Edilizia e Costruzioni

I principali legni utilizzati per porte e serramenti

Casa nuova? Necessità di rinnovare? Tra i dilemmi più ricorrenti uno riguarda il materiale da utilizzare per la realizzazione di porte e serramenti. Qualora li vogliate di legno, si apre dinanzi ai vostri occhi un'infinità di alternative. Esaminiamo ora nel dettaglio alcune tra le tipologie più comuni e consigliate.

 

Il legno di castagno

Il castagno è una pianta arborea dalla cima rigogliosa e tondeggiante: la sua altezza varia dai 10 ai 30 metri. Il suo legno, leggero e robusto seppur ricco di venature, trova numerose varietà d’utilizzo grazie alla sua malleabilità: per l’ambiente domestico, in particolare, è fortemente consigliato per la realizzazione dei serramenti, in quanto molto resistente all’umidità e all’azione degli agenti atmosferici.

 

Il legno di noce europeo (o nazionale)

Il noce è un albero solido e maestoso (può raggiungere i 30 metri d’altezza): il suo pregiato legno è utilizzato principalmente per la produzione di mobili ma è adatto anche per gli infissi, vista la sua elevata resistenza e facilità di lavorazione. Facilmente riconoscibile dal colore bruno e dalle evidenti venature e sfumature che tendono al nero, il legno di noce nazionale è un’alternativa massiccia, robusta e di sicuro impatto visivo per i serramenti e le porte della vostra abitazione.

 

Il legno di rovere

Il rovere appartiene alla famiglia delle querce, può vivere fino a 800 anni e arrivare a 30-40 metri d’altezza. Dal suo fusto si ricava un legno di pregio, di un colore bruno che tende al giallo con il passare tempo: molteplici i suoi utilizzi, dall’edilizia alla mobilia, dai parquet ai cantieri navali. Molto comune, inoltre, è la costruzione di botti di rovere, nelle quali invecchiare vini e distillati. Una porta in rovere è il giusto complemento d’arredo per un ambiente dal design minimale e contemporaneo, per la sua durevolezza e resistenza agli urti.

 

Come scegliere?

Decidere quale tipologia utilizzare nella propria abitazione è sempre un processo molto elaborato e complesso, tuttavia un’azienda specializzata nella lavorazione del legno saprà consigliarvi nel migliore dei modi, indicandovi l’essenza più adatta alle vostre esigenze.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Architettura: lo stile dei nuovi spazi abitativi

L’avevi mai pensato? La tua abitazione può accrescere i propri spazi e concederti metrature più ampie anche solo ripensando zone e stanze già esistenti.
Reduci dai lunghi mesi di lockdown durante l’epidemia di Corona virus, gli italiani hanno infatti iniziato a ripensare alla propria abitazione come un giaciglio sicuro e confortante.
Molti però hanno iniziato a pensare che gli spazi abitativi a loro disposizione non sono sufficienti.
Un’idea semp [...]

Continua a leggere

La gestione dei carichi pesanti in magazzino

Una soluzione efficace e sicura fornita da Kardex Remstar

Il principale problema di chi lavora all’interno di un magazzino ed è chiamato quotidianamente a prelevare e riporre prodotti dagli scaffali, è legato alle difficoltà che delle volte l’eccessivo peso o volume degli articoli comportano.
Quando arriva un ordine da parte di un cliente infatti, diventa necessario andare ad individuare l’esatto scaffale in cui si trova la merce, salire sulla scala e portarla a terra rapidamente nonostante il peso.
Ciò [...]

Continua a leggere

Studio di progettazione: cosa cambia nel progetto di fattibilità per gli appalti pubblici

Il processo edilizio di un’opera pubblica si suddivide in una serie di fasi cui la progettazione rappresenta quella iniziale e il progetto di fattibilità tecnica ed economica (ex progetto preliminare) il punto di partenza.    Progetto di fattibilità: cosa dice il Nuovo Codice Appalti   La progettazione, ossia la fase in cui vengono individuate le caratteristiche ed il contenuto dell’opera, in materia di lavori pubblici si articola, secondo tre li [...]

Continua a leggere