Casa

Come smaltire una caldaia o scaldabagno vecchi

Caldaia e scaldabagno sono due elettrodomestici indispensabili in ogni casa, ma una volta terminato il loro ciclo vitale, come vanno smaltiti? La legislazione è molto severa circa le regole su come smaltire gli elettrodomestici ingombranti e sono previste pene molto severe per i trasgressori. In questo breve approfondimento parleremo di come eseguire un corretto smaltimento di tali apparecchi, grazie alla consulenza tecnica del centro assistenza scaldabagni di Roma, Totus Caldaie.

 

Dove buttare una caldaia o uno scaldabagno per lo smaltimento corretto

Data la complessità di tali apparecchi, non è ovviamente pensabile che vadano lasciati accanto ad un cassonetto dell'immondizia o, peggio, in qualche luogo isolato: le pene previste per questa infrazione sono decisamente alte, senza considerare il gravissimo danno ambientale che si sta provocando.

 

Sia le caldaie che gli scaldabagni sono considerati a tutti gli effetti degli elettrodomestici, nonché dei rifiuti ingombranti, dunque occorre seguire un preciso iter per lo smaltimento. Alcuni Comuni prevedono il ritiro a domicilio dell'apparecchio: in questi casi, l'utente riceve un appuntamento preciso in termini di giorno e fascia oraria; l'utente dovrà solo preoccuparsi di portare in strada l'apparecchio e di apporvi il codice identificativo rilasciato all'atto della prenotazione del servizio.

 

Tale servizio non è però attivo ovunque e in altre situazioni sarà l'utente a dover portare con mezzi propri l'apparecchio presso il centro di raccolta indicato. In ogni caso, consigliamo sempre di contattare l'azienda che si occupa della gestione dei rifiuti della propria zona per avere notizie specifiche.

 

Come smaltire gratis gli elettrodomestici

 

Un decreto legge del 2010 ha introdotto il principio de “Uno contro uno”, che consiste nel ritiro e smaltimento gratuito di un elettrodomestico a fronte dell'acquisto di uno nuovo. Tale principio è valido anche per le consegne a domicilio e tutti i commercianti sono tenuti a rispettarlo, anche perché nel prezzo dell'apparecchio nuovo è previsto un eco-contributo per lo smaltimento corretto. 

 


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Tutto quello che dovresti sapere sulla manutenzione del tuo condominio

Chi è responsabile della manutenzione del condominio? Ecco le risposte che cerchi...

Sei alla prima esperienza in condominio? Andare d'accordo con i tuoi vicini di casa potrebbe essere complicato.
Per fortuna, esiste un regolamento e un'assemblea condominiale, creati apposta per stabilire le regole comuni di buona convivenza e dirimere le questioni controverse, così come eventuali dissidi fra due o più condomini.
E nel caso della manutenzione? Anche in questo scenario, vigono delle regole prestabilite che sarebbe buona cosa ogni [...]

Continua a leggere

Quanto costa l’intervento di un professionista?

Esigenze idrauliche : a chi rivolgersi

Se l’impianto idraulico non funziona come dovrebbe, c’è una perdita d’acqua o è necessario riparare un tubo ci si deve rivolgere a un Idraulico Roma, ma quali sono i costi dell’intervento.
Scopriamolo in questo post.
Idraulico a Roma: quanto costa l’intervento di un professionista? Il costo orario dell’Idraulico a Roma varia in base al tipo di lavoro da realizzare e all’abitazione, ma anche dall’urgenza che aumenta il costo del servizio di Idraul [...]

Continua a leggere

Dove direzionare l'antenna per il digitale terrestre

Sul mercato della comunicazione è stato introdotto il digitale terrestre, perchè rispetto alla tv analogica comporta diversi vantaggi.
Un vantaggio da poter menzionare è che comporta una qualità di audio e video più alta, permettendo anche di utilizzare contenuti interattivi.
La differenza con la visione analogica sta nel fatto che, con il segnale analogico noi eravamo in grado di vedere la programmazione televisiva anche quando la ricezione non [...]

Continua a leggere