Servizi

Come è cambiata la logistica del freddo (e come adeguarsi)

La logistica del freddo vede sfide e processi sempre più complessi, ai quali bisogna rispondere con pratiche e strumenti adeguati.

Dal 1980 ad oggi, la logistica del freddo ha visto aumentare i trasporti del 57%, e, secondo alcune analisi, dovrebbe aumentare ad un tasso del 15% da qui al 2023. Questo aumento è dovuto a parecchi fattori, quali la globalizzazione e i cambiamenti nelle abitudini dei consumatori, ma anche ad una diversa classificazione di fresco: oggi, per esempio, si intende come fresco un prodotto mantenuto a -3.

Questo aumento ha dato vita a regolazioni sempre più complesse ed esigenti, le quali hanno portato grandi responsabilità per le aziende e le ditte di trasporti, come maggiori controlli e standard da rispettare.

Per questo motivo, le aziende sono alla ricerca di strumenti e partner in grado di garantire i livelli qualitativi richiesti oggi dal mercato e assicurare controllo lungo tutta la catena logistica.

Quindi come si stanno adattando i professionisti?

 

Tutto ruota intorno alla documentazione

Uno dei punti cardini della nuova logistica del freddo è assicurare una documentazione relativa alle condizioni del trasporto:  un’azienda potrebbe rifiutare un carico se non dovesse avere la certezza che esso sia stato conservato correttamente.

A questo proposito, i datalogger per la registrazione continua e in tempo reale della temperatura sono diventati uno strumento indispensabile per fornire una prova tangibile.

 

Personalizzare la conservazione

Un altro aspetto della logistica del freddo odierna è la varietà dei range di temperatura. Per questo motivo, è importante che ogni prodotto termosensibile venga gestito e conservato all’interno di un sistema isotermico adatto alle sue caratteristiche, sia per quanto riguarda il range di temperatura che la durata della conservazione.

 

Prevenire gli imprevisti

Con l’estendersi delle tratte e dei tempi di spedizione, sono aumentati anche i rischi che la merce può correre. Perciò è importante fare di tutto per assicurarsi che i sistemi refrigeranti e gli ambienti coibentati siano adatti alla conservazione dei prodotti. Per fare questo, si può ricorrere all’uso di kit per la mappatura termica: questi strumenti permettono di valutare le performance termiche di un ambiente, si tratti di una cella fissa o di un mezzo di trasporto.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Super 100 Golden

Sgrassatore professionale non chimico

Riuscire a mantenere sempre perfettamente pulita una attività ristorativa di qualsiasi tipo, è la priorità di chiunque gestisca un locale.
Mantenere infatti la cucina sempre perfettamente pulita è certamente un bel modo di presentarsi ai clienti, ma soprattutto è quel che la normativa vigente prevede in tema di igiene.
Bisogna dunque adoperare tutti i prodotti che sono in grado di garantire una pulizia profonda, che siano che al tempo stesso rapi [...]

Continua a leggere

Eureka Solutions: la migliore assistenza finanziaria per imprese e privati

Eureka Solutions è la migliore in Italia nel fornire assistenza e consulenza alle piccole medie imprese e ai privati, in ambito finanziario, giudiziale e non solo

Eureka Solutions srl offre assistenza e consulenza finanziaria e non solo a piccole medie imprese e privati.
Nata a Parma per volontà dei suoi soci, l'azienda opera in tutta Italia grazie alla sua rete di professionisti esperti e qualificati.
I servizi offerti dalla Eureka Solutions sono molteplici e tutti rivolti a risolvere le varie problematiche che le aziende o i privati si trovano a dover affrontare nel corso della loro attività.
Per le impr [...]

Continua a leggere

Nel 2020 bolletta della luce più leggera per gli italiani

Secondo l’Arera nel 2020 vi sarà un interessante contenimento dei costi di approvvigionamento dell’energia elettrica, stimato nel 2,9% in meno rispetto l’anno precedente.

Nel 2020 la bolletta elettrica sarà meno cara per gli italiani.
Lo ha annunciato l’Arera (Autorità di regolazione per Energia, Reti e Ambiente), adducendo i motivi di tale ribasso al contenimento delle tariffe di trasporto e distribuzione nonché alle basse quotazioni nei mercati all’ingrosso delle materie prime.
Tali condizioni favorevoli hanno determinato una riduzione complessiva del 5,4% dell’elettricità, il che è stimato si traduca in un risp [...]

Continua a leggere