Scienza e Tecnologie

Bonus tv, passaggio del segnale al Dvb-T2: da oggi via agli incentivi per l’acquisto di nuovi televi

A partire dal prossimo anno e fino al 2022 è previsto il passaggio dal digitale terrestre attualmente in uso (Dvb-T1) al nuovo standard. Come ottenere lo sconto: è disponibile per le famiglie con una fascia Isee non superiore ai 20mila euro

Da oggi parte il nuovo bonus Tv: uno scontro praticato dal venditore sul prezzo del prodotto acquistato che è disponibile per le famiglie con una fascia Isee non superiore ai 20mila euro. Gli incentivi serviranno all’acquisto di nuovi televisori o decoder che consentano la ricezione del segnale Dvb-T2. A partire dal prossimo anno e fino al 2022 è infatti previsto il passaggio dal digitale terrestre attualmente in uso (Dvb-T1) al nuovo standard. I consumatori quindi avranno due anni di tempo per adeguarsi.

Per questo motivo, già il governo Gentiloni aveva previsto incentivi da 151 milioni di euro. Un mese fa è stato pubblicato il decreto interministeriale di Mise e Mef che definisce i criteri per l’elargizione del bonus, entrato in vigore oggi, cioè dopo 30 giorni. A beneficiare dello sconto è per il momento solo chi appartiene alle fasce Isee I e II. Sul sito del ministero dello Sviluppo  economico è presente un fac-simile della domanda: il bonus avrà un valore fino a 50 euro e sarà disponibile fino al 31 dicembre 2022 o all’esaurimento delle risorse stanziate. La fase transitoria, quindi lo swtich-off dal Dvb-T1 al Dvb-T2, durerà infatti due anni: fino a luglio 2022. La transizione sarà simile a quella già vissuta pochi anni fa, con il passaggio dall’analogico al digitale conclusosi nel 2012.

Dal primo gennaio 2017 i commercianti hanno avuto l’obbligo di vendere solo televisori già compatibili con la nuova ricezione del segnale, mentre i produttori si sono dovuti adeguare da luglio 2016. Del passaggio al nuovo segnale digitale si parla infatti già da tempo. L’aggiornamento nasce dalla necessità di liberare alcune frequenze mobili della banda 700 (compresa tra i 694 e i 790 MHz) per il servizio di telefonia mobile 5G: lo standard che permetterà, secondo le aspettative dell’Unione europea, di connettersi senza fili per ricevere dati alla velocità di 10 gigabit al secondo, circa 100 volte di più della connessione 4G. Sono le frequenze vendute a 6,5 miliardi di euro all’asta dell’ottobre 2018, a cui hanno partecipato tutti i principali protagonisti delle telecomunicazioni in Italia: Wind 3VodafoneTelecom ItaliaFastweb e Iliad.

 


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Digital signage: la nuova frontiera del lavoro in ufficio

Con l’emergenza sanitaria ed il lockdown la necessità di socialità e contatto con il mondo esterno ha portato ad un utilizzo esponenziale, e quindi ad un sempre maggiore sviluppo, di diverse forme di comunicazione.
Tra queste, il digital signage.
  Covid 19: le opportunità del Digital signage negli uffici Tra i formati che hanno avuto un notevole sviluppo durante il periodo di lockdown, quello che sicuramente ha registrato forse l’incremento magg [...]

Continua a leggere

Logistica: il ruolo della tecnologia nel modello just in time

Come ormai tutti i settori più tradizionali, anche la logistica sembra essersi convertita alla tecnologia.
Numerosi sono infatti i vantaggi che il settore può riscontrare dall’impiego di soluzioni tecnologiche e digitali nelle attività di tutti i giorni.
Prima di convertirsi in toto all’innovazione è però fondamentale essere ben consapevoli dei rischi che si possono correre   Logistica 4.0: più efficienza e maggiore controllo La logistica del fut [...]

Continua a leggere

Rugged: i telefoni industriali pronti a tutto

Telefoni industriali per le condizioni più estreme   Non tutte le professioni prevedono una scrivania e una comoda sedia.
Alcune infatti si svolgono all’aria aperta, in ambienti pieni di polveri, sottoposti a intemperie o persino in immersione.
Edilizia, agricoltura e meccanica sono solo alcuni esempi.
Ecco perché per alcune di queste esistono dispositivi adeguati, in grado di sopportare qualsiasi condizione ed essere sottoposti a ogni tipo di st [...]

Continua a leggere