Economia e Lavoro > Finanza

Economia globalizzata e Covid, in futuro i paesi emergenti avranno un vantaggio

La ripresa economica richiederà un cambiamento che i paesi sviluppati avranno più difficoltà a implementare

La crisi santiaria provocata dalla pandemia da Covid ha colpito tutti i Paesi del mondo. Si contano davvero sulle dita delle mani quelli che possono dire di essere usciti pressoché indenni da questa tragedia. Gli effetti economici invece coinvolgono tutti quanti, per via dell'effetto a catena che caratterizza l'economia globalizzata.

Il futuro dell'economia globalizzata

C'è però una forte differenza che caratterizza i sistemi economici, soprattutto tra i paesi sviluppati e quelli emergenti. Il modello evolutivo di questi ultimi si presentava già molto diverso. Il che è un grosso vantaggio. Governi e società dei mercati emergenti, in molti casi non hanno ereditato infrastrutture fisiche o tecnologiche che richiedono un ammodernamento. Hanno dovuto costruire da zero. E quindi lo hanno fatto sfruttando direttamente le infrastrutture di nuova generazione. I paesi sviluppati invece hanno dovuto trasformare quelle vecchie in nuove. Il vantaggio che deriva per i paesi emergenti è che vedono sposare meglio innovazioni e modelli di business. Ad esempio, le banche private in India hanno utilizzato le capacità digitali per acquisire clienti che vivono in zone rurali con un accesso limitato o inesistente ai servizi bancari.

Differenza tra sviluppati ed emergenti

La crisi da Covid probabilmente renderà questa differenza molto importante durante la fase della ripresa. Ma già durante la stessa crisi s'è visto. Dal momento che con i lockdown siamo dovuti rimanere tutti a casa, anche per studio o per lavoro, la connettività è diventata vitale. E chi è leader in questo campo? Il maggiore paese emergente, la Cina, che ha oltre la metà del numero totale di stazioni base 4G a livello globale ed è già leader nel 5G.

Il ruolo dell'innovazione e della tecnologia

Ma il discorso vale anche guardando al futuro. In tempi di crisi, la frequente necessità delle imprese di adattarsi rapidamente può portare ad adottare nuove tecnologie. Funaizona a propagazione progressiva, come il Wolfe Wave pattern. Ma mentre la maggior parte dell'economia globalizzata dovrà pagare di più il suo costo di conversione nel passaggio a un modello più evoluto, nei Paesi emergenti questo non succederà. L’economia basata sulla conoscenza verrà costruita direttamenta, senza passaggi di stato. Non è un caso se già oggi diversi mercati emergenti sono oggi leader nell’innovazione e scavalcano l’Occidente. Questo vale nei settori dell’ecommerce, in quello dei pagamenti digitali e del mobile banking. E la tendenza è destinata a proseguire.

Un dati lo conferma. Considerando l'intera economia globalizzata, le richieste di brevetto presentate dai mercati emergenti superano di gan lunga quelle di Stati Uniti e Giappone. Guardano altrove, la domanda di maggiore tecnologia avrà probabilmente un effetto a catena nell’industria dei semiconduttori in Corea del Sud e a Taiwan, che sono diventati due dei maggiori produttori di semiconduttori al mondo.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Erronea segnalazione alla centrale dei rischi della Banca d'Italia

Cosa fare per risolvere e accedere nuovamente al credito

Tutti sanno che la centrale dei rischi della Banca d'Italia ha il compito di acquisire e fornire le informazioni relative alle posizioni debitorie e rischi creditizi di coloro i quali ti chiedono di accedere al credito.
Questo è dunque un enorme sistema che racchiude tutte quelle informazioni relative ai rapporti tra gli enti finanziari e i propri clienti.
Tale scambio di informazioni, tra gli intermediari e la Banca Centrale d'Italia, avviene su [...]

Continua a leggere

Ripresa economica, ciò che la sostiene oggi può renderla instabile domani

Per superare la crisi acuta da Covid, governi e banche centrali hanno spalancato i rubinetti del credito

Inutile girarci intorno, senza il forte sostegno delle banche centrali e l'indebitamento dei governi, la ripresa economica non sarebbe stata possibile a un passo così rapido (se di rapido si puà davvero parlare).
Ma tutto questo deve alimentare due preoccupazioni riguardo al futuro che ci aspetta.
I dubbi sulla ripresa economica La prima è cosa succederà se scoppiasse davvero una seconda e violenta ondata di contagi, oppure se la ricerca di un va [...]

Continua a leggere

Stimoli fiscali per combattere Covid, ma le conseguenze saranno pesanti

Per combattere la crisi innescata dalla pandemia, i governi hanno fatto ricorso a misure straordinarie

Per rispondere alla crisi innescata dalla pandemia, oltre al massiccio intervento delle banche centrali, sono dovuti intervenire i governi di tutto il mondo.
La medicina per la crisi è stata cercata soprattutto negli stimoli fiscali.
Sostanzialmente lo Stato ha rinunciato in parte a quanto gli spetta (in realtà spesso ha spostato solo in là nel tempo), lasciando così il denaro nelle tasche dei cittadini, al fine i sostenere i consumi.
L'abuso nec [...]

Continua a leggere