Economia e Lavoro

Compressore: l’importanza della manutenzione dei motori

Al fine di mantenere i compressori alle massime prestazioni, la manutenzione dei suoi componenti specifici è fondamentale. Per non parlare di una corretta manutenzione che consente di far funzionare le parti in modo sicuro e affidabile, contribuendo a ridurre i costi operativi e migliorare l'efficienza.

Ecco i due aspetti più importanti della manutenzione del motore, secondo gli esperti Atlas Copco:

  1. Lubrificazione. Tanta lubrificazione può essere dannosa quanto una lubrificazione insufficiente, che può ovviamente causare un guasto prematuro del motore. Un motore deve essere lubrificato secondo le specifiche del produttore e in base alle ore di funzionamento e alla velocità del motore annuali. Su un motore con raccordi per grasso per cuscinetti, il primo passo è pulire il raccordo per grasso e rimuovere il tappo di scarico. È necessario aggiungere un nuovo grasso di alta qualità e il motore dovrebbe funzionare per circa un'ora prima che il tappo di scarico venga sostituito. Questo processo consente di eliminare il grasso di accesso dal motore senza far cadere gli avvolgimenti e danneggiarli.
  2. Pulizia. I motori devono dissipare il calore. Pertanto, è importante mantenere tutti i passaggi dell'aria puliti e privi di ostruzioni. Per un motore chiuso (TEFC), è fondamentale che le alette di raffreddamento siano tenute libere da detriti. Uno scarso raffreddamento del motore può aumentare la temperatura del motore e la resistenza dell'avvolgimento, riducendo la durata del motore e aumentando il consumo di energia.

I motori elettrici che utilizzano cinghie trapezoidali richiedono anche una manutenzione periodica per garantire che la tensione sia corretta. Le cinghie strette possono infatti portare a un'eccessiva usura dei cuscinetti e le cinghie allentate possono scivolare sulle pulegge, con conseguente spreco di energia. Durante il normale funzionamento, le cinghie si allungano e si logorano, causandone la necessità di regolazione. Come regola generale, è necessario regolare le cinghie dopo ogni circa 400 ore di funzionamento.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Lavorare come Investigatore

I passaggi per diventare investigatore privato

Se sei qui, è perché ti stai chiedendo come diventare un Investigatore Privato , ecco le risposte che cercavi.
Come in tutti i settori lavorativi, bisogna aver compiuto un percorso specifico di studi per diventare un detective, oltre che aver ottenuto una licenza che ti autorizzi ad eseguire indagini per conto di clienti privati.
Di seguito i passaggi necessari per diventare un Investigatore Privato Roma.
  I passaggi per diventare investigatore [...]

Continua a leggere

Aria compressa: piccola azienda, grande spesa

Sembra paradossale, ma quando si parla di aria compressa spesso le piccole aziende spendono molto di più di quelle di grande dimensione. Perchè? E soprattutto: si può cambiare rotta?

La situazione nel nostro Paese Molte aziende ancora oggi devono fare i conti con bollette davvero onerose.
Sebbene infatti il tessuto economico del nostro Paese sia formato perlopiù da imprese di piccole dimensioni, non possiamo dire che i loro consumi rispecchino le loro dimensioni.
Non solo: sembra che oltre il 50% dei loro consumi sia rappresentanto dall’elettricità.
Una spesa senz’altro elevata e che in proporzione supera quello relativo alle [...]

Continua a leggere

Il lavoro di un Investigatore Privato?

In cosa consiste...

In cosa consiste il lavoro di un Investigatore Privato? Oggi andremo a vedere di cosa si occupa un’investigatore Privato e come svolge la sua professione, un’investigatore privato è colui che si mette a disposizione di un privato o di un’azienda per risolvere dubbi che possono essere l’infedeltà del proprio partner, il bullismo od il contro giovani, per quanto riguarda l’ambito del privato mentre i servizi svolti per le aziende sono molteplici co [...]

Continua a leggere