Salute e Benessere > Medicina Alternativa

Cause dei vuoti di memoria

Avete improvvisamente dimenticato il nome di quell'attore famoso che tanto vi piace? Fate fatica a memorizzare nuove informazioni? Niente paura: i vuoti di memoria possono essere tenuti sotto controllo. Vediamo insieme le principali cause dei vuoti di memoria.

Deficit di attenzione

Una delle principali cause dei vuoti di memoria è il deficit di attenzione. E' banale ma è proprio così: se nel momento in cui dobbiamo immagazzinare una nuova informazione siamo distratti, disattenti o semplicemente annoiati, allora non riusciremo mai a ricordare e automaticamente si creerà un vuoto di memoria. La memoria, infatti, funziona in virtù della concentrazione, dell'interesse e del piacere rispetto al dato da ricordare. Ad esempio, se ci presentano un nuovo amico che non suscita la nostra curiosità, il deficit di attenzione si trasformerà in un vuoto di memoria. Anche i doppioni nei ricordi possono essere cause dei vuoti di memoria e possono provocare un'amnesia temporanea: la sensazione o la certezza di aver già vissuto e memorizzato quella particolare esperienza porta a confondersi e dunque ad avere una provvisoria perdita di memoria. 
 

Alimentazione sbagliata

Strano a dirsi ma anche una cattiva alimentazione e un regime nutrizionale sbagliato prolungato per troppo tempo sono da considerarsi tra le cause dei vuoti di memoria: le amnesie temporanee sono, infatti, provocate da una mancanza di vitamine che rende debole il corpo e non consente al cervello di lavorare a pieno regime. Precisamente, sono la carenza di vitamine B e B2 a essere cause dei vuoti di memoria: l'assenza di questo elemento fondamentale induce improvvisi black out nei ricordi e gravi difficoltà nel processo di memorizzazione, nei giovani come negli anziani. Ci sono poi altre cattive abitudini a tavola che danneggiano la memoria: ad esempio un abuso di alcol, in particolare se dura da anni, può compromettere la nostra capacità di ricordare sia nel breve termine, sia nel lungo termine.


Stress cronico

Ansia e stress cronico sono altre cause dei vuoti di memoria: questi disturbi, anche se temporanei, abbattono il numero di neuroni e impediscono loro di far viaggiare le informazioni nel cervello, provocando interruzioni del processo di formazione del ricordo. Lo si nota soprattutto negli studenti universitari: in situazioni di ansia persistente come la fase di preparazione di un esame o la laurea, aumentano infatti i vuoti di memoria e le difficoltà a memorizzare proprio perché ci sono meno neuroni in circolo a causa dello stress e del nervosismo. Infine tra le cause dei vuoti di memoria sono da annoverare anche alcuni motivi patologici gravi e seri come il morbo di Alzheimer, il Parkinson, il tumore. In questi casi è indispensabile consultare un medico specialista per prevenire o curare le cause dei vuoti di memoria.

 

 


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Aloe Vera Store

Gel di aloe vera da bere

Siamo solitamente abituati a pensare che l’aloe vera, sulle cui proprietà benefiche non vi sono dubbi alcuni, possa essere impiegata perlopiù spalmandola su parti del corpo che hanno bisogno di sollievo o di una efficace azione lenitiva.
In realtà è anche possibile bere l’aloe vera in gel, e ciò consente di disintossicare il proprio organismo eliminando tutte le scorie accumulate.
Sul sito www.aloeverastore.it è possibile trovare dell’ottima aloe [...]

Continua a leggere

Forever Aloe Vera Gel

L'aloe vera da bere

La pianta di aloe vera è da sempre utilizzata dall’uomo in virtù delle sue proprietà benefiche.
Quel che molti non sanno è che ne esiste anche un tipo che è possibile bere, un’ottima aloe vera senza aloina proposta dall’azienda Forever Living Products.
Grazie a questa aloe vera in gel da bere è possibile migliorare il tuo stato di benessere: ti sentirai infatti più regolare e sicuro, ritroverai le energie dei giorni migliori, percepirai nitidamen [...]

Continua a leggere

Quali rimedi naturali contro i disturbi del sonno

Insonnia e vita moderna La vita frenetica di oggi ci impone ritmi steressanti e tempi ristretti, e spesso questo ricade sul nostro benessere e la qualità della nostra salute.
In particolare lo stress può portare a condizioni di ansia e anche insonnia notturna.
Cos'è l'insonnia L'insonnia è un disturbo del sonno, che si divide in tre diversi tipi : insonnia iniziale, ovvero difficoltà di addormentarsi insonnia centrale che è caratterizzata da risv [...]

Continua a leggere