Ambiente e Natura

Il migliore amico dell’uomo: la storia di Hachiko insegna

Tutti (o quasi) abbiamo visto il film “Hachiko”, con protagonista Richard Gere, e tratto da una storia vera: quella di un cane di razza Akita, divenuto famoso in Giappone per via della sua fedeltà nei confronti del padrone.

Hachiko era stato trovato per strada quando era ancora un cucciolo da quello che poi sarebbe diventato il suo padrone e tra i due si instaurarono subito una complicità e un’alchimia uniche, a tal punto che il cane accompagnava il padrone alla stazione tutti i giorni e la sera, puntualmente, vi ritornava per aspettare il suo rientro.

La cosa si protrasse per un anno intero. Un giorno però, a causa di un infarto, il suo padrone morì; Hachiko lo aveva accompagnato come tutte le mattine alla stazione, ma la sera non lo vide più tornare. Questo non gli impedì di continuare a recarsi alla stazione ogni giorno per circa dieci anni: nonostante diversi (e vani) tentativi di affidare il cane ad altre persone, infatti, Hachiko scappava puntualmente verso la stazione per andare incontro al suo padrone, nella speranza di vederlo davvero tornare da lui.

Ormai, la gente della zona e i pendolari lo conoscevano e nessuno gli negava mai una carezza o un po’ di cibo. All’età di tredici anni Hachiko morì a causa di un tumore ai polmoni che aveva danneggiato anche il suo cuore. Alla stazione di Shibuya, nello stesso punto dove si appostava per aspettare il suo padrone, fu eretta una statua di bronzo in suo onore.

Ecco, il consiglio è quello di cercare di non guardare questo film da soli, perché se siete delle persone sensibili, vi struggerete. A maggior ragione se avete un cane.
Scherzi a parte, questo film tocca davvero il cuore e tutti dovrebbero vederlo: è la dimostrazione lampante di quanto grande e smisurato possa essere l’amore di un cane. Chi ne ha uno, lo sa.

È leale, affettuoso, non serba rancore, ama incondizionatamente e sarà fedele al suo padrone per tutta la vita. Non importa quanto lo si possa rimproverare, lui vi amerà comunque e lo sapete. Pensate, quindi, cosa potrebbe significare perderlo. Cosa accadrebbe se il vostro cane scappasse da casa? Il vuoto sarebbe incolmabile e troppo spesso capita di vedere per le città volantini su cani smarriti nella speranza di ritrovarli.

E che dire della tristezza che ci attanaglia al solo pensiero del giorno in cui lui non ci sarà più? Ecco, allora, che i ruoli si invertono e Hachiko siamo noi. Le persone non sono in grado di amare quanto un cane, ma averne uno, sicuramente, ci rende un po’ più simili a loro. Un po’ migliori, forse.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Dog.it

Alimentazione corretta per il tuo cane

Una alimentazione corretta ed equilibrata è di fondamentale importanza per far si che il nostro cane possa vivere a lungo ed in salute.
Mangiar bene infatti, consente al nostro amico a quattro zampe di evitare di andare incontro a tutte quelle patologie che solitamente si presentano quando gli si concede di mangiare tutto ciò che vuole, dagli avanzi della nostra tavola a prodotti per lui poco salutari quali cioccolato e snack di vario tipo.
Quand [...]

Continua a leggere

Animaletti di piccola taglia per piccoli appartamenti

Una delle classiche strenne di Natale: il dono di un animale domestico per i propri i figli.
In una vasta serie di offerte animali, quali sono i migliori animali da compagnia domestica?   Un animaletto domestico è sempre un regalo gradito, per grandi e bambini Regalare ai propri figli un animale da compagnia da tenere in casa, è uno dei classici doni/strenna delle festa natalizie, o della celebrazione del compleanno.
Tra le tante possibilità, esc [...]

Continua a leggere

Il giusto materiale per le cucce

In questo articolo parleremo del giusto materiale per le cucce e scopriremo perché il legno è quello migliore.
  Quali tipi di cucce esistono in commercio La cuccia è un elemento fondamentale per i nostri amici a quattro zampe ed è importante scegliere quella giusta non solo in base alla taglia del nostro pet, ma anche in base al materiale di cui è costituita.
Il mercato offre una vasta scelta, ma le cucce più diffuse sono in plastica, legno o me [...]

Continua a leggere