Scienza e Tecnologie

Automazione industriale: la svolta post Covid-19

Se c’è una cosa che la pandemia globale ha reso più esplicita delle altre è che solo le aziende orientate al un modello di business digitale. Vediamo quali sono i cambiamenti che le attendono

Post Covid-19: la vera spinta arriva dalla tecnologia

 

La tecnologia avrà sempre di più nei prossimi anni un ruolo preminente nel modo di fare impresa. Questa è una delle prime verità dopo i mesi difficili appena trascorsi. I protagonisti di questa vera e propria rivoluzione industriale post Covid-19 saranno primi tra tutti i Big Data, il 5G e l’IoT.

Sarà una rivoluzione industriale caratterizzata da un’accelerazione e una velocitàsenza precedenti che porterà le aziende a sostenere ritmi di cambiamento davvero elevati. Non solo. Il nuovo modello di business porterà le imprese a un ripensamento interno in funzione delle nascenti esigenze. La digitalizzazione è infatti un cambiamento che agisce in profondità e in grado di apportare notevoli cambiamenti all’interno di aziende e imprese. Largo spazio dunque a un nuovo tipo di produttività in cui i dati e le informazioni condivise in rete avranno un ruolo centrale.

Tutto è però ancora incerto e in divenire. Siamo davanti a cambiamenti che mai prima d’ora avevano interessato la nostra economia e il nostro tessuto sociale. Quali saranno le tecnologie più diffuse tra dieci anni? Fino a che punto l’automazione industriale cambierà il nostro modo di fare industria? Tutte domande a cui oggi non è possibile dare una risposta certa. Quello che è chiaro, è che stiamo andando incontro a un periodo di grandi cambiamenti in cui la tecnologia e l’automazione industriale giocano un ruolo di primo piano.

 

La spinta all’automazione industriale e la dimensione umana



Come può l’automazione industriale convivere con una società fatta di individui? Questa è sicuramente una delle prime domande a cui ci troveremo a dare risposta. Sembra infatti che con l’avvento di una nuova rivoluzione industriale la dimensione umana verrà scomparendo. Andremo incontro a una dimensione humanless, i cui primi effetti, se ci poensiamo bene, si sono già fatti sentire, per esempio nel campo della logistica e della produzione, dove l’avvento della robotica e dell’automazione è già all'ordine del giorno. 

 

Pointech Srl è un’azienda specializzata in automazione industriale a Reggio Emilia.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Cosa sono le stampanti 3D

Con questi strumenti è possibile creare qualunque oggetto, dal più semplice al più complesso. Ecco come funzionano e perché già molte aziende le usano.

Le stampanti 3D sono strumenti che usano la progettazione assistita da computer (CAD) per creare oggetti in tre dimensioni a partire da diversi tipi di materiali, per esempio plastica fusa o polveri.
Nulla a che vedere con certe "scatole magiche" che vedi nei film di fantascienza, tuttavia.
Per creare gli oggetti desiderati, le stampanti 3D si avvalgono di un metodo di stratificazione: in pratica, strato dopo strato dànno vita a una rappresentazi [...]

Continua a leggere

Cos'è e a cosa serve il rifrattometro

Tutto quello che vuoi sapere a proposito di questo strumento tipico dei laboratori di analisi.

Il rifrattometro è uno strumento scientifico utile per misurare l'indice di rifrazione di un campione liquido o solido.
Questo tipo di strumento è usato soprattutto nell'industria, in particolare nel settore dell'alimentare e delle bevande.
In pratica, il rifrattometro misura la quantità di luce che viene piegata, o rifratta, quando si sposta dall'aria in un campione.
In genere, i rifrattometri sono usati per misurare l'indice di rifrazione di un [...]

Continua a leggere

Digital signage: la nuova frontiera del lavoro in ufficio

Con l’emergenza sanitaria ed il lockdown la necessità di socialità e contatto con il mondo esterno ha portato ad un utilizzo esponenziale, e quindi ad un sempre maggiore sviluppo, di diverse forme di comunicazione.
Tra queste, il digital signage.
  Covid 19: le opportunità del Digital signage negli uffici Tra i formati che hanno avuto un notevole sviluppo durante il periodo di lockdown, quello che sicuramente ha registrato forse l’incremento magg [...]

Continua a leggere