Economia e Lavoro > Professioni

Ferramenta in Italia, diffusione e prodotti

Nel nostro Paese se ne servono tante persone, dai professionisti fino ai semplici appassionati di bricolage e "fai da te", i negozi di ferramenta rappresentano un punto di riferimento per tutti coloro che devono svolgere lavori di vario genere e necessitano quindi di prodotti o utensili per effettuarli. Si ritrovano dalle grandi città come Roma, come ad esempio con Tecnoferr nella Capitale, fino alle più piccole località della penisola.

Un tipo di negozio quindi molto diffuso e in cui, come abbiamo detto, si ritrova tutto l'occorrente per lavori domestici o professionali per la casa, i suoi interni e per l'arredamento. Cerchiamo di approfondire tuttavia la conoscenza di questo "universo" particolare, che è quello della ferramenta appunto, individuando cosa vendono in generale e quali sono i prodotti più richiesti dalla loro clientela, in che tipo di locali svolgono la loro attività e la tipologia di quest'ultima. 

Dimensioni e numero di locali

Di questo genere di negozi, in tutto il Paese, se ne contano intorno ad un 20.000 circa, senza considerare poi i colorifici ed i magazzini edili, che assieme farebbero incrementare ulteriormente tale cifra di qualche migliaia di unità. Per quanto riguarda le dimensioni dei locali, la maggior parte delle ferramenta sono piccole, infatti circa il 20% hanno una metratura inferiore ai 50 Mq, il 60% invece non supera i 100 Mq e soltanto il 20% lavora in negozi con un'ampiezza superiore ai 150 Mq.

Genere di attività

Per ciò che concerne la tipologia di attività, questa è soprattutto a conduzione familiare e gli addetti occupati e che non siano familiari sono generalmente pochi. Infatti, circa il 58% dei negozi occupa al massimo due di questo tipo di addetti, mentre solo il 25% ne occupa dai quattro in poi. E, a livello di clientela, tendono a servire per la maggior parte privati, per una quota di circa 2/3, mentre aziende e professionisti rappresentano una percentuale assolutamente minoritaria.

Specializzazione e prodotti venduti

Sono limitatissimi i negozi che sono specializzati unicamente nella vendita di una sola tipologia di prodotti. Infatti, in genere, oltre a propri articoli specifici, circa il 94% di tali rivendite offre utensileria, il 70% anche colori e diversi tipi di vernici, il 55% articoli per il giardino o da bricolage ed un 40% prodotti per la casa. E tendono ad essere molto variabili anche le percentuali degli articoli venduti.

Infatti, quelli più richiesti sono i prodotti relativi alla minuteria metallica, assieme ai colori e alle vernici, passando poi per la duplicazione delle chiavi e tutto ciò che riguarda l'ambito delle serrature e della sicurezza in generale. Tra gli articoli meno richiesti, invece, si trovano quelli per la casa e per il giardino. Discrete vendite registrano poi gli utensili manuali o quelli elettrici, come ad esempio avvitatori o trapani.     


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Spedizioni isotermiche di farmaci: più sicurezza in 5 step

Come tutte le attività di logistica del freddo, anche le spedizioni isotermiche di farmaci devono essere organizzate alla perfezione.

Se la catena del freddo si chiama catena, un motivo c’è: ogni parte è collegata e la sicurezza dell’intero percorso dipende dalla capacità di ogni sua componente.
Questo vale anche per le spedizioni isotermiche di farmaci, trasporto davvero delicato e che rischia di avere effetti disastrosi se effettuato in modo scorretto.
  Vediamo quindi quali sono i passaggi fondamentali per realizzare un sistema di trasporto perfetto.
  Definire i passaggi lo [...]

Continua a leggere

Perché lo stipendio si può definire “salario”

Lo stipendio, ovvero la retribuzione che spetta ad un lavoratore dipendente, viene spesso definita anche con la parola “salario”.
Questo termine nasce da una parola latina, ovvero salarium, che significa razione di sale e anche indennità.
Questa è soltanto una delle parole che derivano da questa stupefacente etimologia e possiede anche un significato storico molto particolare, infatti, anticamente, ai tempi dell’Impero Romano, una parte dello sti [...]

Continua a leggere

Avvocato civilista e penalista: cosa cambia

Scopri le differenze tra avvocato civilista e penalista

Chiariamo prima di tutto che in Italia esiste un unico albo degli avvocati, cui un professionista in possesso del titolo di studio adatto può iscriversi dopo il superamento della prova di stato.
Una volta iscritto, il professionista risulta ufficialmente avvocato abilitato, senza che la legge preveda alcuna distinzione specifica tra avvocato penalista e civilista.
Un professionista del settore forense può esercitare la propria professione senza v [...]

Continua a leggere