Economia e Lavoro > Professioni

Consigli per scegliere la calcolatrice

Scegliere la calcolatrice giusta: ecco dei consigli.
Il primo di tutti i consigli che potrebbe permettervi di comprare una calcolatrice di alta qualità prevede che abbiate le idee chiare. Difatti, la vostra ricerca sarebbe molto diversa in relazione alla calcolatrice di cui avete necessità. Se, per esempio, volete una calcolatrice scientifica da utilizzare all'università, dovrete fondare la vostra ricerca su alcuni criteri. D'altro canto, qualora aveste il bisogno di una calcolatrice comune, senza molte opzioni, ma facile e chiara da utilizzare, la vostra ricerca immediatamente diventerebbe più semplice. Una volta chiarite le idee, si può subito passare alla ricerca della giusta calcolatrice. Innanzitutto bisogna prendere in considerazione la dimensione della stessa. Le calcolatrici tascabili hanno il vantaggio di poter essere trasportate praticamente ovunque. D'altro canto, però, utilizzarle non è così semplice come potrebbe sembrare a prima vista.

Soprattutto le persone con una vista debole avranno molti problemi a trovare i testi e vedere i risultati su uno schermo molto piccoli. Una calcolatrice grande avrà un grande display, ma anche sotto questo punto di vista vi è un soldi problema: le grandi calcolatrici non possono essere trasportate con facilità. Tali dispositivi, quindi, è meglio lasciare sulla scrivani dell'ufficio, oppure in un posto sicuro per riprendere a utilizzarli il giorno dopo. Una volta scelta la dimensione, si può passare alla scelta del brand. Le calcolatrici, del resto, sono tante. Vengono prodotti da produttori internazionali e nazionali, e trovandosi dinnanzi a una così vasta gamma di scelta non resta che scegliere la calcolatrice giusta. Si consiglia di acquistare le calcolatrici di marchi rinomati e famosi nel mondo, in quanto nella maggior parte dei casi questi sono dei sinonimi di garanzia e qualità. Certamente, le calcolatrici di produttori famosi potrebbe costare di più, ma vale sicuramente spendere un po' di più per avere a portata di mano una calcolatrice migliore.

Selezionato il marchio e la dimensione, non resta che trovare il modello giusto. Come è già stato spiegato precedentemente, i marchi sono tanti e i modelli ancor di più. Una stessa azienda può produrre sia calcolatrici basilari, che calcolatrici scientifiche, e bisogna prestare attenzione a scegliere quella giusta. Anche in questo aspetto, come in quelli precedenti, bisogna tenere ben a mente l'uso che se ne farà. Per dei calcoli di base non servono i tasti delle derivate o degli integrali. D'altro canto, all'università utilizzare una calcolatrice di questo genere sarebbe d'obbligo. In ogni caso, durante la scelta della calcolatrice potrete consultarvi anche con il rivenditore. Quasi sempre questi conosce dei dettagli fondamentali che potrebbero aiutarvi nella scelta.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Rifiuti Tecnologici una Miniera d'Oro in Crescita Costante

Il riciclo oro dai rifiuti tecnologici può essere un'importante opportunità per la creazione di ricchezza e posti di lavoro

Il riciclo dei rifiuti tecnologici può essere un'importante opportunità per la creazione di ricchezza e posti di lavoro, parallelamente ai classici rifiuti che riempiano le discariche ci  sono altri materiali che tutt'altro devono essere considerati che immondizia priva di valore.
Per quanto riguarda i rifiuti tecnologici questi sono composti da oro e metalli rari e preziosi, tanto da far assomigliare questa tipologia di rifiuti a come vere e pro [...]

Continua a leggere

Chi aiuta il datore di lavoro a garantire la sicurezza?

Rspp e servizio di prevenzione e protezione

Il datore di lavoro, servendosi del servizio di prevenzione e protezione-SPP esterno che lo supporta nella valutazione dei rischi lavorativi, non ha un obbligo formativo specifico in materia di salute e sicurezza sul lavoro.
L’obbligo sorge solo nel caso in cui è consentito allo stesso di svolgere internamente i compiti del SPP.
In particolare, per gli studi professionali, il monte ore della formazione del datore di lavoro-RSPP è di 16 ore, con u [...]

Continua a leggere

Food Logistics Manager nella ristorazione: i professionisti del settore

Ottimizzare l’approvvigionamento di ristoranti e punti vendita di generi alimentari è un lavoro che richiede spiccate competenze, come quelle del Food Logistics Manager.

Ogni giorno centinaia di tonnellate di materie prime alimentari vengono spostate da una parte all’altra del pianeta per raggiungere luoghi di trasformazione, punti vendita e ristoranti.
L’approvvigionamento dei prodotti alimentari richiede un elevato numero di competenze: merceologiche, economiche, geografiche, produttive e commerciali.
Garantire al ristorante o al punto vendita una disponibilità di prodotto adeguata e condizioni economiche soste [...]

Continua a leggere