Cucina > Cibi

Centro di Roma: i ristoranti sulla Guida Michelin

Le Guide Michelin, conosciute in tutto il mondo, sono pubblicazioni annuali che riportano le valutazioni qualitative su ristoranti nazionali ed internazionali.  Gli ispettori delle Guide, assegnano le stelle (da 1 a 3) basandosi su un giudizio generale, non solo relativo allo chef o al cibo, ma su tutta la location e allo standard proposto. A Roma, attualmente ci sono circa una ventina di ristoranti che si sono guadagnati le stelle.
Se vi trovate in visita alla capitale e avete voglia di gustare una cena da gourmet in un ambiente esclusivo, oggi vi indichiamo alcuni dei ristoranti del centro da non perdere e che potete trovare indicati anche nella Guida Michelin.


Aroma Restaurant


Si trova in pieno centro, in Via Labicana 125,  e offre ai suoi ospiti una meravigliosa vista sul Colosseo. Le sale interne sono accoglienti con colori rilassanti e tenui, la terrazza che è il punto forte del ristorante, è fruibile durante tutto l’anno essendo verandata, con affaccio diretto sulla Roma più bella. Lo chef propone menu degustazione o a la carte, fatto di piatti che seguono la stagionalità dei prodotti. Portate ricercate e accompagnate da una cantina accurata e selezionatissima. Sull’ultima edizione della Guida Rossa Michelin, il ristorante si è aggiudicato una stella.


Hostaria dell’Orso


All’interno di un incantevole palazzo del ‘400, in Via dei Soldati 25, troverete questo elegante ristorante in cui si respira un’aria d’altri tempi. Gli arredi si mixano perfettamente con gli affreschi originali del palazzetto, conferendo alla location una bellezza rara. I piatti curati dallo chef richiamano quelli della tradizione italiana,ma rivisitati in chiave moderna. Nello stesso palazzo, al piano inferiore, potrete anticipare o proseguire la cena sorseggiando un cocktail mentre ascoltate il pianobar. All’ultimo piano invece troverete La Cabala Roma, sempre facente parte della stessa struttura, ossia una delle discoteche più note e cool della capitale, dove scatenarvi nelle danze fino all’alba.


Enoteca Achilli


In Via dei Prefetti al civico 15, si trova questo ristorante – enoteca, molto famoso e rinomato in tutta Roma. Verrete accolti da un ambiente elegante e curato nei minimi dettagli, dagli arredi alla mise en place è tutto perfetto e impeccabile. Il menu è sempre diverso e propone piatti originali e che mischiano sapori in modo innovativo ed inconsueto. Vi invitiamo a provare il menu degustazione da otto, quattro o tre portate per poter assaggiare le prelibatezze proposte.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Il rito del brunch

Il brunch è una moda sempre più presente nella cultura italiana, già a partire da qualche anno.

E’ un rito riservato al week-end, quando lontani dalle preoccupazioni della settimana lavorativa, ci si concedono ritmi più rilassati alzandosi più tardi e consumando un pasto unico a mattinata inoltrata che sazia fino alla cena.
  Le origini e la diffusione del nuovo pasto Il termine brunch è un neologismo che deriva dalla fusione delle parole inglesi breakfast e lunch, ovvero colazione e pranzo.
Le radici concettuali del termine risalgono alla [...]

Continua a leggere

Un viaggio fra i sapori della Sardegna

La Sardegna è un’isola ricca di storia e cultura.

Chi ha avuto la fortuna di conoscere questa terra spettacolare ricca di paesaggi mozzafiato, sa anche che la Sardegna offre una quantità di piatti e bevande eccellenti.
Andiamo a scoprire alcuni dei cibi più gustosi e rinomati della tradizione sarda: La fregola, che in sardo vuol dire mollica di pane, è una pasta secca a forma di palline.
Si può condire in molti modi, ma sicuramente la ricetta migliore è quella con le telline e lo zafferano che s [...]

Continua a leggere

Spaghetti cacio e pepe

Origini ed evoluzione di una ricetta senza tempo

La nascita della ricetta degli spaghetti cacio e pepe affonda nella tradizione contadina e pastorale della campagna romana, quando i pastori impegnati nella transumanza usavano portarsi dietro dei semplici ingredienti a lunga conservazione e fonte di energia per ristorarsi e riscaldarsi dopo una lunga giornata di cammino con il bestiame.
Assieme a carbonara, gricia e amatriciana costituisce i primi piatti tipici della gastronomia romana, passando [...]

Continua a leggere