Viaggi e Vacanze > Destinazione

Castel del Monte

Castel del Monte è uno dei tanti castelli costruiti nel sud Italia nel XIII secolo da Federico II, imperatore del Sacro Romano Impero. È considerato il più grande dei suoi castelli ed è un sito patrimonio mondiale dell'UNESCO. 

Come raggiungere Castel del Monte con i mezzi pubblici

La città più vicina a Castel del Monte è Andria, circa dodici miglia a nord. È una città abbastanza piacevole, ma Bari o Trani sono migliori basi durante la notte. Da queste due città è possibile raggiungere Andria in autobus o in treno. Da Bari, prendere la ferrovia regionale chiamata Ferrovie Nord Barese che ha una stazione accanto alla stazione ferroviaria principale. 

Castel del Monte: storia 

Federico II, imperatore del Sacro Romano Impero e re di Sicilia, è una delle figure più importanti della storia italiana. Conosciuto come "Stupor Mundi" (Meraviglia del mondo) per la sua cultura, era un uomo del Rinascimento in anticipo sui tempi. Nella sua corte ha incoraggiato le arti e la riscoperta della civiltà classica. Parlava diverse lingue e studiava e scriveva su una vasta gamma di argomenti, dall'astronomia alla falconeria. Federico costruì una serie di castelli in Puglia e la maggior parte delle possenti fortezze sulla riva del mare risalgono al suo regno del tredicesimo secolo. 

Castel del Monte, costruito intorno al 1240, è il più grande e il più strano. Non ha una funzione militare evidente, in piedi da solo su una collina senza insediamento o porto da proteggere. Invece di caratteristiche difensive  il castello ha finestre e alcune fessure impraticabilmente profonde. Il suo design è strano, e questo, unito al noto amore per la cultura di Federico, ha portato a ogni sorta di speculazione sui suoi significati e sul simbolismo. Il castello è a pianta ottagonale, con otto torri angolari ottagonali e otto stanze su ogni piano, attorno a un cortile centrale.

Tra le stranezze di Castel del Monte c'è la sua disposizione: i visitatori passano da una stanza all'altra in un anello attorno al cortile: al piano di sopra c'è un muro senza porte che significa che non è possibile completare il circuito. Gli spazi vuoti trasportano il suono da una parte all'altra dell'edificio. Dal primo piano, finestre a bifora si affacciano sulla pianura sottostante, con una finestra a tre bifore rivolta ad Andria. L'interno era più ornato di quello che ora appare, arricchito con intagli, marmi e mosaici. Rimane un po 'della decorazione, o è stato ripristinata, compresi cornici colorate su porte e caminetti: basta a dare un'idea di quanto grande fosse l'edificio.

Il castello sembra una corona, e in un certo senso è probabilmente quello che è: un simbolo dello status e del potere di Federico; la sua posizione dominante lo rendono visibile da lontano. Ironia della sorte, dopo la morte di Federico è stato usato per imprigionare i suoi eredi. Negli anni successivi alla costruzione stava andando in rovina. Quando lo stato italiano lo acquisì e lo trasformò in un monumento nazionale nel 1876, era in uno stato piuttosto povero e molti dei marmi e delle decorazioni erano scomparsi. Dopo il restaturo ha trovato il suo antico splendore.

Esterno del castello

Dopo aver visto l'interno, vale la pena passeggiare all'esterno del castello. Ci sono viste incantevoli sul verde della Puglia, punteggiate da fattorie, uliveti e pecore al pascolo. È una scena pacifica e rurale in grande contrasto con le aree edificate lungo la costa.
 


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Spa, Masseria e Golf: ecco l'Acaya Golf Club

Il Salento è sicuramente una delle zone più belle non solo della Puglia, ma dell'intera penisola italiana.
Qui avrai modo di vivere delle esperienze davvero uniche: divertimento che si unisce alla bellezza di un territorio molto vario.
Considera anche che potrai trovare tantissime cose da fare per una vacanza che sia letteralmente indimenticabile.
Un'occasione che non puoi proprio farti scappare a maggior ragione se pensi che ci sono svariate str [...]

Continua a leggere

Tour operator in Emilia Romagna? Scopri Food Valley Travel!

Se state cercando un tour operator in Emilia Romagna che possa aiutarvi nella creazione o nella scelta di un itinerario turistico tra arte e sapori, scoprite Food Valley Travel!

Se state organizzando un weekend fuori porta in Emilia Romagna e vi piacerebbe visitare angoli nascosti della regione o assaporare le sue specialità gastronomiche, sappiate che c’è un tour operator in Emilia Romagna che potrà venire incontro a tutte le vostre esigenze, offrendovi anche moltissimi pacchetti turistici pronti all’uso.
Il tour operator in questione è Food Valley Travel, da anni impegnato ad offrire un tipo di servizio turistico al cr [...]

Continua a leggere

4 giorni a Barcellona

Tour di Barcellona in 4 giorni

GIORNO 1.
Gaudí Il primo giorno si prende una "Barcelona Card" e cosi si può iniziare la giornata.
La prima opzione da visitare ed da non perdersi assolutamente è l'imponente chiesa della Sagrada Familia.
Se ti servono dei consigli per la visita turistica, puoi farlo presso lo stand delle informazioni turistiche.
La seconda opzione è una passeggiata fino al vicino quartiere di Gràcia, dove è possibile pranzare in una delle sue piazze meravigliose [...]

Continua a leggere