Servizi

Cosa fare per diventare dj

Le persone si dividono in due categorie: chi ama ballare e chi ama far ballare. Se appartenete alla seconda, il lavoro dei vostri sogni potrebbe essere il dj. Lavorare con la musica, ballare e far ballare, passare le notti in discoteca: cosa chiedere di meglio? Ma non è facile diventare dj, Roma e i suoi locali ne sono pieni. Cosa fare quindi per farsi notare? Ecco i passaggi chiave.

Le attrezzature

Senza, non si va da nessuna parte. E’ quindi necessario spendere qualche soldo, anche scegliendo le attrezzature più economiche o più essenziali. Non possono mancare: casse, cuffie, due lettori cd, mixer.
Essenziale sarà poi possedere un pacchetto di software per il mixaggio. Per i principianti, è consigliabile utilizzare Ableton: i controller sono infatti collegati attraverso un cavo USB. Per risparmiare, potete risparmiare sui piatti, comprandoli anche usati. Il mixer invece deve essere nuovo.
Studiate la musica: dovrete sapere tutto! Informatevi sugli ultimi successi, sui brani più scaricati da Internet, sulle classifiche italiane ed internazionali. Solo con una conoscenza a 360° potrete offrire qualcosa di unico!
 

Capire la musica

Dovrete imparare a contare i BPM dei brani. Molti software lo fanno in automatico, ma è importante che siate in grado di farlo da soli. Le parti delle canzoni che dovrete mixare sono quelle in cui non è presente la voce, quindi soprattutto l’inizio e la fine. Imparatele a memoria, studiate i tempi, le durate e le velocità.
La grande abilità dei dj è la transizione tra le canzoni. Quando la prima canzone sfuma, trasformandosi nella seconda, deve farlo in modo fluido, morbido, senza interruzioni: le persone non devono smettere di ballare!

La professionalità

Il dj non è solo qualcuno che mette il disco: deve capire cosa vuole il pubblico, capire i gusti, prevedere i successi o i disastri. Solo molta esperienza vi porterà ad essere un vero professionista! Arriverà un momento in cui dovrete decidere se specializzarvi in un determinato tipo di musica oppure fare i gusti della massa.
Comunque, la regola più importane di tutte è amare la musica. Tutto il resto è questione di pratica!


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

6 consigli per evitare lo stress del viaggio e godersi le tanto meritate vacanze

È stato un anno particolarmente stancante e avete deciso di riprendere fiato e partire per un viaggio insieme alla volta della Capitale romana?

Partire insieme per una vacanza potrà essere una delle esperienze più belle o più terrificanti della vostra vita, poiché spesso e volentieri un viaggio può risultare stancante e stressante, ed ecco un vademecum per evitare che torniate più stanchi e stressati di prima.
1) Fare una to do list del viaggio Riservate un’ora del vostro tempo per pensare a tutto quello di cui avrete bisogno di preparare prima della partenza.
Lasciate una copia della li [...]

Continua a leggere

Come riconoscere un buon servizio di assistenza informatica

Il servizio di assistenza informatica è il principale alleato delle aziende contro i guasti e gli imprevisti. Ecco perché deve essere scelto con cura.

Sono le 17:50 di venerdì sera, stai per stampare l’ultimo report da presentare al capo e… nessuna stampa.
La macchina è guasta.
E allora, chi chiamerai? No, non gli acchiappa fantasmi, più probabilmente l’assistenza informatica, tuo angelo custode telefonico.
Ma in situazioni come queste, di stress e frustrazione, l’ultima cosa che vuoi è che la persona all’altro capo del telefono non prenda con la giusta serietà il tuo problema.
E fidati, se non [...]

Continua a leggere

Come scegliere l’abbigliamento promozionale migliore per la vostra azienda

L’abbigliamento promozionale dice tanto dell’immagine dell’azienda e deve essere scelto con attenzione.

L’abito non fa il monaco… a parte quando si parla di abbigliamento promozionale! Eh già, perché sia che si tratti dell’outfit dei vostri standisti, sia che si tratti di omaggi per i vostri clienti, l’ultima cosa che potete permettervi è che il vostro logo sia su indumenti brutti o che non rappresentano lo spirito dell’azienda.
   Pensate alle persone che indossano i vostri articoli promozionali come a tanti testimonial: loro porteranno in giro il [...]

Continua a leggere