Casa

Derivatore antenna Tv: come funziona

Nel caso in cui si voglia inviare il segnale dell'antenna a più dispositivi, gli strumenti che è possibile utilizzare per sdoppiare il segnale sono numerosi. Uno degli strumenti più utilizzati per la divisione del segnale dell'antenna è il derivatore, strumento che in parole povere ha ruolo di prelevare il segnale da una fonte per poi smistarlo in più diramazioni.

Se hai bisogno di dividere il segnale dell'antenna basterà semplicemente utilizzare un derivatore e seguire alcuni semplici passaggi che abbiamo avuto l'attenzione di mettere in evidenza nei paragrafi successivi.

Se invece vuoi essere sicuro di un lavoro fatto a aregola d'arte, potresti scegliere di affidarti a servizi appositi, come quello di Antennista Torino.
 

Che cos'è un derivatore e quando utilizzarlo

Come abbiamo precedentemente accennato, il compito principale del derivatore è quello di dividere il segnale che arriva da un'unica sorgente, l'antenna, e sdoppiarlo in più segnali diretti a dispositivi differenti. Inizialmente il derivatore può sembrare uno strumento molto simile, se non anche identico, al partitore.

La differenza principale tra derivatore e partitore risiede nel fatto che il derivatore è munito di un ingresso denominato IN il quale deve essere collegato al cavo principale. Il deviatore e anche munito di un uscita denominata OUT, la quale ha lo scopo di far partire un cavo caratterizzato da una minore dispersione di segnale che va a limitare in modo significativo il disturbo e le perdite di qualità.

Il derivatore si rivela quindi uno strumento perfetto da utilizzare in tutti quei casi in cui dobbiamo smistare il segnale in numerosi dispositivi con il rischio che, l'utilizzo di un partitore, comporti un'eccessiva perdita di qualità del segnale.
 

Come utilizzare il derivatore

Andiamo ad osservare le fasi principali dell'utilizzo di un derivatore per lo smistaggio del segnale video. È innanzitutto fondamentale svitare la vite del morsetto del derivatore, in modo tale da permettere di sollevare lo sportellino stringi cavi.

Una volta aver lavorato sul cavo per eliminare tutte le guaine protettive dal filo centrale su cui scorre il segnale, dovremmo posizionare il cavo e il suo conduttore all'interno del morsetto. Completati questi passaggi potremmo chiudere lo sportellino stringi cavi e riavvitare la vite in modo da serrare e fissare completamente il cavo. Grazie alle sue contenute dimensioni, il derivatore potrà essere posizionato all'interno di una scatola da incasso per una più semplice e compatta organizzazione degli ingombri.

Le scatole da incasso permettono di configurare e sistemare il derivatore in più posizioni e settaggi, in modo tale da garantire un'organizzazione più chiara ed immediata degli ingombri che ti permetteranno di lavorare con più semplicità con la cavetteria. Alcune delle configurazioni che vengono generalmente più utilizzate con l'ausilio della scatola da incasso sono le seguenti: divisore a due uscite, inserzione cavi dal basso, inserzioni cavi laterali e divisione a cinque uscite.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Gazebi: come proteggerli in inverno?

Per molti proprietari di case, il gazebo è il luogo preferito per godersi un bel pomeriggio all'aperto nel cortile di casa durante i caldi e soleggiati mesi estivi.
Tuttavia, queste strutture rimangono spesso all'aperto tutto l'anno.
Bisogna quindi assicurarsi che abbiano la giusta protezione dal freddo, dal vento e dalla neve.
Proteggere la struttura durante l'inverno infatti, farà una grande differenza in termini di durata del gazebo.
Invernali [...]

Continua a leggere

Le migliori marche di deumidificatori

Avere un buon deumidificatore in casa: vantaggi Se desideri conoscere le migliori marche di deumidificatori in commercio, sei nel posto giusto: qui ti forniremo una breve guida.
Un deumidificatore è un elettrodomestico in grado di attrarre l’umidità presente nell'aria.
Coloro che possiedono una casa molto umida non potranno fare a meno di un buon deumidificatore.
Se ti servirai di questo elettrodomestico, l'aria sarà subito più pura, inoltre, ess [...]

Continua a leggere

Manutenzione Caldaie

Assistenza Caldaie

La legge prevede che le caldaie debbano essere regolarmente manutenute ogni due anni per il controllo dei fumi e affidarle ad Professionisti specializzati come un Idraulico Roma.
Le persone che non prendono questi interventi non solo mettono in pericolo la loro salute e sicurezza, ma mettono anche in pericolo la salute e la sicurezza delle loro case o dei vicini, poiché possono verificarsi incendi o avvelenamenti.
Non solo: chi non effettua la ma [...]

Continua a leggere