Cucina > Cibi

Dall'Emilia al mondo: il prosciutto di Parma

Dall’Emilia al mondo: il prosciutto di Parma

 

Tutelato da un apposito Consorzio e insignito nel 1996 del riconoscimento DOP (Denominazione di Origine Protetta), il prosciutto crudo di Parma è un’eccellenza del made in Italy a livello mondiale. Esportato in molti Paesi, questo insaccato dal basso contenuto calorico viene prodotto da circa 150 aziende nelle Terre matildiche (dal nome della loro storica governatrice, la contessa Matilde di Canossa), in un’area situata circa 5 km a sud del capoluogo ducale e delimitata dai torrenti Enza e Stirone.

 

Riconoscibile dal caratteristico contrassegno, un marchio a forma di corona impresso a fuoco su ogni pezzo, questo prosciutto è realizzato soltanto con carne suina e sale, senza additivi o conservanti; anche affumicatura e congelamento non sono permessi. Grazie a un processo di stagionatura di almeno 12 mesi questo salume mantiene il colore rosso naturale e conserva il suo sapore, dolce se confrontato con quello di altre varietà. Per verificare la qualità del prodotto, al termine di questo periodo di riposo, si effettua un “sondaggio” utilizzando il tradizionale ago ricavato dall’osso di cavallo.

 

Perfetto per essere mangiato da solo o con una fetta di pane casereccio, questo prosciutto può essere impiegato per la realizzazione di antipasti estivi freschi, in abbinamento con il melone, o per il ripieno degli altrettanto famosi tortellini emiliani. Per quanto riguarda il vino, questo insaccato dà il meglio o con un rosso frizzante (Lambrusco) o con un bianco (Malvasia su tutti).

 

Consigli

Per gustare in maniera ottimale questa prelibatezza gastronomica emiliana occorre tagliare il prosciutto a fette sottili: per compiere quest’operazione bisogna disporre di un’affettatrice precisa e potente. Una soluzione ideale è una Berkel, a Milano o nel resto d’Italia: i macchinari di quest’azienda, infatti, sono il connubio perfetto tra design e funzionalità. La Bottega del Restauro è specializzata nella vendita e nella messa a nuovo di prodotti Berkel in tutta Italia.

 


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Affettatrice a volano: da chi acquistarla?

Vorreste acquistare un’affettatrice a volano made in Italy di grande qualità ma non sapete a chi rivolgervi? Ecco qualche consiglio per voi!

Chi per necessità o per passione si imbatte nell’esigenza di effettuare l’acquisto di un’affettatrice a volano, sa che il mercato offre una grandissima quantità di marche e modelli tra i quali l’impresa di scegliere si rivela molto ardua.
La scelta di un’affettatrice è dettata non solo dalle specifiche esigenze di chi la acquista, ma anche da una serie di fattori estetici: se, per esempio, l’affettatrice in questione deve fare bella mostra di sé [...]

Continua a leggere

Adoro

Il ristorante champagneria in zona Ponte Milvio

Non c'è bisogno di cercare una buona motivazione per cenare fuori con altre persone.
Mangiare in compagnia, soprattutto in locali carini e accoglienti dove non soltanto si è serviti, ma il cibo è cucinato da professionisti che sanno come fare, è sempre un'attività piacevole e merita di essere vissuta tutte le volte che si può.
Ci sono però delle occasioni un po' più particolari, momenti e celebrazioni importanti, giorni che segnano la vita intera [...]

Continua a leggere

A Parma la pasta fresca tradizionale solo da "I Du Reazdòr"

Da "I Du Rezdòr" tortelli, anolini, gnocchi e passatelli secondo la tradizione parmigiana

Se siete a Parma e dintorni non potete non provare almeno uno dei piatti tipici del posto.
Non solo prosciutto e Parmigiano Reggiano, la tradizione culinaria emiliana è ricca di piatti a base di pasta fresca.
Ma quali sono quelli che non potete assolutamente perdervi? I TORTELLI- Chiamati così per la loro forma che ricorda quella di una piccola torta, sono da sempre al centro di una disputa tra Parma, Mantova e Reggio Emilia sull'originalità dell [...]

Continua a leggere