Servizi

Come gestire il magazzino: 8 consigli per ottenere il massimo

Una gestione ottimale del magazzino passa dall’implementazione dei giusti strumenti e delle giuste procedure.

Per le aziende che necessitano dello stoccaggio della merce, la gestione del magazzino è fondamentale, dal momento che da essa dipende l’efficienza di numerose fasi (vendite, rifornimento della produzione, ecc.).

Ecco perché è fondamentale fare in modo che il magazzino mantenga un’alta efficienza, senza però gravare in maniera importante sul budget aziendale. Ma come fare ciò? Seguendo questi 8 consigli-

 

Censire i prodotti

Con una lista completa di tutti gli elementi da inserire all’interno del magazzino si può avere un’idea chiara dello spazio che verrà occupato, di quello da tenere libero per gli spostamenti e quello a disposizione per altre attività.

 

Pensare accuratamente lo spazio

Disposizione degli scaffali, area di manovra, corridoi: ogni spazio deve essere progettato in modo da permettere di svolgere l’attività al meglio. Se è in arrivo una stagionalità che prevede un forte aumento di flusso, sarà importante riorganizzare gli spazi in funzione di questo cambiamento.

 

Attenzione alle tempistiche

Quanto tempo impiegherà una rotazione? Quali prodotti resteranno più a lungo e quali se ne andranno più in fretta? Rispondere a queste domande è fondamentale per sapere come e in che quantità rifornire il magazzino e organizzare gli spazi-

 

Calcolare l’altezza

Scaffali molto altri possono contenere più prodotti, ma attenzione a non esagerare: un ambiente troppo alto richiederà maggiori costi di movimentazione e di riscaldamento/raffreddamento.

 

Usufruire di rampe

Velocizzare la movimentazione della merce è di vitale importanza per mantenere il magazzino efficiente. Ecco perché è importante inserirle nei propri spazi, specialmente se gli spostamenti riguardano prodotti pesanti.

 

Catalogare con le etichette

Grazie ad un buon sistema di catalogazione si possono trovare velocemente tutti i tipi di articoli, risparmiando tempo e migliorando il servizio.

 

Ricorrere ad un software gestionale

Esistono programmi appositi per il monitoraggio e l’automazione delle procedure in magazzino. Questi strumenti non solo garantiscono un risultato più preciso, ma offrono anche un notevole alleggerimento dei carichi di lavoro.

 

Nel caso l’azienda non dovesse essere in grado, per mancanza di competenze o di risorse, di applicare queste soluzioni, è sempre possibile rivolgersi ad un magazzino in conto terzi. NT Service, per esempio, mette a disposizione delle aziende il proprio magazzino a Piacenza, fornito di tutta la strumentazione necessaria e gestito da personale altamente preparato.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Tendenze Unghie 2020

I colori più richiesti dell'estate

Le unghie, per quest'estate 2020, si vestono di tonalità vitaminiche e super glossi.
E per le sophisticated addict?  Niente paura! Nude look e natural ombrè sapranno soddisfare anche le vostre richieste.
  Forever rouge  Già usato dalle regine dell'antico Egitto, il rosso è stato e resta tutt'ora un colore iconico.
Lo smalto rosso è sexy e raffinato e riesce a valorizzare anche gli outfit più sobri.  Dall'arancio al bordeaux, passando per il cora [...]

Continua a leggere

TessitoreRicevimenti.it organizza a Roma i matrimoni "a tema"

Villa ricevimenti Roma: TessitoreRicevimenti.it azienda leader dei ricevimenti di matrimonio a Roma presenta le novità 2020 per un matrimonio "a tema".

Grandi novità 2020 per le coppie che vogliono convolare a nozze, frutto dell'esperienza e della creatività di Tessitore Ricevimenti, azienda leader a Roma dell'organizzazione di matrimoni guidata dal titolare Giuseppe Tessitore.
Un giorno da ricordare merita una scelta della location ottimale, punto di forza della splendida Villa Marta, scelta da Tessitore Ricevimenti per offrire le sue originali soluzioni di matrimonio a tema, in zona Infernetto [...]

Continua a leggere

Rifiuti: classificazioni e smaltimento

Ognuno di noi ogni giorno produce una significativa quantità di rifiuti, ma non tutti sanno che esistono differenti classificazioni e che il loro smaltimento è regolato da normative ben definite.

Rifiuti: una prima classificazione Prima di scendere nel dettaglio delle classificazioni di ogni singola tipologia di rifiuto, è invece bene ricordare che con tale termine si è soliti riferirsi a sostanze od oggetti di cui vogliamo disfarci.
A questo proposito, è utile ricordare che il Ministero dell’Ambiente distingue ii rifiuti in due categorie principali:   Rifiuti urbani Rifiuti speciali   All’interno della definizione di “rifiuti urbani” pos [...]

Continua a leggere