Servizi

Cosa sono le urne biologiche

Il lutto è sempre un evento traumatico, il tempo solitamente sana tutte le ferite, ma ci sono anche altre cose che possono portare un sollievo nel cuore delle persone che restano. Per molti il conforto della fede è di grande aiuto, il conforto nel credere in una qualsiasi forma di continuità della vita sotto altre forme – come una sorta di “samsara” buddista, una reincarnazione o anche una vera e propria resurrezione – è per alcuni una possibile “realtà”. Le urne biologiche appartengono a questa realtà, perché sono biodegradabili e al loro interno è possibile riporre un seme di un albero che vi crescerà al suo interno. L’idea nasce in Spagna, ma è stata adottata anche in molte grandi città italiane come Roma: ora è possibile allestire funerali a Roma, chiedendo per il proprio caro estinto questa opportunità.

In cosa consiste l’urna biologica

La pratica è classificabile come una tipologia di sepoltura ecologica o – con il termine inglese “green burials” – per quanti prediligono la formula della cremazione o dell’ “acquamazione” e possono tumulare il caro estinto direttamente nella nuda terra.
A seguito della riduzione in cenere del corpo del defunto, queste ultime vengono riposte in particolari urne composte di cellulosa, torba, gusci di cocco e altri materiali biodegradabili. All’interno dell’urna con le ceneri si ripone il “seme” di una pianta particolarmente cara a noi o al defunto o che in qualche modo ce lo ricorda. Il seme utilizzerà le ceneri come humus per attecchire e l’urna stessa biodegradabile fornirà i nutrienti per far nascere la pianta.
L’idea che dalla morte possa nascere nuova vita, un albero forte e longevo, una pianta carica di significati è consolatorio per chiunque, per quanto l’idea possa suscitare qualche remora. È, indubbiamente, una pratica eco-sostenibile che contribuisce anche al ciclo vitale del nostro Pianeta. Come diceva Eraclito: «tutto cambia, tutto si trasforma, ma nulla si distrugge» e in fondo non facciamo altro che camminare letteralmente sulle orme di chi ci ha preceduto.

Per quanto sia pittoresco o romantico, la pratica delle sepolture “ecologiche” in Italia devono, comunque, sottostare alle normative vigenti, in particolar modo la cremazione deve essere espressa chiaramente dal defunto in un testamento o palesemente conclamato in più occasioni e in presenza di testimoni, inoltre la dispersione delle ceneri in natura ha regolamenti diversi in base al comune di appartenenza.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Piegatura lamiere: glossario dei termini

Quando parliamo di piegatura lamiere intendiamo un processo tra i più diffusi che permette di deformare fisicamente un materiale a proprio piacimento.
Per svolgere questa operazione si utilizzano strumenti che permettono di realizzare, nella gran parte dei casi, deformazioni permanenti, creando forme semplici o complesse a seconda delle esigenze.
Accanto a tipologie di lavorazione lamiera come stampaggio, coniatura e imbutitura, la piegatura dell [...]

Continua a leggere

Stegip 4 Communication

La Promozione con gli oggetti

Quando si decide di aprire un business è molto importante che i clienti inizino a familiarizzare con i vostri prodotti/servizi e a fidarsi degli stessi magari provandone l’efficacia.
Discorso ancora più importante è quando devi farti conoscere e farti strada tra brand più forti e affermati di te.
Lì è ancora più importante far provare ai clienti i tuoi prodotti Ovviamente la concorrenza spietata e la voglia di emergere sono i fattori che gli impr [...]

Continua a leggere

Outsourcing della logistica di magazzino: perché e come farlo

L’outsourcing della logistica di magazzino è una soluzione che può permettere alle aziende di migliorare il servizio e, allo stesso tempo, di risparmiare tempo e risorse.

Anche se la logistica di magazzino è una delle attività cruciali all’interno della supply chain, spesso, le aziende che devono ricorrervi non hanno le competenze o le risorse per poterla sviluppare in maniera adeguata, rischiando di compromettere la qualità del proprio operato.
  Fortunatamente, attraverso l’outsourcing (o esternalizzazione), è possibile affidare questo compito a terzi, affinché si occupino di ogni aspetto relativo ad esso, appli [...]

Continua a leggere