Casa

Come smontare un rubinetto miscelatore da cucina

Ti sarà capitato sicuramente almeno una volta nella vita di doverti imbattere con un problema nel rubinetto della tua cucina o se non hai ancora avuto questo fastidioso inconveniente non è detto che in futuro tu non possa ritrovarti in questa spiacevole situazione.

I problemi ai miscelatori sono un classico, in quanto l’uso che ne facciamo è spesso molto intenso e stressante per l'oggetto in questione e può capitare che si abbia la necessità di intervenire su questo pezzo di ricambio.

L’utilizzo quotidiano, la naturale usura, il calcare, gli altri agenti esterni quali ad esempio lo sporco ed i residui di detersivo, senza la corretta manutenzione, possono contribuire a mettere fuori uso i rubinetti della cucina, ma non facciamone un dramma: capita a tutti di ritrovarsi a tu per tu davanti ad un rubinetto miscelatore non ben funzionante, che perde acqua, che non riesce più a miscelare l’acqua in modo corretto o che non sia addirittura più funzionante.

Vediamo di seguito come smontare e sostituire un rubinetto miscelatore da cucina, ottenendo un lavoro pulito. Se necessiti urgentemente di questo tipo di assistenza, il consiglio è quello di rivolgerti ad un servizio h24, come può essere quello fornito da Pronto Intervento Idraulico Milano.
 

Come verificare se il miscelatore è da sostituire

La prima cosa da capire, in questo caso, è capire se il rubinetto è completamente rotto oppure se c’è ancora una speranza per poterlo riparare e per poter giungere a tale conclusione è fondamentale smontarlo per rendersi conto se ci sono magari soltanto delle guarnizioni rovinate da sostituire o se è lo stesso rubinetto che va cambiato.

A volte quello che può sembrare un danno irreparabile, può invece rivelarsi soltanto un piccolo intoppo di funzionamento che tramite qualche semplice operazione di pulizia accurata oppure con qualche piccolo accorgimento può far risolvere il problema in pochi minuti e da modo di non dover sopportare spese per un nuovo acquisto.
 

Come smontare un rubinetto miscelatore da cucina

Per smontare i rubinetti con miscelatore, senza rivolgersi ad un tecnico esterno specializzato, si può tentare la via del fai da te. Non sono necessarie competenze elevatissime, ma bisogna comunque far attenzione ad alcuni passaggi fondamentali ed avere a disposizione gli attrezzi giusti per lo smontaggio e l’eventuale sostituzione.

Fondamentale, innanzitutto, è aver chiuso il rubinetto centrale o principale dell’acqua, in modo da evitare che il flusso della stessa affluisca ai tubi e provochi potenziali allagamenti. Dopo aver effettuato questo step, dovrai liberare poi il miscelatore dai tubi dell’acqua che si trovano nella parte inferiore del rubinetto. Qui ti sarà necessaria una chiave inglese per liberare i bulloni che collegano il rubinetto ai tubi dell’acqua calda e dell’acqua fredda. Dopo aver svitato tali bulloni, ricorda che ce n’è anche un terzo da svitare: è quello che fissa il rubinetto al lavandino e si trova sempre nella parte inferiore del miscelatore.

Quando avrai levato tutti e tre i bulloni, allora potrai togliere il miscelatore ed ispezionarne ogni suo componente. Se a questo punto riterrai che non si tratti di un semplice problema di guarnizioni o di accumulo di calcare, dovrai optare per la sostituzione del tuo vecchio miscelatore con un nuovo e magari più performante.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Tapparelle in PVC coibentate: caratteristiche e funzionalità

Le tapparelle sono tra i componenti domestici che più vengono utilizzate durante l'arco della giornata e per questo motivo è fondamentale scegliere di acquistare prodotti di elevata qualità così da ridurre il rischio di malfunzionamento e difetti e di conseguenza anche la manutenzione necessaria.
Negli ultimi anni sono stati introdotte nel mercato diverse nuove tipologie di tapparelle e tra queste troviamo quelle realizzate in PVC.
Quest'ultime, [...]

Continua a leggere

Derivatore antenna Tv: come funziona

Nel caso in cui si voglia inviare il segnale dell'antenna a più dispositivi, gli strumenti che è possibile utilizzare per sdoppiare il segnale sono numerosi.
Uno degli strumenti più utilizzati per la divisione del segnale dell'antenna è il derivatore, strumento che in parole povere ha ruolo di prelevare il segnale da una fonte per poi smistarlo in più diramazioni.
Se hai bisogno di dividere il segnale dell'antenna basterà semplicemente utilizzare [...]

Continua a leggere

Come giuntare i cavi elettrici

É importante essere a conoscenza che fino a non molto tempo fa era severamente vietato qualsiasi tipo di intervento che vedesse coinvolti i cavi elettrici di qualsiasi genere e tipologia.
Sono tutt’oggi interventi che non devono essere sottovalutati in quanto come ogni cosa sulla quale non si è esperti si potrebbe rischiare di recarsi danno fisico o aggravare il problema già esistente.
Per questo è importante affidarsi a tecnici specializzati.
Se [...]

Continua a leggere