Economia e Lavoro > Finanza

Costituzione di una società in Romania

Tempi e costi notevolmente inferiori rispetto l'Italia

La costituzione società in Romania è una pratica decisamente più rapida e semplice rispetto ciò che siamo abituati a pensare in Italia: la burocrazia in Romania è infatti più snella ed evita all’imprenditore lungaggini legate alla produzione di inutili documenti, così come il dover far fronte a tasse eccessive. È sufficiente infatti recarsi presso uno studio commercialista e fornire un documento d’identità in corso di validità, un indirizzo di posta elettronica, il codice Caen e qualche proposta per la denominazione della società. Il commercialista, raccolte tutte le informazioni, si occuperà di elaborare l’atto costitutivo della società, riservare la denominazione d’impresa e produrre la documentazione da firmare. Già il giorno seguente l’ottenimento degli atti è possibile recarsi presso lo studio di un notaio per sottoscrivere lo statuto della società. Ultimate le procedure presso lo studio notarile sarà necessario recarsi in banca e qui depositare il capitale sociale, ovvero sole 60€ (si, hai capito bene, soltanto 60€).

È preferibile farsi accompagnare da un interprete professionista che possa tradurre per noi in italiano in tempo reale tutto ciò che riguarda le pratiche da espletare, con particolare riferimento a quelle dell’ufficio notarile e della banca. Ad ogni modo, tra l’uno e l’altro bisogna considerare che si perderanno non più di due ore, veramente un arco di tempo impensabile se paragonato a quel che succede in Italia quando si prova a costituire una nuova società. Fatto ciò, non rimane altro da fare che depositare la documentazione e attendere una decina di giorni prima che la società sia pronta ad iniziare le sue attività. Esistono addirittura dei servizi pensati appositamente per coloro che hanno necessità di abbreviare ulteriormente i tempi, e garantiscono l’espletamento di tutte le pratiche in soli 3 giorni. Il titolare dovrà solamente recarsi in banca per ritirare le carte di credito ed i codici relativi all’internet banking.
 


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Risparmio gestito, l'Italia conferma un trend in crescita

Nel primo trimestre del 2019 la raccolta ha toccato nuovo massimo storico a 2.161 miliardi

Gli italiani sono un popolo di risparmiatori, ma se si presenta l'occasione di investire preferiscono affidarsi ai professionisti del settore.
E' questo il quadro che emerge dall'ultima indagine di Assogestioni, che ha evidenziato un nuovo record assoluto di raccolta per il risparmio gestito.
Risparmio gestito, gli ultimi report Secondo gli ultimi dati infatti, alla fine del mese di marzo il risparmio gestito italiano è giunto a 2.161 miliardi di [...]

Continua a leggere

Valute digitali, UE e Fisco italiano non sono d'accordo su come tassarle

La legge italiana è ancora molto lacunosa riguardo al trattamento fiscale delle crypto-plusvalenze

Quando il mondo della finanza apre a nuovi strumenti, anche il Fisco si muove per capire se e come applicare imposte e tasse.
Non c'è dubbio che nell'ultimo anno mezzo, l'elemento nuovo nel panorama finanziario siano state le valute digitali.
Ma se uno decidesse di investire in quest ambito e ottenesse un guadagno, va tassato? Le "non" valute digitali Bisogna sottolineare subito che il quadro normativo in Italia è zeppo di lacune e incertezze, pr [...]

Continua a leggere

La piattaforma cloud - L’innovazione che porta commercialista e cliente in un solo gestionale

La piattaforma cloud commercialista è la soluzione gestionale che mette in condivisione i dati tra l’azienda e il commercialista – Sai come funziona?

Con la piattaforma cloud commercialista rivoluzioni il tuo rapporto con il commercialista, perché ti consente di dedicare maggior tempo al tuo business e lasciare al commercialista tutte le noie amministrative L’obbligo della fatturazione elettronica ha dato l’avvio ad un’opera di aggiornamento di tutta l’attività contabile dell’impresa e, con la piattaforma in cloud, puoi fare un ulteriore balzo in avanti, perché la piattaforma in cloud consente [...]

Continua a leggere