Servizi

Fotografo di interni: «Le 5 regole da seguire per uno shooting in strutture ricettive»

Manuel Bianconi, fotografo di interni a Roma, spiega come l’utilizzo di un ottimo servizio fotografico può mettere le ali alla propria attività di albergatore/ristoratore.

Quando si è alla ricerca di un hotel, per le proprie vacanze o viaggi di lavoro, le immagini che vediamo sui portali o sui siti, valgono più di mille parole!                                                                                                                                                                                                         Sono lì per catturare la nostra attenzione, subito, in quel determinato momento; per invogliare il cliente a scegliere un determinato hotel, piuttosto che un altro.                                                                                                                                                                                         Soltanto in un secondo momento, andiamo a leggere i servizi, che quest’ultimo ci mette a disposizione!                                                     Il famoso detto: “Anche l’occhio vuole la sua parte”, non è stato inventato a caso!                                                                                          Nell’era dei social network, le immagini acquistano così, un’importanza fondamentale, per lo sviluppo e la crescita del proprio business.                                                                                                                                                                                                                                          Insieme ad una seria campagna SEO, l’utilizzo di un ottimo servizio fotografico, può mettere le ali alla propria attività di albergatore/ristoratore.

Vediamo allora come si prepara uno shooting, o almeno, come io lo concepisco. Non ho davvero la presunzione di insegnare agli altri il loro mestiere.                              

Per le strutture marittime/lagunari, è buona norma realizzarli in primavera/estate. È troppo malinconico il mare d’inverno. Proprio non va bene! Discorso contrario per le strutture montane, dove la neve sulle piste e una bella giornata di sole, si prestano alla grande, per le foto in esterna.                                                                                                                                                                                       Ovviamente se la struttura è attiva anche in estate, valgono le linee guida viste per quelle marittime.                                            Si pone verso Settembre, tutto il lavoro, troveremo così ancora gli alberi con le foglie verdi e il cielo blu intenso.

1° regola: Prima si studia e dopo si scatta.

Chi si occupa del servizio fotografico nel tuo hotel deve chiederti cose come:

Analisi generale:

  • La struttura è a carattere stagionale o annuale?
  • A che tipo/i di clientela si rivolge?
  • Cosa si vuol comunicare agli avventori?
  • Quali sono i suoi punti di forza? E di debolezza?
  • Che utilizzo si farà delle foto? Web? Grafica?

Una volta delineato le linee generali, si passa all’analisi più dettagliata dell’insieme.

Analisi degli esterni:

  • Quali sono i punti di maggior interesse
  • Ricerca della migliore esposizione, durante la giornata.
  • Verificare il meteo
  • Rimuovere o spostare preventivamente veicoli, attrezzi per esterno. 
  • Aggiustare eventuali illuminazioni rotte o di diverso colore.
  • Pulire le pareti di piscine e/o spa.
  • Pulire i giardini
  • Accorgimenti vari, valutati in loco

Analisi degli interni:

  • Preparare gli ambienti comuni in maniera perfetta, divise del personale stirate.
  • Aggiustare eventuali illuminazioni rotte o di diverso colore.
  • Apparecchiare la sala per la colazione/pranzo, anche magari in orari non previsti. 
  • Se bisognerà fotografare anche dei piatti, coordinarsi con lo chef, su orari e numero delle portate.                                            Si potrà così allestire il set, per trovarselo pronto più avanti. 
  • In fase di analisi bisogna stabilire quali e quanti sono gli ambienti da fotografare, dare un timing indicativo agli scatti, in modo che la troupe non intralci troppo il regolare svolgimento delle routine quotidiane in hotel.
  • Occorre anche pianificare un eventuale affitto di oggetti tipo biancheria per la camera o vasellame per la sala, oppure l’acquisto di fiori freschi e piante. 

Trovo fondamentale un sopralluogo della struttura, là dove possibile, per valutare tutti questi accorgimenti, in tempo.

2° Regola: Utilizzo dei/le modelli/e, come e quando?!

Volendo rispondere in maniera stringata, l’hotel ha bisogno di entrambe le tipologie.

Le Online Travel Agency “OTA” vogliono caricate, sui loro portali, foto senza modelli.                                                                                La camera deve apparire così come quando vi si entra per la prima volta. Foto ampie per dare l’idea del tipo di camera, di cui si parla e foto in dettaglio che facciano capire i servizi offerti.                                                                                                                                     Ma se il cliente richiede foto per brochure o pubblicizzare l’apertura della nuova spa, una coppia di modelli, che sorridono e si apprestano a vivere quest’esperienza, rende molto più l’idea che fotografare solo la vasca con le bolle.                                                  

Se questa foto, trasmette la voglia di prenotare subito una spa, ha raggiunto il suo scopo!

3° Regola: Avvalersi di un Interior Designer    

Hotel di un livello alto, oltre al fotografo, potrebbero avere la necessità di avvalersi di un Interior Designer. Esempio:                                                                                                                                                                          

Trasformare una camera neutra in una camera vissuta da un uomo d’affari o far capire che è adatta per i bambini. Verificare che il corredo e le tende siano stirate e/o preparate prima dell’ arrivo del fotografo.

Scegliere i colori e le forme dei vasi e le piante, da inserire nello scatto.                                                                                                                                                       

Così come i servizi di posate e gli impiattamenti.                                                                                                                               

Decide l’abbigliamento dei modelli 

Tutte attività che, di norma, il fotografo da solo non fa.

Naturalmente il fotografo e l’ID, interagiscono fra loro per estrarre il meglio da ogni situazione

4° Regola: Che uso faremo di questo shooting

Se le foto serviranno per un nuovo sito web, ci serviranno foto orizzontali, i layout valorizzano maggiormente questo tipo di taglio. Scattiamo da più prospettive, se il sito prevede una gallery per ogni camera. Fotografare qualche dettaglio, e se la vista lo merita, non dimentichiamo un bel panorama, visto dalla finestra/balcone.

Brochure pubblicitarie richiedono foto in verticale e in orizzontale, di panoramiche e di dettagli, di immagini con modelli e altre senza, per garantire equilibrio nella comunicazione della struttura.

5° Regola: Fotoritocco meno possibile

Sappiamo tutti che, a questo mondo, due sole entità fanno miracoli: Dio e Photoshop.

Volendo momentaneamente accantonare il primo, soffermiamoci sul programma di Adobe.                                                                      E’ vero che con Ph si possono ottenere risultati strabilianti, ed è buona cosa saperlo usare, ma se in fase di scatto, siamo stati attenti su più aspetti possibile, impiegando anche più tempo per lo scatto, questo ci verrà in aiuto dopo, potendo dedicare al fotoritocco meno tempo e rendere meno invasivo e “finto” l’effetto finale. Senza contare che una post-produzione importante e profonda ha un costo, di tempo per tutti, e di soldi, per il cliente.

Se vuoi saperne di più cercami pure sui miei contatti. Una chiacchierata informale per capire come posso aiutarti.

Manuel Bianconi - Fotografo di interni Roma

Mail: fotografodiinterni@gmail.com

Sito: www.fotografodiinterni.it

Cell: 347-9864753 


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Come aumentare followers su Spotify

Dai la giusta visibilità alla tua musica!

In quale modo è possibile dare il giusto tributo alla musica che si produce e dunque fare in modo che questa possa raggiungere il maggior numero possibile di utenti potenzialmente interessati ad ascoltarla? Sicuramente è un bene fare in modo da produrre serate dal vivo ed eventi live in occasione dei quali sottoporre i propri pezzi al pubblico, ma per una band emergente si tratta comunque di vetrina che non concede grande visibilità se non relati [...]

Continua a leggere

Studio Celda

Servizi contabili e fiscali per aziende e liberi professionisti

I proprietari di un'azienda già lo sanno, i lavoratori autonomi che si sono appena messi a lavorare in proprio forse devono ancora scoprirlo, ma le scartoffie che si accumulano, insieme agli obblighi fiscali, sulla scrivania sono talmente tanti da sotterrare qualsiasi attività.
Una persona sola non è in grado di pensare a tutte le faccende burocratiche e a tutte le pratiche da sbrigare, dal punto di vista fiscale, economico e legale.
Questi sono [...]

Continua a leggere

Villa ricevimenti a Roma per il tuo matrimonio d'autore

Matrimonio a Roma presso Villa Marta firmato da Tessitore Ricevimenti

Realizzare un matrimonio non è affatto semplice, soprattutto perché bisogna prestare attenzione a numerosi dettagli in modo che tutto riesca per il meglio.  Vi consiglieri di affidarvi ad una struttura qualificata e professionale come Villa Marta, sita in Via Tommaso Traetta N° 141, zona Infernetto/Casal Palocco, Roma.  L’esperienza e la bravura del Sig.
Giuseppe Tessitore vi aiuteranno a scegliere il colore giusto del tovagliato, i piatti più gu [...]

Continua a leggere