Casa > Arredamento

Grande praticità con il portasapone liquido

La praticità del portasapone liquido

Ci siamo mai domandati perché le stanze da bagno degli hotel o delle strutture ricettive presentano portasapone liquido piuttosto che il piattino con la classica saponetta?
Innanzitutto è una questione di igiene ma non è il solo fattore che incide nella scelta di un dispenser.
L'ambiente deve essere curato nei minimi particolari ed il portasapone liquido, reperibile in diverse forme e molteplici materiali, è un elemento che deve fare arredamento in modo semplice e chic.
Anche nelle stanze da bagno residenziali si cerca di ottenere ambienti eleganti e raffinati anche perché il bagno è diventato una delle stanze dove si trascorre del tempo per dedicarsi alla cura del corpo e per rilassarsi.
L'ambiente deve apparire confortevole e ricco di accessori complementari che si adattino al colore delle pareti, delle tende o del portabiancheria ed il portasapone liquido è l'accessorio giusto e più utilizzato nella stragrande maggioranza delle abitazioni.
Viene posizionato, solitamente, accanto al lavabo, al bidet o alla vasca da bagno e diventa un componente di grande effetto.

Accessorio molto apprezzato

Se è vero che il piattino con la classica saponetta mette in risalto la forma, la tonalità del sapone e eventuali incisioni, è anche vero che questa metodica risulta assai poco igienica perché il sapone viene manipolato da tutti e c'è la possibilità della formazione di germi e batteri.
Il dispenser, al contrario, eroga il sapone liquido contenuto all'interno con un semplice tocco e preserva il sapone.
Inoltre, il portasapone liquido viene sapientemente dosato evitando inutili sprechi e permettendo una maggiore durata del contenuto.
Da qualche anno quest'accessorio è molto apprezzato non solo a livello di igiene ma anche perché esistono tantissimi modelli in svariati materiali che arricchiscono la stanza da bagno e la rendono elegante e raffinata.
Quest'oggettino va scelto con la dovuta cura nei differenti materiali proposti dalle aziende realizzatrici per soddisfare gusti e preferenze di ogni utilizzatore.

Quale materiale scegliere

I portasapone vengono prodotti in una vasta gamma di materiali come la delicata ceramica, la pietra, il vetro o il legno ed ogni contenitore si adegua allo stile degli altri accessori presenti in bagno.
Le proposte sono davvero tante ed alcune a prezzi scontatissimi e gli elementi entrano in perfetta armonia con l'ambiente in cui vengono inseriti.
Il vetro, per esempio, si adatta benissimo nelle stanze da bagno minimali mentre il legno regala la calda sensazione di accoglienza.
Il dispenser più utilizzato è quello in ceramica assai pratico, delicato e semplicissimo.
Chi ama la rusticità anche in bagno può optare per un portasapone liquido in pietra con taglio liscio o grezzo e ogni elemento ha il pregio di apportare un tocco di personalità alla stanza da bagno.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Stufe a pellet

Una scelta ecologica e conveniente

Per il riscaldamento degli ambienti domestici, oggi sono tantissimi gli utenti che decidono di optare per le moderne stufe a pellet.
Queste sono pulite, efficienti e potenti a sufficienza per riscaldare appartamenti di medie e grandi dimensioni.
Le stufe a pellet bruciano i classici cilindri di segatura di legno essiccato e compresso, i cui inquinanti emessi nell’atmosfera a seguito della combustione sono decisamente marginali rispetto le tradizi [...]

Continua a leggere

Avere gusto per gli asciugamani

Scegliere gli asciugamani Nella stanza da bagno anche la scelta degli asciugamani è importante in quanto può mostrare il nostro gusto, il nostro stile, e dare un tocco di personalità alla stanza.
Si devono scegliere asciugamani in tinta col colore delle piastrelle, ad esempio se le piastrelle sono in tinta unita si possono scegliere asciugamani della stessa tinta ma fantasia o magari fare un contrasto con una tinta unita contrastante, come bianco [...]

Continua a leggere

Porte blindate: quali detrazioni sono disponibili e come ottenerle

Fino al 31 dicembre 2017, l’installazione di porte blindate è passabile di detrazione fiscale IRPEF del 50%.
Ecco chi può ottenere tale detrazione e come.
  Se state pensando di sostituire le vostre porte blindate e volete sapere se è possibile godere di detrazioni fiscali, allora ci sono buone notizie! Secondo l’art.16-bis del Dpr 917/86°, la vecchia detrazione, pari al 36%, fino al 31 dicembre sarà invece del 50%, anche per inferriate e serrame [...]

Continua a leggere