Salute e Benessere

Declino cognitivo anziani: il test del disegno dell’orologio

Un semplice test da poter fare a casa per verificare la salute mentale di una persona anziana

Il test del disegno dell’orologio è un semplice test che viene utilizzato spesso per diagnosticare la presenza di problemi neurologici nelle persone e, in particolare, negli anziani la presenza di demenze o Alzheimer. In ambito medico viene utilizzato in combinazione con altri test volti a uno screening più approfondito ma anche se utilizzato da solo può riuscire a fornire indicazioni molto utili sulle abilità cognitive di una persona.

Come viene somministrato il test del disegno dell’orologio?

A somministrarlo, a seconda dei casi, solitamente è un professionista della salute (un medico generalmente, oppure uno psicologo o uno psichiatra). Il professionista fornisce alla persona sottoposta al test un foglio di carta con un cerchio pre-disegnato e gli chiede di disegnare i numeri sull’orologio.

In seguito viene chiesto alla persona di disegnare le lancette in modo che l’orologio segni un’ora specifica: la maggior parte delle persone scelgono di disegnare le 11:10 minuti.

Un altro metodo molto semplice da applicare consiste nel dare alla persona un foglio di carta completamente bianco e di chiedergli di disegnare un orologio che segni le 11:10. Alcuni medici omettono intenzionalmente di pronunciare la parola “lancette” così da evitare di dare alla persona uno spunto in merito a ciò che deve inserire nel disegno.

La valutazione del test del disegno dell’orologio

È stato rilevato che ci sono ben 15 modi diversi per assegnare un punteggio a questo test. Alcuni sono molto complessi ed elaborati e comportano l’assegnazione di un punteggio a ogni numero, ai numeri inseriti nel modo corretto, alle due lancette e all’indicazione dell’ora corretta. Il punteggio massimo può variare da 5 a 20 in base al metodo scelto.

Una ricerca condotta sul Danish Medical Journal tuttavia ha messo a confronto 5 dei metodi più diffusi per assegnare un punteggio a questo test. La conclusione alla quale sono giunti è un metodo di assegnazione dei punti molto semplice ma preciso quando le tecniche più complesse. Questo sistema prevede di assegnare un punto se l’attività è stata svolta correttamente e zero punti se è stata svolta in modo errato. Basta quindi un orologio correttamente disegnato (quindi raggiungere il punteggio di 1) per indicare l’assenza di demenza; un orologio completato in modo anomalo, invece, deve essere considerato motivo di ulteriori valutazioni e approfondimenti medici. Anche il semplice rifiuto di svolgere il test o di portarlo a termine può essere considerato indicativo di un problema.

Perché questo test è utile?

Sono principalmente i familiari delle persone anziane i primi a potersi rendere conto che qualcosa non va: piccole dimenticanze, confusione mentale e irritabilità possono far nascere il sospetto di un declino cognitivo agli stadi iniziali. Riuscire a intervenire tempestivamente in questi casi è molto importante: anche se non è ancora stata trovata una cura definitiva, attivandosi il prima possibile si riesce a migliorare la qualità della vita della persona anziana affetta da demenza o Alzheimer. Il test del disegno dell’orologio, quindi, può essere un modo estremamente semplice per identificare gli anziani che potrebbero avere segni precoci di demenza in assenza di sintomi eclatanti.

Le demenze senili e l’Alzheimer sono patologie correlate a un elevato bisogno di assistenza della persona anziana che ne soffre. Se hai bisogno di assistenza per un anziano che ne è affetto, La Seconda Gioventù, una casa di riposo nei pressi di Roma Nord, è a tua disposizione!


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

La cosmesi made in Italy cresce del 2% nel 2018

Bilancio più che positivo per la cosmesi made in Italy nel 2018: con un fatturato di 11,2 miliardi di euro l’industria della bellezza nostrana cresce del 2% rispetto al 2017.

L’industria cosmetica italiana va a gonfie vele: secondo i dati preconsuntivi dell’associazione di categoria Cosmetica Italia si registra nel 2018 un amento del 2% del fatturato rispetto al 2017.
L’incremento è giustificato con l’aumento delle esportazioni, che aumentano del 3,5% per un valore totale di 4,8 miliardi.
Ottimo anche il giro di affari interno, che cresce di poco meno dell’1%.
«La cosmetica resiste - commenta il presidente di Cosmetic [...]

Continua a leggere

Armadietti spogliatoio e corretta aerazione

L'importanza di una corretta aerazione per gli armadietti spogliatoio

Gli armadietti spogliatoio, salvo alcuni casi molto particolari, vengono utilizzati per contenere capi di abbigliamento ed effetti personali.
Gli indumenti inseriti, normalmente, sono quelli utilizzati per svolgere il proprio lavoro o un'attività sportiva e per questo motivo non si tratta di abiti sempre puliti.
Proprio per questo motivo è molto importante garantire un minimo di ricircolo d'aria tra l'interno e l'esterno degli armadietti in modo [...]

Continua a leggere

Coperta termica, il regalo di Natale perfetto per i nonni

Il freddo è arrivato e il Natale è alle porte: dunque, è tempo di pensare ai regali da fare! Per i nonni, utilissima è una coperta termica, capace di dare calore non solo di notte – se messa a letto -, ma anche nei momenti di relax in poltrona o semplicemente quando si ha più freddo.
Gli anziani, infatti, tendono ad essere più sensibili degli altri al cambio delle temperature, senza considerare che ci può essere chi sia freddoloso da sempre! Per [...]

Continua a leggere