Salute e Benessere > Medicina

Cosa è l'acufene?

Sintomi e tipologie

L'acufene è un fastidioso brusio che alcune persone avvertono all’interno dell’orecchio. La persona interessata avverte dei suoni che non provengono dunque da una fonte esterna, e che possono presentarsi in molte forme: fruscii, sibili o ronzii, per esempio. Il suono può anche essere ad alta o bassa frequenza, continuo o intermittente, forte o appena percettibile.

A volte l’acufene può essere “pulsante”, come un battito cardiaco - mentre in altri casi esso è piuttosto continuo. È importante precisare che l'acufene non è una malattia ma un sintomo, che scompare nel tempo. Ma come possiamo proteggerci da un acufene? E qual è il suo impatto sulla nostra vita quotidiana? Quanto dura un acufene?

Per rispondere a queste domande diciamo che un acufene può manifestarsi molto velocemente e scomparire subito dopo (ad esempio dopo un concerto rumoroso), ma può anche persistere per diversi mesi o addirittura per tutta la vita. In questo caso, parliamo di "acufene cronico". In genere, ci sono tre categorie di acufene:

  • Entro i 3 mesi: acufene acuto
  • Da 3 a 12 mesi: acufene subacuto
  • Più di 12 mesi: acufene cronico

L'acufene è pericoloso?

Le conseguenze dell'acufene sulla qualità della vita del paziente possono essere varie. Tutto dipende da come la persona avverte questi fastidiosi suoni: 

  • L'acufene compensato è appena percettibile per le persone che ne sono interessate, in quanto il ronzio è spesso mascherato.
  • L'acufene scompensato causa invece un alto stress psicologico a lungo termine. La paura dell'aggravamento e dell'isolamento sociale sono problematiche annesse che spesso accompagnano il paziente. Inoltre l'acufene scompensato può anche essere causa di ipersensibilità ai rumori più comuni (iperacusia).

Acufene Clinic opera nel settore per consentire a quanti interessati da questa sintomatica di riuscire a ridurne l’impatto e migliorare la qualità della vita. Sul sito acufeneclinic.it è possibile trovare diverse informazioni al riguardo e le risposte alle domande più comuni.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Le fratture ossee

Cosa sono e come curarle

Quando si parla di frattura bisogna specificare alcune cose fondamentali come ad esempio se sono di origine traumatica o patologica ( cioè spontanea).
Le Fratture dette in parole povere non sono altro che una interruzione della struttura dell’osso.
La frattura in caso di un evento traumatico, come per esempio un incedente, si ha quando si superano i limiti di resistenza della parte ossea coinvolta.
In ogni caso c’è da considerare il fattore età, [...]

Continua a leggere

Come combattere l’ansia con l’aiuto dello psicologo

Serena Riboni piscologa Parma

La parola ansia spesso viene utilizzata tantissimo per definire uno stato di apprensione, ad esempio quando attendiamo un risultato o nel momento in cui dobbiamo fare qualcosa di importante che appunto ci crea uno stato importante di tensione.
L’ansia però può diventare una sensazione pericolosa e da non sottovalutare, specie nel momento in cui questa si presenta con una costanza che porta a subire anche delle problematiche fisiche e psicologiche [...]

Continua a leggere

La vasectomia

Cosa è e come funziona la vasectomia

La vasectomia è un metodo di sterilizzazione maschile, la più efficace in assoluto. Si tratta di un'operazione che comporta il taglio e il blocco dei condotti deferenti che trasportano lo sperma dai testicoli.
Viene eseguito in anestesia locale nell'ambulatorio dello specialista e dura circa 10 minuti.
Questa tecnica innovativa che utilizza un ago delle dimensioni di un capello riduce il dolore e l'ansia associati al dolore, e per questo i tempi [...]

Continua a leggere