Economia e Lavoro

Come aprire un negozio? Alcune procedure

Ecco le procedure più importanti per aprire un negozio di successo e che possa vendere.

Avete intenzione di aprire un negozio ma non siete ancora coscienti di quali siano le cose da fare e le procedure da rispettare in modo da eseguire il tutto nel migliore dei modi? Sappiamo bene che al giorno d’oggi non è semplice gestire una nuova apertura: bisogna valutare la burocrazia, tempistiche molto lunghe e considerare anche la tipologia di concorrenza da fronteggiare.

Tuttavia, niente panico! Con un pizzico di pazienza e seguendo i nostri consigli, riuscirete sicuramente ad aprire in breve tempo, il vostro nuovo shop!

  1. Iscrizione al REC

Prima di procedere con l’apertura e l’arredo tramite professionisti in arredamento negozi Milano, Roma ecc…, è importante iscriversi al REC, cioè Registro Esercenti di Commercio. Ciò vale sia che vogliate aprire un negozio semplice che un bar o un ristorante. Inoltre, se lo spazio prescelto ha una dimensione inferiore ai 250 mq, dovrete compilare la SCIA, cioè comunicazione di inizio attività al Sindaco del vostro comune di appartenenza. In questo caso, dopo aver inviato la documentazione, vige la regola del silenzio assenso. Se entro 90 giorni non riceverete nulla, potrete aprire il vostro negozio in tutta tranquillità.

2. Partita IVA e iscrizione a Registro delle Imprese

Dopo aver fatto ciò, è importante aprire la propria Partita IVA, iscriversi alla Camera di Commercio, all’INPS ma anche al Registro delle Imprese della propria città, in modo da essere rilevati e segnalati per qualsiasi evenienza dallo Stato. Queste procedure burocratiche possono richiedere un certo periodo di tempo ma sono necessarie per esercitare la propria professione in modo del tutto regolare per lo Stato.

3. Costo del negozio
Aprire un nuovo negozio può essere davvero costoso, lo sappiamo. Si parla di cifre che vanno dai 20.000 euro per punti vendita di piccola o media grandezza, fino ad arrivare ad almeno 50.000 euro per negozi decisamente un po’ più grandi. Tutto ciò considerando merce, scontrini, illuminazione, arredi e così via. Per questa ragione, prima di compiere il grande passo, vi consigliamo di valutare attentamente le vostre possibilità economiche, al fine di evitare di trovarvi in situazioni davvero spiacevoli.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Il report Machine Tools e il mercato delle macchine utensili 2018

Il mercato globale delle macchine utensili analizza gli attuali trend del mercato e quelli dal futuro, precisamente dal 2018 al 2023.
Lo studio di ricerca aiuta ad analizzare il cambiamento delle dinamiche di mercato, il volume del mercato regionale, le innovazioni tecnologiche e le opportunità di business delle macchine utensili nei prossimi anni.
Il report aiuta inoltre a comprendere il mercato mondiale delle macchine utensili e, per una miglio [...]

Continua a leggere

Lavorazione acciaio: come funziona la macchina per il taglio al plasma?

Le innovazioni tecniche in materia di taglio al plasma hanno portato tale tecnologia a raggiungere livelli di precisione simili a quelli normalmente accostati al taglio laser.

Tra le varie tecnologie a disposizione nel settore del taglio lamiera, sono le macchine per il taglio al plasma ad aver raggiunto una grande notorietà.
Questo per merito della capacità di garantire lavorazione precise e in grado di adattarsi perfettamente alla flessibilità, alla velocità d’operazione e alla qualità del taglio.
Caratteristiche che hanno portato tantissime imprese a scegliere questi modelli per lavorare lamiere di diverse dimension [...]

Continua a leggere

Progettare una scaffalatura: cosa serve?

Le regole che definiscono e stabiliscono gli standard per l’installazione e l’utilizzo di sistemi di scaffalature metalliche ed industriali sono inserite all’interno del documento EN 15635:2008, elaborato dal Comitato Europeo per la Standardizzazione nell’ambito del tavolo tecnico 344.
La segreteria è stata affidata quindi all’Uni, Ente Nazionale di Normazione.
Le norme, valevoli per i paesi all’interno dell’Unione Europea e per quelli dell’EFTA [...]

Continua a leggere