Edilizia e Costruzioni

Box cavalli in legno

Un rifugio per l'amico cavallo

Chi ha la fortuna di possedere un animale come il cavallo deve provvedere nel modo migliore al suo ricovero notturno ed il box cavalli in legno è un rifugio sicuro ed accogliente.
Il cavallo è una bestiola che ama passeggiare e sostare all'aria aperta perché è nella sua indole vivere a stretto contatto con la natura, ma la notte deve essere ricoverato in un rifugio tiepido o fresco a seconda delle condizioni atmosferiche.
Queste situazioni avvengono anche di giorno quando c'è troppo sole che potrebbe nuocere all'animale o quando bisogna alimentarlo o strigliarlo.
Il box cavalli in legno assolve in modo encomiabile a questi problemi anche perché il legno offre la possibilità di tenere freschi gli ambienti quando le temperature esterne sono troppo afose o quando fuori c'è freddo.
Non è un caso se le migliori scuderie italiane adottano i box di legno per ricoverare i cavalli del maneggio o quelli di alcuni proprietari che non avendo spazio a disposizione, pagano una retta mensile per far ricoverare il loro fidato e mansueto amico.
Chi ha la fortuna di avere a disposizione un appezzamento di terreno deve cogliere al volo questa opportunità in modo che potrà tenere con se il proprio animale ed eviterà il costo della retta che comunque influisce sul budget familiare.

Il legno e le caratteristiche del box

Le assi di legno con cui si realizzano i box per cavalli sono le medesimi con cui si costruiscono le rinomate casette da giardino.
I box hanno le stesse caratteristiche di queste ultime e non peccano in nessun punto, tanto che il cavallo troverà un rifugio caldo ed accogliente per trascorrere qualche ora nel più completo relax e la notte i suoi padroni possono stare tranquilli perché anche se le temperature climatiche sono particolarmente rigide, l'animale potrà godere di un benefico tepore perché i box cavalli in legno immagazzina il calore dei raggi solari e lo rilascia la notte.
Il legno usato per realizzare il box cavalli è generalmente quello di abete nordico che è il migliore per i manufatti da giardino ma volendo si può far realizzare il rifugio anche con un legno di spessore maggiore specialmente se la zona in cui è posizionato il box si trova in montagna dove le temperature sono generalmente più critiche del normale.

Quale box cavalli acquistare

I box cavalli in legno esistono di tutte le dimensioni e non solo per un singolo animale ma anche con più vani per ospitare più cavalli.
Il box può essere acquistato anche corredato di una comoda verandina che è l'ideale per strigliare il cavallo durante le belle giornate.
Inoltre, è possibile far realizzare un ulteriore piccolo vano dove si possono collocare scaffalature dove appoggiare i prodotti che servono per la pulizia dell'animale, i vari accessori per strigliarlo, le selle, le briglie e quant'altro.
I migliori box cavalli in legno sono verosimiglianti a delle piccole scuderie.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

I vantaggi di un impianto fotovoltaico

L’energia rinnovabile e in particolar modo l’energia solare stanno riscuotendo sempre più successo, grazie agli incentivi statali e alle detrazioni fiscali che negli anni hanno dato una spinta significativa all’acquisto di impianti fotovoltaici.
Ma soprattutto è la nuova presa di coscienza da parte di molte persone e aziende che finalmente hanno compreso il vantaggio dell’utilizzo dell’energia solare: pulita, economica e a impatto zero sull’ambie [...]

Continua a leggere

La casa in legno ecologica va costruita bene

Ritornare a fabbricati realizzati prevalentemente o completamente in legno oggi potrebbe risultare conveniente sotto molti punti di vista.
Cerchiamo allora di capire meglio come va costruita una casa in legno ecologica.
  La casa ecologica La bioedilizia offre la possibilità di integrare comfort e sicurezza oltre che una maggiore economia nei consumi energetici, abbattendo i costi in un ambiente più salutare ed accogliente.
Infatti proprio i cost [...]

Continua a leggere

Case in legno, ecco perché convengono

Tutti i comuni del nostro paese ricadono all’interno di una classificazione che prende in considerazione la loro zona climatica di appartenenza.
Nei climi più caldi, lungo le coste meridionali, c’è la zona “A” mentre via via ci si allontana dal mare e si sale sia di altitudine che di latitudine si arriva alla zona più fredda “F”.
Ad esempio i comuni di alta montagna appartengono proprio a quest’ultima classe, mentre la calda e soleggiata Lampedus [...]

Continua a leggere