Edilizia e Costruzioni

Consigli utili per scegliere il gazebo in legno

E' meraviglioso godersi la brezza estiva all'ombra di un bel gazebo in legno, ma come scegliere quello più adatto? Ecco alcuni consigli utili per scegliere il gazebo.

Perchè in legno

A differenza di quelli in metallo è sempre attuale, crea un'atmosfera rustica, accogliente e dona un po' di ombra in quei giardini che non hanno piante di grosse dimensioni. Può durare decenni ed essere abbellito facendovi arrampicare un roseto dai colori vivaci o altre piante. L'insieme godrà di un fascino senza tempo, poichè la naturalezza del legno si adatta ad ogni contensto in cui viene installato. 

Dimensioni del gazebo

Esistono in commercio strutture di ogni forma e dimensione, dal classico pergolato rettangolare alle più complesse costruzioni ottagonali. In base all'impiego cui si vuole destinare e allo spazio disponibile è necessario scegliere accuratamente le dimensioni. Per un uso quotidiano di poche persone un gazebo da tre metri per due sarà sufficiente, ma se l'idea è quella di invitare spesso amici e parenti per deliziosi banchetti all'aperto è preferibile optare per qualcosa di più grande. Dunque è bene prendere le misure e valutare le dimensioni tenendo conto anche dello scopo cui andrà destinato.

Tipo di legno

La scelta del legno è fondamentale. Molti gazebi sono fatti in abete, altri in pino. Questi materiali, seppur trattati a dovere, con le intemperie finiranno per deteriorarsi e marcire in alcuni anni. Se l'idea è quella di creare un'angolo di giardino che resterà intatto a lungo, un consiglio che può rivelarsi utile è quello di scegliere il larice.
Pur costando di più, la struttura resisterà molto più a lungo agli agenti atmosferici.
Il larice, viste le sue virtù, è il materiale di cui sono fatte le traversine delle ferrovie e molte case di montagna, costruzioni fatte per durare.

Tetto o telone


In un giardino fiorito un gazebo con tettoia in coppi rossi, invecchiati dal tempo, è romantico, dona un'aura di magia all'intero ambiente. Di contro, questa soluzione risulta essere piuttosto costosa ed appesantisce l'intera struttura, rendendo necessario fissare bene i piantoni su piastre di cemento.
Anche un telone in pvc o altri materiali sintetici può comunque essere bello da vedere e funzionale. Il costo è molto più basso rispetto al tetto in tegole, cosa importante da considerare. Inoltre il peso complessivo del tendone sarà minore e l'ancoraggio a terra meno impegnativo.
La durevolezza nel tempo è determinata dalla grammatura del materiale al metro quadro: più è pesante, maggiore sarà la sua resistenza alle intemperie. Nel caso dei teloni è dunque buona norma sceglierne uno di buona qualità per evitare che piova all'interno.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Le scaffalature antisismiche di Dalmine LS

Negli ultimi anni abbiamo assistito a numerosi eventi sismici, alcuni dalle conseguenze disastrose per l’uomo, la sua vita e le sue attività.
Ne sono un chiaro esempio quelli de L’Aquila e dell’Emilia Romagna, due zone enormemente colpite da terremoti improvvisi a cui abbiamo solo potuto assistere impotenti.
Queste tristi circostanze hanno portato all’attenzione della collettività quanto sia importante cercare di prevenire e limitare i danni per [...]

Continua a leggere

Tutto ciò che occorre sapere sulle scaffalature antisismiche

Stai pensando di installare una scaffalatura antisismica all’interno del tuo magazzino? Ecco alcune domande e risposte per fare chiarezza in materia.

Prima di iniziare è giusto sottolineare come i grandi eventi sismici (L’Aquila e l’Emilia Romagna su tutti) abbiano portato l’attenzione sul fenomeno della prevenzione e della limitazione dei danni in abitazioni, edifici e aziende.
Che differenza c’è tra le scaffalature tradizionali e quelle antisismiche? La differenza tra un sistema di scaffalatura tradizionale e una scaffalatura antisismica risiede nella progettazione, in cui vengono considerat [...]

Continua a leggere

Idroedil Piscine

Realizzazione Piscine a Roma

La nostra vita trascorre per la maggior parte in spazi interni, che, secondo una moltitudine di studi scientifici, riducono la salute e il benessere generale dell'individuo.
Tuttavia non va sottovalutata la routine dell'uomo moderno, i cui ritmi lavorativi generalmente non consentono spostamenti frequenti né tantomeno di trascorrere porzioni abbondanti di tempo libero all'aria aperta, essenziale per il mantenimento di una vita sana e una corretta [...]

Continua a leggere