Edilizia e Costruzioni

I principali legni utilizzati per porte e serramenti

Casa nuova? Necessità di rinnovare? Tra i dilemmi più ricorrenti uno riguarda il materiale da utilizzare per la realizzazione di porte e serramenti. Qualora li vogliate di legno, si apre dinanzi ai vostri occhi un'infinità di alternative. Esaminiamo ora nel dettaglio alcune tra le tipologie più comuni e consigliate.

 

Il legno di castagno

Il castagno è una pianta arborea dalla cima rigogliosa e tondeggiante: la sua altezza varia dai 10 ai 30 metri. Il suo legno, leggero e robusto seppur ricco di venature, trova numerose varietà d’utilizzo grazie alla sua malleabilità: per l’ambiente domestico, in particolare, è fortemente consigliato per la realizzazione dei serramenti, in quanto molto resistente all’umidità e all’azione degli agenti atmosferici.

 

Il legno di noce europeo (o nazionale)

Il noce è un albero solido e maestoso (può raggiungere i 30 metri d’altezza): il suo pregiato legno è utilizzato principalmente per la produzione di mobili ma è adatto anche per gli infissi, vista la sua elevata resistenza e facilità di lavorazione. Facilmente riconoscibile dal colore bruno e dalle evidenti venature e sfumature che tendono al nero, il legno di noce nazionale è un’alternativa massiccia, robusta e di sicuro impatto visivo per i serramenti e le porte della vostra abitazione.

 

Il legno di rovere

Il rovere appartiene alla famiglia delle querce, può vivere fino a 800 anni e arrivare a 30-40 metri d’altezza. Dal suo fusto si ricava un legno di pregio, di un colore bruno che tende al giallo con il passare tempo: molteplici i suoi utilizzi, dall’edilizia alla mobilia, dai parquet ai cantieri navali. Molto comune, inoltre, è la costruzione di botti di rovere, nelle quali invecchiare vini e distillati. Una porta in rovere è il giusto complemento d’arredo per un ambiente dal design minimale e contemporaneo, per la sua durevolezza e resistenza agli urti.

 

Come scegliere?

Decidere quale tipologia utilizzare nella propria abitazione è sempre un processo molto elaborato e complesso, tuttavia un’azienda specializzata nella lavorazione del legno saprà consigliarvi nel migliore dei modi, indicandovi l’essenza più adatta alle vostre esigenze.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Tunnel agricoli permessi: tutto quello che devi sapere

Nel momento in cui si pensa di acquistare un tunnel in pvc come copertura agricola, è necessario seguire un iter preciso in cui ci sono molti da rispettare.
Scopriamo insieme tutto quello che c'è da sapere.
Cosa sono i tunnel agricoli I tunnel agricoli in pvc sono strutture studiate per venire incontro alle esigenze di tutti coloro che operano nel mondo agricolo o zootecnico.  Si tratta di coperture utili per le aziende che hanno bisogno di ulter [...]

Continua a leggere

Sostituzione caldaia

A chi rivolgersi

Quanto costa la manutenzione ordinaria della caldaia? Se ti stai chiedendo quali sono i Costi Idraulico Roma e stai cercando un Idraulico Economico Roma o un Idraulico Roma Pronto Intervento, allora devi sapere che il costo della manutenzione ordinaria della caldaia va dai 60 agli 80 euro.
Il prezzo sale oltre i 100€ se, invece, si vogliono verificare le emissioni.
Tuttavia, l’Assistenza Caldaie Roma comprende altre spese a cui pensare dopo aver [...]

Continua a leggere

Cos’è un edificio a energia quasi zero?

Un edificio NZEB (Nearly Zero Energy Building) è un edificio che consuma pochissima energia. Le qualità di un edificio simile sono numerose, sia per i suoi abitanti che per l’ambiente: vediamone alcun

Nearly Zero Energy Building, ovvero edificio a energia quasi zero: così viene definita una costruzione che consuma pochissima energia per il riscaldamento, il raffrescamento, la produzione di acqua calda sanitaria, la ventilazione e l’illuminazione.
Non un’utopia, ma una realtà che interessa sempre più città in Italia e in Europa.
Il Parlamento Europeo ha introdotto una direttiva, la 31/2010/CE, che definisce le caratteristiche degli edifici NZEB [...]

Continua a leggere