Edilizia e Costruzioni

I principali legni utilizzati per porte e serramenti

Casa nuova? Necessità di rinnovare? Tra i dilemmi più ricorrenti uno riguarda il materiale da utilizzare per la realizzazione di porte e serramenti. Qualora li vogliate di legno, si apre dinanzi ai vostri occhi un'infinità di alternative. Esaminiamo ora nel dettaglio alcune tra le tipologie più comuni e consigliate.

 

Il legno di castagno

Il castagno è una pianta arborea dalla cima rigogliosa e tondeggiante: la sua altezza varia dai 10 ai 30 metri. Il suo legno, leggero e robusto seppur ricco di venature, trova numerose varietà d’utilizzo grazie alla sua malleabilità: per l’ambiente domestico, in particolare, è fortemente consigliato per la realizzazione dei serramenti, in quanto molto resistente all’umidità e all’azione degli agenti atmosferici.

 

Il legno di noce europeo (o nazionale)

Il noce è un albero solido e maestoso (può raggiungere i 30 metri d’altezza): il suo pregiato legno è utilizzato principalmente per la produzione di mobili ma è adatto anche per gli infissi, vista la sua elevata resistenza e facilità di lavorazione. Facilmente riconoscibile dal colore bruno e dalle evidenti venature e sfumature che tendono al nero, il legno di noce nazionale è un’alternativa massiccia, robusta e di sicuro impatto visivo per i serramenti e le porte della vostra abitazione.

 

Il legno di rovere

Il rovere appartiene alla famiglia delle querce, può vivere fino a 800 anni e arrivare a 30-40 metri d’altezza. Dal suo fusto si ricava un legno di pregio, di un colore bruno che tende al giallo con il passare tempo: molteplici i suoi utilizzi, dall’edilizia alla mobilia, dai parquet ai cantieri navali. Molto comune, inoltre, è la costruzione di botti di rovere, nelle quali invecchiare vini e distillati. Una porta in rovere è il giusto complemento d’arredo per un ambiente dal design minimale e contemporaneo, per la sua durevolezza e resistenza agli urti.

 

Come scegliere?

Decidere quale tipologia utilizzare nella propria abitazione è sempre un processo molto elaborato e complesso, tuttavia un’azienda specializzata nella lavorazione del legno saprà consigliarvi nel migliore dei modi, indicandovi l’essenza più adatta alle vostre esigenze.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Cosa Fa un Architetto?

Mansioni, Specializzazioni e Studi per Diventare un Professionista dell'Architettura

Con la parola "architetto" indichiamo quel professionista capace di immaginare e progettare un edificio.
Si tratta di una figura ibrida, se così possiamo scrivere: da un lato, deve essere pragmatico, vale a dire deve essere in grado di risolvere ogni problema, deve essere capace di gestire e guidare la realizzazione del suo progetto e deve assicurare al committente un risultato che sia funzionale alle sue esigenze.
D'altra parte, tuttavia, l'arch [...]

Continua a leggere

Storia e usi dell’amianto

Dal secolo scorso ad oggi

Il termine asbesto o asbestinon, in greco significa immacolato, ma anche incorruttibile, perpetuo, inestinguibile.
Plinio il Vecchio definisce l’amianto come sostanza rara e pregiata, impiegata per la confezione dei manti funebri dei re.
Una credenza popolare voleva che l’amianto fosse la lana della salamandra grazie alla quale l’animale poteva sfidare il fuoco senza danno. “L’amianto, simile all’allume, non si consuma a causa del fuoco; esso res [...]

Continua a leggere

SolarGaps24

Le tapparelle fotovoltaiche il futuro dell'energia solare

Desideri sfruttare la luce solare per produrre energia ma non hai la possibilità di montare dei costosi pannelli solari?  Le tapparelle fotovoltaiche sono l'ultima innovazione nel campo dell'ecosostenibilità e richiedono un costo, e uno spazio, decisamente minore rispetto ai tradizionali pannelli solari, pur offrendo gli stessi vantaggi.  Le tapparelle intelligenti regolabili tramite app Sfruttare l'energia solare è il primo passo verso un futuro [...]

Continua a leggere