Economia e Lavoro > Finanza

I fondi comuni di investimento

I fondi comuni d'investimento rappresentano una preziosa risorsa al servizio del risparmio delle famiglie e della crescita del sistema economico da oltre cinquant'anni. Il loro contributo allo sviluppo di un moderno mercato di capitali è stato fondamentale e oggi sono protagonisti di primo piano nell'offerta dei servizi di gestione professionale del risparmio. Andiamo a vedere un po' più nel dettaglio come funziona un fondo di questo tipo grazie all'articolo di economicamente.org

Un fondo comune d'investimento è un patrimonio collettivo dove confluisce il risparmio di una pluralità di investitori e gestito da professionisti dell'investimento, creato con lo scopo primario di ottenere vantaggi in termini di rendimento, minimizzazione dei costi, diversificazione del portafoglio e maggiore potere contrattuale durante la negoziazione delle singole attività finanziarie. Le risorse versate dai sottoscrittori del fondo costituiscono un patrimonio separato da quello della società di gestione ed è gestito in monte, cioè in maniera unitaria. Ogni investitore è proprietario della propria quota, ma indipendentemente dall'entità di essa, tutti i partecipanti hanno gli stessi diritti, in particolare beneficiano della stessa performance realizzata in certo arco temporale.

Nello schema organizzativo di un fondo sono quattro i centri di imputazione di interessi.
1) I fondisti o risparmiatori che partecipano al fondo mediante il  versamento di una quota.

2) La società di gestione del risparmio (SGR) è la società per azioni aventi sede legale e direzione generale in Italia  costituita su iniziativa di banche, compagnie di assicurazione o grandi società  finanziarie. Ha la funzione di avviare il fondo, stabilirne il regolamento e  gestirne il portafoglio, svolge quindi tutti i compiti che normalmente  dovrebbe svolgere un investitore, in particolare la scelta dei titoli e il  controllo dell'evoluzione del portafoglio in modo da mantenerlo ad un livello  ottimale.

3) La banca depositaria è la banca presso la quale il fondo viene depositato e svolge la funzione di  custodire materialmente i titoli del portafoglio con lo scopo di controllare la  legittimità e la correttezza delle operazioni svolte (emissione e rimborso della  quota del fondo, destinazione dei proventi, calcolo del valore della quota...) realizzate dalla SGR nel pieno rispetto della legge e del regolamento del  fondo.

4) La rete di vendita delle quote è costituita da banche e/o società d'intermediazione mobiliare (SIM).  Le banche operano attraverso i consulenti finanziari presenti negli sportelli  delle filiali, le SIM invece si avvalgono dell'attività dei promotori finanziari  mediante un rapporto personalizzato con i risparmiatori.

 


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Oro Fisico o Oro Azionario, Quale Investimento in Oro è Migliore ?

L'investimento in oro è il più antico metodo utilizzato per conservare valore, la millenaria storia dell'oro non ha ne precedenti ne termini di paragone con qualsiasi altro metallo.

L'investimento in oro è il più antico metodo utilizzato per conservare valore, la millenaria storia dell'oro non ha ne precedenti ne termini di paragone con qualsiasi altro metallo.
L’oro possiede caratteristiche e peculiarità che li hanno permesso di imporsi in svariati ambiti nei quali è riuscito a soddisfare le esigenze umane meglio di qualsiasi altro metallo.
Anche per quanto riguarda gli investimenti l’oro ha saputo essere il metallo perfett [...]

Continua a leggere

Gli interscambi commerciali dell’Italia

L’economia italiana deve una buona parte della sua crescita e stabilità al commercio estero, soprattutto europeo, motivo per cui la maggior parte delle imprese italiane non può prescindere dall’attivare una partita IVA comunitaria.
I dati più recenti sull’export (novembre 2017) confermano un trend positivo anche rispetto al trimestre precedente (maggio – ottobre 2017) e un’ottima performance degli interscambi commerciali in Italia.
I dati sull’ex [...]

Continua a leggere

Aprire una Ltd inglese

Negli ultimi anni, è aumentato il numero di coloro che hanno deciso di fare business in Inghilterra.
Ma come aprire una Ltd inglese e quali sono tutti i vantaggi? Ltd inglese: cosa è e come funziona Prima di scendere più nel dettaglio e di capire come aprire una Ltd inglese è bene precisare che quando si fa riferimento a questa forma societaria si sta parlando di un’azienda molto simile all’italiana Srl, anche se le semplificazioni rispetto ad es [...]

Continua a leggere