Salute e Benessere > Medicina Alternativa

Come Trattare un Figlio Tossicodipendente

Un genitore che si chiede come trattare un figlio tossicodipendente vuole sapere che comportamento assumere nei suoi confronti per aiutarlo a smettere di usare droga.

Può succedere che, quando un genitore cerca di parlare con il proprio figlio per fargli prendere la decisione di smettere di usare droga, si scontra con una persona molto chiusa in sé stessa che rifiuta in tutti i modi qualsiasi tipo di aiuto.

In una situazione di questo tipo, però, non bisogna arrendersi di fronte agli ostacoli che lui potrebbe mettere per non farsi aiutare o per rimandare il momento giusto per farlo ma è indispensabile insistere il tutti i modi possibili ed affrontare con lui l'argomento in modo diretto. 

Per aiutare il figlio tossicodipendente potrebbe essere utile trattarlo in diversi modi: alcune volte potrebbe essere necessario avere un tono rassicurante per fargli capire che lo scopo dei suoi cari è solo quello di aiutarlo; altre volte, invece, potrebbe essere utile avere un atteggiamento più duro in modo da fargli capire che sono stanchi della situazione in cui vivono e che deve necessariamente trovare una soluzione per uscire dalla tossicodipendenza.  

Non sempre, però, queste strategie portano al risultato desiderato e quindi i genitori, che non sanno più cosa fare, potrebbero anche decidere di aspettare che sia lui stesso a chiedere una mano, ma ciò potrebbe anche non accadere mai.  

Pertanto, se dopo i vari tentativi fatti la situazione non tende a migliore, allora occorre rivolgersi a degli esperti in grado di risolvere un problema di questo tipo. 

Il Centro di Recupero per Tossicodipendenti Narconon Gabbiano, attivo dal 1988, è specializzato nel recupero dalle tossicodipendenze ed è in grado di aiutare tutti quei genitori che non sanno più come trattare un figlio tossicodipendente.

Gli operatori del Centro Narconon Gabbiano sanno come parlare con una persona che fa uso di droga e come fargli ammettere che ha un problema di tossicodipendenza da risolvere. Se necessario, inoltre, sono disponibili ad affiancare i genitori organizzando un colloquio direttamente a domicilio con lo scopo di convincere il proprio caro a fare qualcosa per smettere di usare droga ed intraprendere il Programma Narconon.

Grazie al Centro Narconon Gabbiano migliaia di persona hanno risolto un problema di tossicodipendenza ed ora conducono una vita felice e libera dalla droga.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Opinioni sulla Comunità Narconon Il Gabbiano: l'Esperienza di Claudio

Le opinioni sulla Comunità Narconon Il Gabbiano di chi ha svolto il Programma Narconon sono di fondamentale importanza perché permettono di capire che esiste una valida soluzione per uscire dalla tossicodipendenza e dall’ alcolismo.
Di seguito sono riportate le parole di Claudio che, grazie alla Comunità Narconon Il Gabbiano, è tornato a condurre una vita felice, serena e libera dalla dipendenza da droga e alcool.
“Ciao, io sono Claudio e sono st [...]

Continua a leggere

Recensioni sulla Comunità Narconon Il Gabbiano: la Rinascita di Savino

Le recensioni sulla Comunità Narconon Il Gabbiano di chi ha svolto e portato a termine il Programma Narconon permettono di capire cosa significa liberarsi dalla tossicodipendenza e dall'alcolismo.
Queste sono le parole di Savino che, grazie al percorso di recupero svolto presso la Comunità Narconon Il Gabbiano, racconta com’è cambiata in meglio la sua vita dopo aver risolto il suo problema di tossicodipendenza.
“Ciao, mi chiamo Savino e grazie al [...]

Continua a leggere

Commenti sulla Comunità Narconon Il Gabbiano: il Racconto di Francesca

I commenti sulla Comunità Narconon Il Gabbiano di chi ha terminato il programma di disintossicazione e riabilitazione dalla dipendenza da droga e alcool, dimostrano che esiste una valida soluzione per risolvere un problema di tossicodipendenza o alcolismo.
Questa è la storia di Francesca che racconta come ha vinto la sua battaglia contro la dipendenza da droga e alcool e com’è cambiata in meglio la sua vita.
“Ciao a tutti, io mi chiamo Francesca [...]

Continua a leggere