Scienza e Tecnologie

Energia: accordo Italia-USA sul condizionamento aria

AiCARR e ASHRAE hanno stretto un accordo, formalizzando l’impegno delle due associazioni per la promozione di attività comuni all’interno del settore HVAC&R.

AiCARR (acronimo di Associazione italiana Condizionamento dell’Aria, Riscaldamento e Refrigerazione) e ASHRAE (che sta per American Society for Heating, Refrigerating and Air Conditioning Engineers), hanno recentemente stretto un accordo, il Memorandum of Understanding (MoU), formalizzando l’impegno delle due associazioni per la promozione di attività comuni all’interno del settore HVAC&R .

L’accordo consente sia ad AiCARR che ad ASHRAE di avere un quadro di riferimento per quel che concerne la condivisione dei reciproci punti di forza e il raggiungimento di obiettivi comuni a livello organizzativo, con l’obiettivo di favorire al meglio i associati, professionisti e, perché no, entrambe le organizzazioni. Grazie a questa intesa, quindi, una nuova strategia unirà le due associazioni nella definizione dei servizi offerti ai rispettivi Soci, che siano in Italia o negli Stati Uniti, attraverso la creazione di un gruppo comune

AiCARR e ASHRAE hanno già collaborato per oltre 50 anni, fornendo contributi fondamentali in tutti i settori di competenza della refrigerazione industriale“, ha affermato Bjarne W. Olesen, oresidente di ASHRAE “Sono felicissimo di firmare questo accordo a nome di ASHRAE e proseguire con la nostra collaborazione per la promozione e il progresso delle scienze e delle tecniche relative alle applicazioni in campo HVAC&R, alla sostenibilità, alle energie rinnovabili e alle problematiche ambientali”.

Nell’ambito dell’accordo, ASHRAE e AiCARR svilupperanno nei due paese programmi di formazione e istruzione congiunti, con l’obiettivo di creare nuovi spazi di dibattito destinati a promuovere in maniera rapida ed efficace la diffusione delle tecnologie di settore. Il Memorandum of Understanding pone anche una particolare attenzione al rafforzamento delle reti delle due associazioni, al coordinamento dei programmi relativi alla ricerca e all’esplorazione delle opportunità di collaborazione.

“La firma di questo accordo conferma l’impegno di lunga data delle due organizzazioni per il raggiungimento di una strategia unita di sostenibilità a livello mondiale”, ha dichiarato Francesca Romana d’Ambrosio, presidente di AiCARR. “Adesso siamo pronti a proseguire con entusiasmo il nostro lavoro comune”. Il MoU è stato siglato il 22 gennaio scorso dai due presidenti all’interno del corso di ASHRAE Winter Conference 2018 a Chicago.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Everest realizza montacarichi personalizzati per ogni esigenza industriale

Il mercato globale degli impianti elettromeccanici per il trasporto verticale, ovvero montacarichi ed ascensori, è in costante sviluppo e per il quinquennio 2017-2023 le proiezioni parlano di un +6,5% complessivo di tasso di crescita (CAGR) a livello globale.
La pubblicazione su cui è riportato il dato (dal titolo Elevators Market (Type - Smart Elevators and Conventional Elevators, Application - Commercial, Hotels, Retail, Residential, Transporta [...]

Continua a leggere

Matrici per presse piegatrici: chi le produce a Parma

Scopri l'ampio catalogo di Mora Costruzioni Meccaniche

In numerose aziende del settore meccanico e manifatturiero vengono attualmente impiegate le presse piegatrici, delle particolari tipologie di macchine utensili che – come dice il nome – schiacciano e piegano il materiale di partenza per mezzo di una pressione elevata.
Queste lavorazioni consistono, in pratica, in una deformazione controllata che ha come target la lamiera di metallo.
A tale materiale, che inizialmente è allo stato piano, per mezzo [...]

Continua a leggere

Scale mobili vs. ascensori: qual è l’impianto più efficiente?

In diversi contesti pubblici si possono incontrare simultaneamente due tipi di impianti destinati al trasporto verticale delle persone: gli ascensori da una parte, e le scale mobili dall’altra.
Ognuno può avere le sue preferenze personali nei confronti dell’uno o dell’altro impianto, ma a livello gestionale qual è il sistema di trasporto più efficiente per fare in modo che le persone possano arrivare comodamente dal punto A al punto B nel più bre [...]

Continua a leggere