Economia e Lavoro > Finanza

Definizione di fair value

L’ espressione fair value significa letteralmente “valore equo”, ma assume sfumature di significato diverse a seconda degli ambiti di applicazione. Nei bilanci che adottano i principi contabili IAS/IFRS, il fair value si definisce come il valore corrispettivo a cui un’attività può essere scambiata durante una libera transazione tra le parti.

Quali soni i principi contabili internazionali con l’uso del fair value

I principi contabili internazionali che prevedono l’applicazione del fair value in qualità di parametro di valutazione sono:

  • IAS 18 (International Accounting Standards) Ricavi;

  • IAS 19 Benefici per i dipendenti;

  • IAS 39 Strumenti finanziari, rilevazione e valutazione;

  • IAS 40 Investimenti immobiliari;

  • IAS 41 Agricoltura;

  • IFRS 2(International Financial Reporting Standards) Pagamenti basati su azioni.

I modelli di valutazione previsti si suddividono in:

  • Modelli basati sul costo storico (cost model): prevede la valutazione di attività e passività di bilancio al cosiddetto costo storico al netto di ammortamenti, svalutazioni e perdite.

  • Modelli basati su valori correnti (fair value model): la valutazione delle attività e passività di bilancio sono esposte al fair value della data di riferimento del bilancio.

L’impiego della valutazione basata sul fair value model è obbligatorio per le seguenti voci di bilancio:

  • Prodotti derivati;

  • Investimenti in equità;

  • Altre attività e passività derivate dal trading;

  • I prodotti oggetto di fair value hegde;

  • I piani pensione a benefici definiti;

  • Alcune attività del settore biologico.

La valutazione impostata sul fair value model è invece, facoltativa nei casi seguenti:

  • Investimenti immobiliari;

  • Impianti e macchinari;

  • Immobilizzazioni immobiliari;

  • Prestiti, crediti, debiti e altre passività finanziarie.

Le valutazioni basate sul fair value consentono l’iscrizione in bilancio di plusvalenze non ancora realizzate e questo conferisce al reddito maggiore volatilità e incertezza, per questo motivo l’ordinamento italiano – in sede di recepimento della normativa internazionale – per evitare distribuzione e utilizzo di utili non realizzati o incerti, ha emanato il D. lgs. 38/2005 con il quale introduce la “riserva” in caso di plusvalori indisponibili derivanti dall’applicazione del fair value model.

Rischi finanziari e livelli di fair value

Per illustrare i rischi finanziari in merito alle valutazioni sul modello del fair value, è stato emanato il Regolamento (CE) n. 1165 del 27 novembre 2009 della Commissione per la corretta individuazione dei livelli di fari value. Sono stati, così, definiti 3 livelli:

  • Livello 1 nel caso in cui la valutazione si effettui su strumenti finanziari quotati in un mercato attivo;

  • Livello 2 in caso di misurazioni basate su valutazione che hanno per riferimento parametri osservabili sul mercato diversi dalle quotazioni dello strumento finanziario;

  • Livello 3 nel caso di valutazioni del fair value su parametri non osservabili sul mercato.

La corretta individuazione del livello di fair value richiede un’oculata ponderazione da parte delle società che redigono i bilanci. Per i criteri di determinazione del fair value si deve far riferimento ai paragrafi dello IAS 39 AG69 e AG82, dove, tuttavia, si presuppone che l’impresa si trovi in regime di normale esercizio delle proprie attività senza problemi di liquidazione o condizioni sfavorevoli


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Decreto "Liquidità" Le misure per il Fondo di garanzia

Il 4 giugno 2020 con l'approvazione del senato è stato trasformato in Legge il Decreto Liquidità; divenendo operative le misure a sostegno delle imprese, professionisti, autonomi o artigiani che si ritrovano ad affrontare le scomode conseguenze che ha portato la pandemia da Covid-19.
Alla luce di tutto ciò, per poter favorire una giusta ripartenza del sistema produttivo italiano una volta passata l'emergenza da Covid-19, il Fondo di Garanzia dell [...]

Continua a leggere

Mutuo o affitto: quale scegliere?

A tutti è capitato di porsi il dilemma su quale soluzione sia migliore rispetto all'affitto oppure all'accensione di un mutuo.
Ovviamente ognuna di queste possibilità presenta dei punti a favore e degli svantaggi: ecco, allora, tutto quello che c'è da sapere sull'argomento.
I vantaggi dell'affitto L'affitto è sicuramente una soluzione molto immediata che consente di poter avere un'abitazione nella quale vivere anche a quelle persone che non hanno [...]

Continua a leggere

Interessi usurari sui mutui e richieste di risarcimento

Secondo una recente analisi, 7 mutui su 10 sono irregolari a causa degli interessi che superano il limite di legge.

Grazie anche a recenti servizi televisivi, sono venuti alla ribalta numerosi casi relativi a mutui irregolari che le banche hanno fatto sottoscrivere agli utenti.
Dalle analisi effettuate, è infatti emerso che in Italia circa 7 mutui su 10 sono irregolari per quel che riguarda il tasso di usura ma non solo.
  Interessi in eccesso e richiesta di rimborso Proprio per questo motivo è bene fare sempre in modo da accertarsi che il proprio mutuo non ab [...]

Continua a leggere