Edilizia e Costruzioni

Cos’è una scaffalatura cantilever e a cosa serve

La scaffalatura cantilever è la soluzione ideale per i magazzini che devono stoccare oggetti lunghi e pesanti.

Chi ha un magazzino e deve stoccare merci lunghe e pesanti si sarà sentito proporre una scaffalatura cantilever. Di cosa si tratta esattamente? Di una struttura in acciaio molto salda e resistente, pensata appositamente per tubi, tavole, profilati, lamiere, matasse e travi.

Questa scaffalatura, infatti, permette una perfetta sistemazione orizzontale, grazie ai suoi bracci, sui quali i carrelli elevatori possono caricare la merce.

L’altro grosso vantaggio è dato dalla possibilità di utilizzare la struttura sia all’esterno che all’interno, una comodità non indifferente per le logiche dell’edilizia.

 

Capacità di carico

Dal momento che i materiali stoccati possono avere un peso diverso, a seconda del materiale di cui sono composti, la scaffalatura cantilever può essere montata in versione leggera o pesante, a seconda delle esigenze.

Generalmente, il limite di carico è di 8 tonnellate per lato.

 

Tipologie

Una scaffalatura cantilever può essere:

  • Monofronte, ossia con un solo lato. Viene installata al muro, ottimizzando l’uso degli spazi. Può essere spostata.
     
  • Bifronte, ossia con due lati. Questa versione è consigliata per occupare gli spazi centrali del magazzino.
     

In sostanza, questa struttura si presenta come estremamente versatile e resistente, ideale per recuperare spazio all'interno del magazzino e per facilitare lo stoccaggio e la movimentazione di merci generalmente scomode e ingombranti.

Le scaffalature cantilever di Dalmine LS

Dalmine LS, azienda specializzata nella realizzazione di supporti per la logistica, fornisce una linea di scaffalatura cantilever altamente versatili e caratterizzate da:

 - colonne con altezze da 2.025 a 6.000 mm;

- bracci in acciaio verniciato, con profondità da 400 a 1.500 mm;

- possibilità di avere configurazioni mono e bi-fronti;

- interasse standard delle colonne da 750 a 2.000 mm;

- passo regolabile in altezza di 75 o 100 mm;

- possibilità di inserire degli stop sui bracci per prevenire la caduta accidentale del carico


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Impianto elettrico industriale: cosa devi sapere

Gli impianti elettrici industriali sono impianti più complessi rispetto a quelli civili (o residenziali). Vediamo le differenze e come devono essere realizzati!

Gli impianti elettrici industriali sono impianti leggermente più complessi rispetto a quelli civili (o residenziali).
Ciò si deve in parte al funzionamento di macchinari complessi presenti nell’azienda e in parte al fatto che devono essere progettati e realizzati secondo norme più rigide rispetto agli impianti elettrici di un’abitazione.
Come per qualunque intervento pensato per durare a lungo e realizzato in totale sicurezza, anche per gli impia [...]

Continua a leggere

I principali legni utilizzati per porte e serramenti

Casa nuova? Necessità di rinnovare? Tra i dilemmi più ricorrenti uno riguarda il materiale da utilizzare per la realizzazione di porte e serramenti.
Qualora li vogliate di legno, si apre dinanzi ai vostri occhi un'infinità di alternative.
Esaminiamo ora nel dettaglio alcune tra le tipologie più comuni e consigliate.
  Il legno di castagno Il castagno è una pianta arborea dalla cima rigogliosa e tondeggiante: la sua altezza varia dai 10 ai 30 metr [...]

Continua a leggere

Fonderie Evolution

Stampi Pressofusione Alluminio ad Ancona

Fonderie Evolution è un’azienda impegnata nel settore degli stampi pressofusione alluminio e pressofusione leghe leggere con sede a Castelfidardo, in provincia di Ancona.
Questa importante realtà del settore ha maturato grande esperienza in questo ambito ed è in grado di soddisfare in maniera efficace le necessità individuali dei clienti tramite la progettazione e realizzazione di stampi pressofusione di grande qualità, perfetti per realizzare og [...]

Continua a leggere