News e media > Giornali

Ferrero, tutti i guai del Viperetta

La prima volta che un giovane Massimo Ferrero comparve sullo schermo il suo problema era che, portato alla stazione di Termini durante la partenza del treno dei tifosi romanisti diretti in trasferta a Torino per il match contro la Juve, il figlio non volesse urlare “Forza Roma”, suscitando così l'ilarità dei suoi amici che lo tacciarono di avere un figlio laziale. Ora invece per Er Viperetta i problemi sono di ben altra natura. Per Ferrero infatti è arrivata la seconda condanna effettiva, la prima fu per un reato in gioventù, dove ha patteggiato 22 mesi per il crac della Livingston. L'imprenditore infatti è stato riconosciuto colpevole di bancarotta fraudolenta per il fallimento della compagnia aerea avvenuta nel 2010, dopo che un asset a lui riconducibile l'aveva acquistata un anno prima. Nei conti della società infatti mancherebbero una quarantina di milioni, ed il Tribunale di Busto Arsizio ha confermato in appello la sentenza di primo grado.

Una vita da cinema

Fino a due anni fa Massimo Ferrero era conosciuto soprattutto nella capitale. Proprietario di un circuito di cinema della capitale era il classico imprenditore che potevi trovare nei locali più glamour come La Cabala Roma e nelle feste più esclusive. Quando invece due estati fa rilevò la squadra di calcio di Serie A della Sampdoria tutto il paese allora conobbe Er Viperetta, che subito diventò un personaggio mediatico. Un personaggio sicuramente sopra la righe, così diverso da la stra grande maggioranza che forma il variegato universo del panorama calcistico nazionale. Parlata romanesca, battuta sempre pronta soprattutto verso il gentil sesso, esultanze e smorfie esagerate e da cinema, da subito il Presidente della Samp è diventato un personaggio di culto.
Come in fatti i media si sono accorti che questo variopinto Presidente piaceva alla gente e faceva share hanno fatto a gara per averlo ospite o per intervistarlo. Il comico Maurizio Crozza fece addirittura una sua fortunata parodia nel suo programma e Ferrero arrivò anche a sbarcare niente di meno che sul palco più prestigioso della televisione italiana, ovvero quello del Teatro Aristo di San Remo in occasione del festival canoro. Ma la vita però non è un film e gestire una squadra di calcio non è una cosa da ridere. I tifosi della Samp infatti ora sono abbastanza adirati verso il loro Presidente, reo di aver smantellato la squadra vendendo tutti i pezzi più pregiati. In più alcune voci parlano di casse societarie non proprio al sicuro nonostante le cessioni remunerative. Insomma, oltre ad altri guai giudiziari il futuro per Er Viperetta non è dei più rosei.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Casaleggio e la sue eredità del Movimento Cinque Stelle

Si è spento dopo una lunga battaglia contro la malattia ma a piangerlo non è solo il Movimento Cinque Stelle ma l'Italia intera.
A prescindere dal credo politico infatti è unanime il cordoglio per la scomparsa di una persona che, assieme a Beppe Grillo, dal nulla è stato capace di creare un Movimento che si è da subito imposto come una delle alternative nello scenario amministrativo sia locale che nazionale.
Se il comunque il comico genovese è st [...]

Continua a leggere

La bufala sulla tassa per la manutenzione ascensori

Negli ultimi giorni è circolata una notizia che riguarda un appello di Confedilizia che avrebbe chiesto al governo Renzi di bloccare la tassa sugli ascensori: una bufala rimbalzata da tutta la stampa italiana che a volte approfitta di informazioni sommarie per attirare migliaia di click sui loro siti.
E’ evidente che parlare di tasse significa trattare un argomento molto caro a tutti noi, quindi capite bene come gli utenti si siano indignati quan [...]

Continua a leggere

SS Lazio: una stagione difficile

Per gli uomini di Stefano Pioli, quest’anno le cose non sono andate come si sperava.
Difatti, dopo un’esaltante stagione lo scorso anno, che ha visto i biancocelesti giungere al 3° posto, combattuto fino all’ultimo con il Napoli, quest’anno sembra che le cose siano solamente peggiorate e che quella Lazio è solo un lontano ricordo.
Complice di questa situazione, soprattutto la mancata campagna acquisti.
Difatti la rosa della Lazio non ha subito mo [...]

Continua a leggere