Viaggi e Vacanze > Hotels

I sentieri più belli di Torino, da fare a piedi o in mountain bike

Torino rappresenta sicuramente una delle città più industrializzate d'Italia, la sua freneticità e il tram tram quotidiano camuffano in qualche modo il suo animo naturalistico, caratterizzato da fiumi, laghi, ed esilaranti parchi dove il tempo sembra scorrere lentamente ma, nonostante ciò, numerosi rimangono i sentieri da fare a piedi o in mountain bike, le strade sterrate da percorrere immersi nel verde, caratterizzate da immense estensioni di vigneti, sentieri caratteristici e suggestivi tra castelli ed abazie, percorsi unici ed irripetibili che caratterizzano questa magnifica città.

Tra i sentieri più suggestivi di Torino vi è quello che va’ dal parco Leopardi fino al colle della Maddalena comunemente conosciuto come il Sentiero dei Parchi, un percorso lungo sei chilometri percorribile in tre ore al massimo. Si parte nei pressi del centro, molto comodo quindi anche per i turisti che possono approfittare dei numerosi alloggi presenti come https://looktosuite.it/ dove poter soggiornare.

Il percorso è molto semplice e caratterizzato da segnaletica: si costeggia il fiume passando per il ponte Isabella, poi, salendo, si incontra il Faro della Vittoria al colle della Maddalena. La particolarità di questo percorso è che si attraversano ben tre parchi percorrendo una delle zone più belle della collina che da secoli rappresenta da sempre luogo di residenza dell'aristocrazia Torinese. Una volta giunti alla meta rappresentata dalla Maddalena è possibile una sosta anche prolungata tra bar e ristoranti e se lo si desidera un autobus, e più precisamente il 70, percorre la strada inversa.

Ritrovarsi completamente immersi nella natura partendo dal parco Europa per poi giungere all' Eremo dei Camaldolesi è un'esperienza unica. I fitti boschi che fanno parte della Val Pattonera rendono questo percorso una vera e propria esperienza che passa per Cavoretto e fa fantastica Balconata di Parco Europa. Praticamente si parte dalla strada Villa Zanetti, una via prevalentemente in salita caratterizzata numerose villette che la costeggiano giungendo poi dinanzi al cimitero di Cavoretto, questo è l'unico tratto di stara asfaltata in cui ci si imbatte perché poi ci si inoltra in Parco Europa caratterizzato da vialetti sterrati che portano verso la terrazza sommitale.

Costeggiando ed ammirando le immense di stese di orti è possibile avventurarsi nel bosco per raggiungere uno dei tanti ingressi del Parco della Maddalena, sarà fantastico percorrere una lunghissima discesa fino a giungere l'Eremo dei Camaldolesi. Il percorso richiede sicuramente un po’ di impegno ed è possibile farlo sia in mountain bike che a piedi.

Per gli amanti dell'asfalto Torino offre un percorso alquanto robusto ma ricco di soddisfazioni che dai piedi della collina porta fino a Superga ammirando antiche cascine e paesaggi suggestivi. Piazza Giovanni Delle Bande Nere è il punto di partenza percorrendo la strada Mongreno ad un tratto bisogna girare verso Cartman e percorrerla fino a giungere Tetti Lancia, da qui bisogna raggiungere Tetti Bertoglio percorrendo una salita che porta ad un grandissimo terrazzo di una villa risalente al 700 che offre una magnifica vista su tutta la città, molto suggestiva ed appagante dopo gli sforzi fatti per raggiungerla.

Il percorso però non termina qui, dopo questa intensa sosta ad ammirare bisogna fare il pieno di energie per un ultimo sforzo che prevede la salita di una caratteristica scalinata che porta a Superga dove è possibile ammirare la Basilica simbolo della collina Torinese, Qui è possibile fare una tappa di ristoro ed ammirare i vari panorami che si presentano ad ogni angolo.

Forse il sentiero più completo è quello da percorrere tra i boschi della collina che porta dal Po a Superga, la particolarità di questo sentiero è che può essere chiuso a cerchio utilizzando la strada di Valle di Costa Parigi, dalla quale è possibile ammirare caratteristiche cascine. Dal corso Casale che si trova esattamente al confine con San Mauro, scendendo con la Tranvia è possibile ammirare il Monte dei Cappuccini ed una breve visita al Museo Nazionale Della Montagna Duca Degli Abruzzi è obbligatoria per chi vuole assaporare in pieno i valori del territorio torinese, questa nasce come vedetta alpina precisamente nel 1874, convertito in museo nei 1968 che oltre a godere di una splendida collezione è anche luogo di mostre temporanee anche se il vero fiore all'occhiello è la torretta panoramica che offre una vista mozzafiato.

Torino non è solo traffico ed industrie, essa offre uno splendido territorio dotato di immensi spazi verdi e viste mozzafiato, per non parlare poi dei meravigliosi parchi e sentieri suggestivi, una città da vivere con passione ed amore, da non dimenticare che essa è la città più verde d'Italia dotata di pendii boscosi parchi naturali e sentieri incantevoli.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

La storia di Malta

A Malta, Patrimonio Unesco, l'Europa incontra l'Africa A Malta non ci sono montagne, foreste e fiumi.
In quest’isola posizionata tra la Sicilia e il Nord Africa, molte civiltà hanno lasciato una solida impronta.
Prima ancora dei Fenici che approdarono sull'isola, vi era una civiltà di cui non si sa nulla ma che è rimasta 7000 anni, lasciando come testimonianza della loro presenza dei templi in pietra che sono tra i più antichi al mondo.
Così, nel [...]

Continua a leggere

Il residence a Lazise

Residence Corte San Carlo

Attraverso il  restauro di un’antica “residenza per villeggiatura” nasce il residence Corte San Carlo a Lazise.
Immersa nel verde delle dolci colline di Colà nell’entroterra del lago di Garda, l’edificio mantiene inalterata la sua immagine originale risalente al 1816.
Si caratterizza per una rara posizione panoramica vicina al noto Parco Termale.
All’interno del residence potrete trovare tutto quel che serve per poter vivere il piacere del relax. [...]

Continua a leggere

Come gestire un hotel: la soddisfazione dei clienti

Chiunque si rechi in una struttura alberghiera si aspetta di trovare nella propria camera condizioni vivibili e rilassanti: la presentazione della stanza è il primo decisivo biglietto da visita in tal senso.
Un ambiente pulito, moderno e adatto alle esigenze del viaggiatore è l’ideale, specialmente in un’epoca dove, tra TripAdvisor e Booking, ogni ospite è un potenziale e implacabile recensore.
I giudizi online sono la cartina tornasole della vos [...]

Continua a leggere