Salute e Benessere > Medicina Alternativa

Cause dei vuoti di memoria

Avete improvvisamente dimenticato il nome di quell'attore famoso che tanto vi piace? Fate fatica a memorizzare nuove informazioni? Niente paura: i vuoti di memoria possono essere tenuti sotto controllo. Vediamo insieme le principali cause dei vuoti di memoria.

Deficit di attenzione

Una delle principali cause dei vuoti di memoria è il deficit di attenzione. E' banale ma è proprio così: se nel momento in cui dobbiamo immagazzinare una nuova informazione siamo distratti, disattenti o semplicemente annoiati, allora non riusciremo mai a ricordare e automaticamente si creerà un vuoto di memoria. La memoria, infatti, funziona in virtù della concentrazione, dell'interesse e del piacere rispetto al dato da ricordare. Ad esempio, se ci presentano un nuovo amico che non suscita la nostra curiosità, il deficit di attenzione si trasformerà in un vuoto di memoria. Anche i doppioni nei ricordi possono essere cause dei vuoti di memoria e possono provocare un'amnesia temporanea: la sensazione o la certezza di aver già vissuto e memorizzato quella particolare esperienza porta a confondersi e dunque ad avere una provvisoria perdita di memoria. 
 

Alimentazione sbagliata

Strano a dirsi ma anche una cattiva alimentazione e un regime nutrizionale sbagliato prolungato per troppo tempo sono da considerarsi tra le cause dei vuoti di memoria: le amnesie temporanee sono, infatti, provocate da una mancanza di vitamine che rende debole il corpo e non consente al cervello di lavorare a pieno regime. Precisamente, sono la carenza di vitamine B e B2 a essere cause dei vuoti di memoria: l'assenza di questo elemento fondamentale induce improvvisi black out nei ricordi e gravi difficoltà nel processo di memorizzazione, nei giovani come negli anziani. Ci sono poi altre cattive abitudini a tavola che danneggiano la memoria: ad esempio un abuso di alcol, in particolare se dura da anni, può compromettere la nostra capacità di ricordare sia nel breve termine, sia nel lungo termine.


Stress cronico

Ansia e stress cronico sono altre cause dei vuoti di memoria: questi disturbi, anche se temporanei, abbattono il numero di neuroni e impediscono loro di far viaggiare le informazioni nel cervello, provocando interruzioni del processo di formazione del ricordo. Lo si nota soprattutto negli studenti universitari: in situazioni di ansia persistente come la fase di preparazione di un esame o la laurea, aumentano infatti i vuoti di memoria e le difficoltà a memorizzare proprio perché ci sono meno neuroni in circolo a causa dello stress e del nervosismo. Infine tra le cause dei vuoti di memoria sono da annoverare anche alcuni motivi patologici gravi e seri come il morbo di Alzheimer, il Parkinson, il tumore. In questi casi è indispensabile consultare un medico specialista per prevenire o curare le cause dei vuoti di memoria.

 

 


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Aloe arborescens o di padre Zago: cos'è?

Scopriamo questa pianta dalle grandi capacità curative

L'aloe arborescens, detta anche aloe di padre Zago, è una pianta capace di curare e lenire patologie e fastidi che, proprio in virtù dei suoi effetti benefici sull'organismo, trova ampio impiego nel settore farmaceutico e cosmetico.
Ma dove comprarla? O quanto meno: dove acquistare dei prodotti a base di aloe arborescens? Acquistare prodotti a base di aloe arborescens L'acquisto di pomate, unguenti e preparati vari ottenuti dalla lavorazione dell [...]

Continua a leggere

Fangoterapia

Proprietà e vantaggi

La fangoterapia è un particolare tipo di trattamento a base di fango che ha la capacità di favorire l’eliminazione dei liquidi in eccesso, i quali tendono solitamente ad accumularsi nei fianchi, ma anche sulle gambe e nell’addome.
I fanghi adoperati per questo tipo di trattamento vengono ottenuti associando una parte liquida (di norma acqua termale) ed una solida come l’argilla.
Il composto ottenuto viene applicato sul corpo del paziente lungo un [...]

Continua a leggere

Gli occhiali per la presbiopia

La presbiopia La presbiopia è un prblema comune che colpisce molte persone dopo i 40 anni e fino ai 65.
Questo è dovuto a un normale inveccchiamento del cristallino, per cui si tende a vedere sfuocato da vicino.
Gli occhiali da presbiopia sono quindi degli occhiali adatti per vedere bene da vicino, sia per leggere come per lavorare quando si devono fare operazioni ravvicinate.
Vi sono tantissimi modelli e prezzi degli occhiali da vista per presbi [...]

Continua a leggere