Casa

Casa: migliorare la qualità dell’aria grazie agli estrattori aria

Una corretta aerazione degli ambienti della casa è un requisito fondamentale per la salubrità dell’aria che respiriamo.

Una corretta aerazione degli ambienti della casa è un requisito fondamentale per la salubrità dell’aria che respiriamo. Questo infatti fa la sua parte per contribuire ad una migliore qualità della vita in casa.

In caso di ambienti scarsamente o non correttamente aerati, possono insorgere problematiche di vario genere, come ad esempio la presenza di muffa. Un esempio pratico è rappresentato dai bagni ciechi: l’assenza di una finestra e la contemporanea presenza di docce calde, soprattutto nel periodo invernale, impediscono una corretta aerazione dell’ambiente, contribuendo così al formarsi di umidità, muffe e odori sgradevoli. Tutti aspetti che risultano dannosi per la salute. Ecco che può venire in aiuto un sistema di ventilazione meccanica localizzata, noto anche come estrattore aria.

Come funziona l’estrazione d’aria?

La struttura e il funzionamento di un estrattore d’aria è semplice ed efficace: l’estrattore racchiude al suo interno dei motori che si occupano di aspirare ed immettere l’aria dall’ambiente, alternando le due modalità di funzionamento a intervalli regolari, con la possibilità di regolare anche la velocità di funzionamento.

Un filtro presente all’interno del dispositivo divide l’aria da particelle e organismi dannosi. In questa maniera di aspirazione l’estrattore aspiratore raccoglie ed espelle umidità, fumi e odori, immettendo invece aria pulita nell’ambiente.

Un estrattore d’aria è un sistema efficace e che garantisce anche un comfort ottimale degli ambienti. Non solamente per la sua azione sull’aria, ma anche grazie alla sua silenziosità, che lo rende un compagno discreto ma estremamente efficiente.

Per quali ambienti è adatta?

Come detto, l’estrattore è adatto all’utilizzo in tutti quei luoghi che per ragioni architettoniche o per altri motivi non godono di una buona aerazione. Inoltre, si prestano anche all’utilizzo in edifici pubblici come bar, uffici, palestre, negozi…

Come scegliere un estrattore d’aria?

I parametri da tenere in considerazione nella scelta di un estrattore d’aria a parete sono sostanzialmente due:

  • dimensioni dell’ambiente interessato (in metri cubi)
  • tipologia dell’ambiente

Sulla base delle dimensioni in metri cubi dell’ambiente si potrà scegliere l’estrattore più adatto in termini di potenza e di numero di ricambi d’aria necessari per assicurare la corretta aerazione dello spazio.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Cappe a condensazione: tipologie e vantaggi

A volte sono le piccole cose come le cappe da cucina, spesso dimenticate nel processo di progettazione, a giocare un ruolo di primaria e fondamentale importanza nella tua cucina.

A volte sono le piccole cose come le cappe da cucina, spesso dimenticate nel processo di progettazione, a giocare un ruolo di primaria e fondamentale importanza nella tua cucina.
Con il piano cottura o il forno spesso è il fulcro di una cucina, e quindi la scelta della cappa giusta è una decisione cruciale che devi prendere in considerazione.
Non sono apparecchiature solamente di design, il vero scopo delle cappe a condensazione è mantenere la cu [...]

Continua a leggere

Errore f22 caldaia Vaillant, le possibili cause

Se sul display della tua caldaia Vaillant appare un codice di errore f22, vuol dire che c'è un problema specifico che impedisce all'impianto termico di funzionare bene.
In questo breve approfondimento vedremo cos'è l'errore f22 e quali sono le possibili cause e le azioni da compiere per risolverlo.
Caldaia Vaillant, cosa vuol dire errore f22 L'errore f22 indica una scarsa pressione dell'acqua presente nei circuiti della caldaia: ciò provoca una m [...]

Continua a leggere

Rinnovo bollino blu caldaie Roma, a chi rivolgersi?

Il rinnovo del bollino blu per le caldaie a Roma, così come nel resto d'Italia, è un obbligo stabilito dalla legge: infatti, tale certificazione è fondamentale per garantire la sicurezza e l'eco sostenibilità degli impianti termici.
Chi non si trova in regola con il rilascio o il rinnovo del bollino blu, può incorrere in sanzioni pecuniarie che vanno dai 500 ai 3mila euro.
A chi rivolgersi per il rinnovo del bollino blu La legge è particolarmente [...]

Continua a leggere