Cucina > Cibi

I sottopiatti e le regole per impiattare

Impiattare un buon cibo è la prima regola per rendere una semplice pietanza un pasto davvero invitante. L’aspetto accattivante prepara il corpo ad assorbire i nutrienti: il cibo bello, quindi, è anche molto più sano!
Innanzitutto bisogna partire dalla cottura dell’alimento, dai colori che si ha intenzione di disporre sul piatto e sulla tavola, dal gioco di consistenze e dalle guarnizioni che avranno il compito di aumentare l’appeal visivo. Colori, dicevamo: se mettete una pasta in bianco su un piatto giallo tenue l’impressione sarà quella di avere di fronte un semplice pasto a base di amido. Se a decorarlo ci sono un filo d’olio, del basilico, dei pomodorini tagliati in quattro e qualche scaglia di formaggio allora il pranzo diventa straordinario!
Anche nella scelta dei piatti bisogna fare attenzione sia all’aspetto cromatico che al design: un supporto bianco non andrà a competere con le pietanze e invece le esalterà nel modo giusto. L’ispirazione per impiattare deriverà direttamente dal cibo che state cucinando, la disposizione, gli spazi vuoti, le decorazioni. La coordinazione potrà essere resa elegante abbinando i sottopiatti al tono della tovaglia, le posate allo stile dell’occasione, il centro tavola al resto della stanza.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Il rito del brunch

Il brunch è una moda sempre più presente nella cultura italiana, già a partire da qualche anno.

E’ un rito riservato al week-end, quando lontani dalle preoccupazioni della settimana lavorativa, ci si concedono ritmi più rilassati alzandosi più tardi e consumando un pasto unico a mattinata inoltrata che sazia fino alla cena.
  Le origini e la diffusione del nuovo pasto Il termine brunch è un neologismo che deriva dalla fusione delle parole inglesi breakfast e lunch, ovvero colazione e pranzo.
Le radici concettuali del termine risalgono alla [...]

Continua a leggere

Un viaggio fra i sapori della Sardegna

La Sardegna è un’isola ricca di storia e cultura.

Chi ha avuto la fortuna di conoscere questa terra spettacolare ricca di paesaggi mozzafiato, sa anche che la Sardegna offre una quantità di piatti e bevande eccellenti.
Andiamo a scoprire alcuni dei cibi più gustosi e rinomati della tradizione sarda: La fregola, che in sardo vuol dire mollica di pane, è una pasta secca a forma di palline.
Si può condire in molti modi, ma sicuramente la ricetta migliore è quella con le telline e lo zafferano che s [...]

Continua a leggere

Spaghetti cacio e pepe

Origini ed evoluzione di una ricetta senza tempo

La nascita della ricetta degli spaghetti cacio e pepe affonda nella tradizione contadina e pastorale della campagna romana, quando i pastori impegnati nella transumanza usavano portarsi dietro dei semplici ingredienti a lunga conservazione e fonte di energia per ristorarsi e riscaldarsi dopo una lunga giornata di cammino con il bestiame.
Assieme a carbonara, gricia e amatriciana costituisce i primi piatti tipici della gastronomia romana, passando [...]

Continua a leggere