Economia e Lavoro > Professioni

I professionisti della sicurezza sul lavoro

Il tema della sicurezza sul lavoro è sempre più sentito sia per i lavoratori che per i titolari d’azienda. Con la formazione obbligatoria  e specifica, tutte le aziende hanno dovuto mettersi in regola per evitare sanzioni e incidenti sul posto di lavoro. Molte aziende si affidano a società esterne che possano seguire l’attività durante tutto il percorso di formazione e, soprattutto in città più grandi non sarà difficile trovare la professionalità di aziende che offrono competenza e professionalità. È Il caso di Us Group, società di consulenza sicurezza sul lavoro a Roma che offre supporto per corsi e progettazione di formazione.

Come diventare professionista della sicurezza

Chi si occupa di sicurezza sul lavoro ha a che fare ogni giorno con norme, regolamenti nazionali ed europei,  direttive, che riguardano il tema della sicurezza.

Chi lavora in questo ambito deve necessariamente conoscere il Testo Unico sulla Sicurezza con i suoi 306 articoli e 51 allegati, che mira a disciplinare le numerose fattispecie che possono presentarsi all’interno di un luogo di lavoro. Ma quali sono le professioni che si possono intraprendere? Di certo una soluzione è quella di diventare:

  • Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione o formatore della sicurezza (RSPP esterno) o formatore: i requisiti minimi necessari per intraprendere il percorso per diventare RSPP questi sono stabiliti dall’articolo 32 del D. Lgs. 81/08 e prevedono che il professionista debba avere un titolo di studio non inferiore a un diploma di scuola secondaria superiore e aver conseguito un attestato di frequenza a corsi specifici.
  • Per diventare invece formatore i requisiti possono essere rintracciati nel Decreto 6 marzo 2013. Tali requisiti prevedono che il formatore sia in possesso di un prerequisito formativo, diploma di scuola secondaria di secondo grado, e di uno tra sei criteri inerenti istruzione e formazione del formatore, e precedenti esperienze come formatore.

L’aggiornamento

Quando si parla di sicurezza sul lavoro, si parla di uan una materia viva e mutevole che va costantemente aggiornata al fine di integrare, specificare o abrogare precedenti norme, con l’obiettivo di adattare la Legge alle mutevoli condizioni sociali e tecnologiche che inevitabilmente caratterizzano la nostra società. Ecco perchè è necessario un aggiornamento continuo, per ogni posizione si voglia ricoprire.

Per quanto concerne i corsi di aggiornamento, tanto nel caso del professionista che vuole ricoprire il ruolo di Rspp quanto nel caso del formatore della sicurezza, questi devono seguire corsi che possano rilasciare un attestato valido e che preveda un programma specifico.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Logistica di magazzino: perché scegliere il conto terzi

Esternalizzare la gestione logistica del magazzino permette alle aziende di usufruire di spazi, strumenti e personale dei quali altrimenti non potrebbero disporre.

Per le aziende la logistica è una cosa strana: non è la loro attività principale, eppure da essa dipende buona parte della riuscita dei propri servizi.
E questa situazione mette in seria difficoltà le piccole imprese, che spesso non dispongono delle risorse per occuparsi in modo corretto del magazzino, ma, dall’altra parte, non possono permettersi di non darvi il giusto peso.
  E allora che si fa? Semplice, ci si affida ai servizi in conto terzi. [...]

Continua a leggere

Ferramenta in Italia, diffusione e prodotti

Nel nostro Paese se ne servono tante persone, dai professionisti fino ai semplici appassionati di bricolage e "fai da te", i negozi di ferramenta rappresentano un punto di riferimento per tutti coloro che devono svolgere lavori di vario genere e necessitano quindi di prodotti o utensili per effettuarli.
Si ritrovano dalle grandi città come Roma, come ad esempio con Tecnoferr nella Capitale, fino alle più piccole località della penisola.
Un tipo d [...]

Continua a leggere

Spedizioni isotermiche di farmaci: più sicurezza in 5 step

Come tutte le attività di logistica del freddo, anche le spedizioni isotermiche di farmaci devono essere organizzate alla perfezione.

Se la catena del freddo si chiama catena, un motivo c’è: ogni parte è collegata e la sicurezza dell’intero percorso dipende dalla capacità di ogni sua componente.
Questo vale anche per le spedizioni isotermiche di farmaci, trasporto davvero delicato e che rischia di avere effetti disastrosi se effettuato in modo scorretto.
  Vediamo quindi quali sono i passaggi fondamentali per realizzare un sistema di trasporto perfetto.
  Definire i passaggi lo [...]

Continua a leggere