Servizi

Cosa sono le urne biologiche

Il lutto è sempre un evento traumatico, il tempo solitamente sana tutte le ferite, ma ci sono anche altre cose che possono portare un sollievo nel cuore delle persone che restano. Per molti il conforto della fede è di grande aiuto, il conforto nel credere in una qualsiasi forma di continuità della vita sotto altre forme – come una sorta di “samsara” buddista, una reincarnazione o anche una vera e propria resurrezione – è per alcuni una possibile “realtà”. Le urne biologiche appartengono a questa realtà, perché sono biodegradabili e al loro interno è possibile riporre un seme di un albero che vi crescerà al suo interno. L’idea nasce in Spagna, ma è stata adottata anche in molte grandi città italiane come Roma: ora è possibile allestire funerali a Roma, chiedendo per il proprio caro estinto questa opportunità.

In cosa consiste l’urna biologica

La pratica è classificabile come una tipologia di sepoltura ecologica o – con il termine inglese “green burials” – per quanti prediligono la formula della cremazione o dell’ “acquamazione” e possono tumulare il caro estinto direttamente nella nuda terra.
A seguito della riduzione in cenere del corpo del defunto, queste ultime vengono riposte in particolari urne composte di cellulosa, torba, gusci di cocco e altri materiali biodegradabili. All’interno dell’urna con le ceneri si ripone il “seme” di una pianta particolarmente cara a noi o al defunto o che in qualche modo ce lo ricorda. Il seme utilizzerà le ceneri come humus per attecchire e l’urna stessa biodegradabile fornirà i nutrienti per far nascere la pianta.
L’idea che dalla morte possa nascere nuova vita, un albero forte e longevo, una pianta carica di significati è consolatorio per chiunque, per quanto l’idea possa suscitare qualche remora. È, indubbiamente, una pratica eco-sostenibile che contribuisce anche al ciclo vitale del nostro Pianeta. Come diceva Eraclito: «tutto cambia, tutto si trasforma, ma nulla si distrugge» e in fondo non facciamo altro che camminare letteralmente sulle orme di chi ci ha preceduto.

Per quanto sia pittoresco o romantico, la pratica delle sepolture “ecologiche” in Italia devono, comunque, sottostare alle normative vigenti, in particolar modo la cremazione deve essere espressa chiaramente dal defunto in un testamento o palesemente conclamato in più occasioni e in presenza di testimoni, inoltre la dispersione delle ceneri in natura ha regolamenti diversi in base al comune di appartenenza.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

AZannunci.it

Il portale di annunci gratuiti

AZannunci.it è il portale di annunci gratuiti facile ed intuitivo, grazie al quale puoi trovare i prodotti che desideri a prezzi da vero affare.
Perché infatti, acquistare a prezzo pieno ciò che puoi avere pagando molto meno? Tutto quel che devi fare è visionare la categoria merceologica di riferimento e scorrere tra i tantissimi annunci presenti alla ricerca di quel determinato oggetto che cerchi ormai da tempo.
Individuata l’inserzione che pens [...]

Continua a leggere

Idee Regalo Club

Fai regali veramente azzeccati!

Fare un regalo ad una persona speciale è spesso motivo di stress, soprattutto quando scegliere qualcosa che sia veramente adatto e gradito si rivela una operazione particolarmente difficile.
Oggi infatti ognuno di noi ha davvero di tutto, e riuscire ad individuare un prodotto che possa rivelarsi realmente utile è veramente una ricerca che può diventare più lunga del previsto.
Il sito Idee Regalo Club offre un valido aiuto a tutti coloro che hanno [...]

Continua a leggere

Biglietti da visita grezzi

Chi lavora in proprio o ha un'attività imprenditoriale oppure un libero professionista, sa bene l'importanza dei biglietti da visita da stampare per aumentare il flusso di clienti per la propria attività.
Su di essi infatti viene scritto il nome del professionista o dell'azienda, l'indirizzo, il sito web, la mail e la p.iva ove presente, e spesso viene stampato il logo per riconoscere subito un dato marchio di un'azienda.
Funzione dei biglietti d [...]

Continua a leggere