Economia e Lavoro > Finanza

I fondi comuni di investimento

I fondi comuni d'investimento rappresentano una preziosa risorsa al servizio del risparmio delle famiglie e della crescita del sistema economico da oltre cinquant'anni. Il loro contributo allo sviluppo di un moderno mercato di capitali è stato fondamentale e oggi sono protagonisti di primo piano nell'offerta dei servizi di gestione professionale del risparmio. Andiamo a vedere un po' più nel dettaglio come funziona un fondo di questo tipo grazie all'articolo di economicamente.org

Un fondo comune d'investimento è un patrimonio collettivo dove confluisce il risparmio di una pluralità di investitori e gestito da professionisti dell'investimento, creato con lo scopo primario di ottenere vantaggi in termini di rendimento, minimizzazione dei costi, diversificazione del portafoglio e maggiore potere contrattuale durante la negoziazione delle singole attività finanziarie. Le risorse versate dai sottoscrittori del fondo costituiscono un patrimonio separato da quello della società di gestione ed è gestito in monte, cioè in maniera unitaria. Ogni investitore è proprietario della propria quota, ma indipendentemente dall'entità di essa, tutti i partecipanti hanno gli stessi diritti, in particolare beneficiano della stessa performance realizzata in certo arco temporale.

Nello schema organizzativo di un fondo sono quattro i centri di imputazione di interessi.
1) I fondisti o risparmiatori che partecipano al fondo mediante il  versamento di una quota.

2) La società di gestione del risparmio (SGR) è la società per azioni aventi sede legale e direzione generale in Italia  costituita su iniziativa di banche, compagnie di assicurazione o grandi società  finanziarie. Ha la funzione di avviare il fondo, stabilirne il regolamento e  gestirne il portafoglio, svolge quindi tutti i compiti che normalmente  dovrebbe svolgere un investitore, in particolare la scelta dei titoli e il  controllo dell'evoluzione del portafoglio in modo da mantenerlo ad un livello  ottimale.

3) La banca depositaria è la banca presso la quale il fondo viene depositato e svolge la funzione di  custodire materialmente i titoli del portafoglio con lo scopo di controllare la  legittimità e la correttezza delle operazioni svolte (emissione e rimborso della  quota del fondo, destinazione dei proventi, calcolo del valore della quota...) realizzate dalla SGR nel pieno rispetto della legge e del regolamento del  fondo.

4) La rete di vendita delle quote è costituita da banche e/o società d'intermediazione mobiliare (SIM).  Le banche operano attraverso i consulenti finanziari presenti negli sportelli  delle filiali, le SIM invece si avvalgono dell'attività dei promotori finanziari  mediante un rapporto personalizzato con i risparmiatori.

 


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Come aprire un conto in Austria

Chi espatria e si trasferise in Austria troverà un passaggio senza intoppi.
L'Austria è una nazione ricca e conosciuta per la sua ospitalità e il multiculturalismo.
Vienna, la capitale austriaca, detiene un quarto della popolazione del paese.
Una delle prime cose che ti serve quando arrivi è un conto bancario austriaco.
  Quali documenti servono per aprire un conto corrente in Austria? L'apertura di un conto bancario in Austria è abbastanza sempl [...]

Continua a leggere

Conto online svizzero

Molti si chiederanno come aprire conto un corrente online in Svizzera.
Questo è molto semplice, basta contattare una banca svizzera e chiedere di aprire un conto presso di loro, tutte hanno l'e-banking che permette anche di risparmiare sui costi di gestione dello stesso.
Solamente si può fare solo da residenti.
Quindi se si risiede in Svizzera o se si ha una ditta in Svizzera si può tranquillamente procedere all'apertura di un conto come si fa an [...]

Continua a leggere

Società offshore a Panama

Ogni paese per conformarsi al cartello OCSE dei paesi con tasse elevate ha installato lo scambio automatizzato di informazioni come obbligo per le banche, che funzionerà almeno in Europa, così come in alcuni mercati emergenti.
Naturalmente, il costrutto può anche - in alcuni casi - non riuscire.
Poi ci sono gli accordi internazionali in materia di reciproca assistenza in materia fiscale - la cosiddetta "assistenza amministrativa reciproca in mate [...]

Continua a leggere