Economia e Lavoro > Finanza

Gli interscambi commerciali dell’Italia

L’economia italiana deve una buona parte della sua crescita e stabilità al commercio estero, soprattutto europeo, motivo per cui la maggior parte delle imprese italiane non può prescindere dall’attivare una partita IVA comunitaria. I dati più recenti sull’export (novembre 2017) confermano un trend positivo anche rispetto al trimestre precedente (maggio – ottobre 2017) e un’ottima performance degli interscambi commerciali in Italia.

I dati sull’export dell’Italia con l’Europa a 28.

L’export di beni italiani verso l’Europa a 28 paesi è cresciuto del + 7,3% a novembre su base mensile rispetto allo stesso periodo del 2016 (dati dell’ OSSERVATORIO ECONOMICO Ministero dello Sviluppo Economico - Direzione Generale per le Politiche di Internazionalizzazione e la Promozione degli Scambi). Allo stesso tempo, anche l’import ha registrato un + 6,5% nello stesso periodo. Il tutto si traduce in una bilancia commerciale positiva con un attivo di 236 milioni di euro (+ 167 milioni di euro rispetto all’anno precedente). Il 2017, nel complesso, ha prodotto un saldo di oltre 9 miliardi di € in export grazie soprattutto all’efficacia del marchio made in Italy che è molto apprezzato in area UE.

I principali partner commerciali europei sono:

  • Spagna che segna un incremento dell’interscambio bilaterale del 10,9%;
  • Paesi Bassi (+7,5%);
  • Germania (+6,2%);
  • Francia (+5,4%).

Buona la performance anche con i paesi europei, ma fuori dalla cosiddetta euro zona, come Repubblica Ceca e Polonia.

I dati sull’interscambio commerciale dell’Italia con i paesi Extra-UE

Per quel che riguarda l’interscambio con i paesi Extra UE, si conferma la positività delle esportazioni di beni italiani soprattutto verso i paesi asiatici, grazie a una forte richiesta di prodotti italiani dalla Cina. Trainati dalla Cina, anche gli altri paesi asiatici hanno contribuito a incrementare la domanda:

  • Cina (+23,8%);
  • Giappone (+9,1%);
  • India (+9,4%).

L’export con l’America Latina cresce complessivamente del +12,3%, mentre l’Africa sub-sahariana assorbe il 10% dell’interscambio. I dati con la Russia sono particolarmente incoraggianti perché crescono del 21,3% su base annuale, così come gli Stati Uniti registrano un +9%.

Ma quali sono i settori di punta dell’interscambio commerciale italiano?  Il settore manifatturiero contribuisce con oltre il 95% dell’export nazionale. All’interno del comparto, i settori che spingono l’interscambio sono:

  • Autoveicoli e meccanica (+13%);
  • Chimica - farmaceutica (+10,8%);
  • Alimentare (+7,9%);
  • Automazione meccanica (+6,5);
  • Prodotti petroliferi raffinati (39,1%);
  • Moda (+5%).


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Oro Fisico o Oro Azionario, Quale Investimento in Oro è Migliore ?

L'investimento in oro è il più antico metodo utilizzato per conservare valore, la millenaria storia dell'oro non ha ne precedenti ne termini di paragone con qualsiasi altro metallo.

L'investimento in oro è il più antico metodo utilizzato per conservare valore, la millenaria storia dell'oro non ha ne precedenti ne termini di paragone con qualsiasi altro metallo.
L’oro possiede caratteristiche e peculiarità che li hanno permesso di imporsi in svariati ambiti nei quali è riuscito a soddisfare le esigenze umane meglio di qualsiasi altro metallo.
Anche per quanto riguarda gli investimenti l’oro ha saputo essere il metallo perfett [...]

Continua a leggere

Aprire una Ltd inglese

Negli ultimi anni, è aumentato il numero di coloro che hanno deciso di fare business in Inghilterra.
Ma come aprire una Ltd inglese e quali sono tutti i vantaggi? Ltd inglese: cosa è e come funziona Prima di scendere più nel dettaglio e di capire come aprire una Ltd inglese è bene precisare che quando si fa riferimento a questa forma societaria si sta parlando di un’azienda molto simile all’italiana Srl, anche se le semplificazioni rispetto ad es [...]

Continua a leggere

Oro è Questa la Moneta più Sicura

L'oro è considerato come una moneta senza confini essendo facilmente monetizzabile in ogni parte del mondo

L'oro è considerato come una moneta senza confini essendo facilmente monetizzabile in ogni parte del mondo, ciò che caratterizza questo prezioso metallo è la sua non facile reperibilità.
Questa sua scarsità se da un lato ne impedisce una diffusione capillare come avviene per le valute tradizionali che hanno solo bisogno di essere stampate, da un lato ne garantisce il valore difeso appunto dalla sua difficile reperibilità che lo rende a tutti gli [...]

Continua a leggere