News e media > Giornali

Casaleggio e la sue eredità del Movimento Cinque Stelle

Si è spento dopo una lunga battaglia contro la malattia ma a piangerlo non è solo il Movimento Cinque Stelle ma l'Italia intera. A prescindere dal credo politico infatti è unanime il cordoglio per la scomparsa di una persona che, assieme a Beppe Grillo, dal nulla è stato capace di creare un Movimento che si è da subito imposto come una delle alternative nello scenario amministrativo sia locale che nazionale. Se il comunque il comico genovese è stata la persona che ci ha messo la faccia e il nome non meno importante è stato l'apporto di Casaleggio, che dei pentastellati è stato l'ideologo oltre che co-fondatore. Al centro del suo pensiero c'è naturalmente il web, del quale è stato uno dei pionieri e massimi esperti italiani e che nella sua idea politica è il fulcro sul quale deve poggiare la democrazia del futuro, un'agorà virtuale dove tutti i cittadini possano contribuire al corretto funzionamento delle cose. Una teoria che potrebbe sembrare visionaria ed utopistica, quasi da libro di fantascienza, ma che però ha trovato nella nascita e nello sviluppo del Movimento Cinque Stelle la sua parziale traduzione in termini pratici, con i risultati ottenuti che sono sotto gli occhi di tutti.

L'eredità politica di Casaleggio

Quella che sembrava esser nata come una sparata o una provocazione è diventata invece, col passare degli anni, una delle maggiori realtà politiche del nostro paese. Non servono infatti sondaggi o grafici a candele giapponesi per capire quale sia ormai la portata del Movimento Cinque Stelle. Dopo i buoni esordi alle elezioni Europee, Amministrative dove i grillini riuscirono a prendere la guida di una grande, ed importante, città come Parma, la consacrazione definitiva è arrivata con le elezioni Politiche del 2013. Al momento i pentastellati sono il secondo partito del paese, dietro il Partito Democratico, ed il proprio candidato sindaco a Roma, Virginia Raggi, è attualmente data come grande favorita nel caso arrivasse al ballottaggio sia contro il candidato del centrosinistra che contro quello di centrodestra. Quello che pareva essere solo un sogno quello di Casaleggio è invece diventato realtà ed ora, con la sua scomparsa e con Beppe Grillo, in teoria, sempre più defilato, ora il Movimento Cinque Stelle deve dimostrare di esser capace di poter camminare con le proprie gambe visto che ora sono senza la loro guida spirituale.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

La bufala sulla tassa per la manutenzione ascensori

Negli ultimi giorni è circolata una notizia che riguarda un appello di Confedilizia che avrebbe chiesto al governo Renzi di bloccare la tassa sugli ascensori: una bufala rimbalzata da tutta la stampa italiana che a volte approfitta di informazioni sommarie per attirare migliaia di click sui loro siti.
E’ evidente che parlare di tasse significa trattare un argomento molto caro a tutti noi, quindi capite bene come gli utenti si siano indignati quan [...]

Continua a leggere

SS Lazio: una stagione difficile

Per gli uomini di Stefano Pioli, quest’anno le cose non sono andate come si sperava.
Difatti, dopo un’esaltante stagione lo scorso anno, che ha visto i biancocelesti giungere al 3° posto, combattuto fino all’ultimo con il Napoli, quest’anno sembra che le cose siano solamente peggiorate e che quella Lazio è solo un lontano ricordo.
Complice di questa situazione, soprattutto la mancata campagna acquisti.
Difatti la rosa della Lazio non ha subito mo [...]

Continua a leggere

Ferrero, tutti i guai del Viperetta

La prima volta che un giovane Massimo Ferrero comparve sullo schermo il suo problema era che, portato alla stazione di Termini durante la partenza del treno dei tifosi romanisti diretti in trasferta a Torino per il match contro la Juve, il figlio non volesse urlare “Forza Roma”, suscitando così l'ilarità dei suoi amici che lo tacciarono di avere un figlio laziale.
Ora invece per Er Viperetta i problemi sono di ben altra natura.
Per Ferrero infatt [...]

Continua a leggere