Casa

Come scegliere il climatizzatore per casa

Con l’ arrivo del caldo torrido tipico dell’estate stare dentro casa è diventato molto difficile, infatti la temperatura elevata opprime le mura casalinghe e chi deve rimanere  in città aspettando ancora  le ferie, rischia di farsi sopraffare mettendo a rischio anche i momenti di relax in casa e soprattutto il riposo notturno.
La terapia vincente per respingere questo caldo è sicuramente il climatizzatore, quindi se vi state trovando a dover effettuare  una ristrutturazione appartamento a Roma  per esempio, in questo periodo è il momento per aggiungere alle vostre spese un bel climatizzatore.
Quando ci si trova a scegliere il climatizzatore per casa bisogna prendere in esame alcune importanti caratteristiche:
Presenza di filtri per purificare l’aria sono fondamentali per purificare l’aria di casa togliendo la totalità delle particelle inquinanti, restituendo l’aria pulita all’ambiente
Silenziosità  ogni climatizzatore ha il suo rumore ed è consigliabile mettere quelli più silenziosi in camera da letto o salotto
Classe energetica  molto importante nella scelta dei climatizzatori con la classe consigliata che è quella che va da A++ o A+++, che risultano essere più costosi ma portano un risparmio energetico che risulterà poi in bolletta.
Funzione deumidificazione  serve per ridurre l’ umidità dell’aria mantendo la temperatura costante
Presenza dell’ inviter  serve per regolare la potenza e la velocità  di funzionamento in modo da gestire la temperatura attraverso il termostato
Potenza di climatizzatore  la potenza viene scelta in base alle dimensioni dei locali
I climatizzatori possono essere utili in tutte le stagioni: d’estate per rinfrescare e  d’inverno per riscaldare, gli ultimi in commercio presentano anche il wi-fi integrato, che permette di gestire le impostazioni attraverso lo smartphone o il computer, per essere regolati anche a distanza e facilitarne la gestione.
Tutti i climatizzatori devono avere un libretto specifico dell’impianto, che stabilisce che se la potenza supera il 12 KW, bisogna far eseguire dei controlli periodici di efficenza energetica soprattutto per quel che riguarda la perdita di gas refrigerante, che secondo la norma del gennaio 2015 non deve superare la soglia di 3 kg di gas.
Per la compiliazione del libretto specifico è consigliabile chiedere informazioni a chi ci ha  venduto il condizionatore.
La potenza del climatizzatore
La cosa più importante quando si sceglie il climatizzatore  è trovare quello con la potenza  più adeguata per il locale in cui lo vogliamo installare.
Il primo valore da analizzare è quello indicato dal BTU,  che attraverso il calcolo matematico permette di trovare la giusta forza: ad esempio  in una stanza che misura 12 mq l’ideale è installare un climatizzatore da  4.080 BTU.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Rendi la tua casa più sicura, elimina l'amianto

Laddove si dovesse riscontrare nella propria abitazione la presenza di amianto, materiale noto anche come asbesto, è fondamentale eliminarlo con tempestività affidandosi a un'azienda specializzata.
L'amianto e la sua pericolosità In un passato non lontano l'amianto è stato largamente impiegato in edilizia, soprattutto per quanto riguarda la coibentazione dei tetti: questo materiale presentava caratteristiche molto interessanti sul piano tecnico, [...]

Continua a leggere

I dispenser di sapone liquido per scuole e luoghi frequentati da bambini

Scopri le alternative colorate e originali di B24 Store

La primavera e l’estate rappresentano dei richiami irresistibili per i bambini, che amano trascorrere il loro tempo libero all’aria aperta.
Nei loro giochi e avventure è inevitabile che i piccoli si sporchino le mani, ed è perciò importante insegnare loro le corrette abitudini igieniche sin dai primi anni di vita.
La stragrande maggioranza delle infezioni, infatti, si propaga per contatto diretto: lo rivela l’organizzazione statunitense WebMD spe [...]

Continua a leggere

Coi deodoranti per auto stop ai cattivi odori invernali

Scopri i "Profumotti", i profumatori di Eurotessuti

Gli odori sgradevoli che tendono a formarsi all’interno delle automobili, soprattutto di quelle più vissute, possono variare di intensità da stagione a stagione.
Quando fa caldo, ad esempio, le temperature sono favorevoli allo sviluppo dei microorganismi che causano i cattivi odori, ma è anche vero che si possono tenere aperti a lungo i finestrini per far fuoriuscire sia l’umidità – che ne promuove la proliferazione – che gli stessi effluvi sgrad [...]

Continua a leggere