sono ora disponibili con in dotazione una torretta inferiore che possa aumentarne la versatilità e la produttività.
La torretta sarà disponibile per entrambi i modelli con mandrino da 10 "(PUMA SMX2600ST) e con mandrino da 12" (PUMA SMX3100ST).
Facciamo un passo indietro.
La serie PUMA SMX di Doosan è un centro di tornitura multitasking a do [...]

Continua a leggere

Decodificare al meglio il ciclo di lavoro dei compressori

Diverse tipologie di compressori, come per esempio quelli a vite e quelli centrifughi, sono sviluppati per funzionare in continuazione e a velocità massima, pur mantenendo il flusso d'aria di picco.
I loro motori e i loro sistemi di raffreddamento sono dunque progettati per operare al 100% nel tempo e senza pericolo di surriscaldamento.
Tuttavia, questo non vale per tutte le tipologie di compressori.
Nel caso ad esempio dei compressori a pistoni, [...]

Continua a leggere