Tempo libero > Hobbies

Il mondo degli acquari

Gli acquari

Dopo la boccia l'acquario


La fiera e il primo pesciolino

Le fiere di paese hanno incantato grandi e bambini regalando momenti di intimità tra figli e genitori, oggi ohimè sempre più rari, terminati quasi sempre con un sacchettino di plastica trasparente contenente un pesciolino, magari pescato a caso in uno degli acquari improvvisati di qualche bancarella. Il primo animale nella grande percentuale dei casi a mettere piede, pardon pinne, in casa generalmente è un pesce rosso. L'amore per gli animali nei bambini è istintivo e la ritrosia dei genitori, che invece conoscono quale impegno occorra per curare un animale domestico, è altrettanto naturale. Il primo compromesso, o se si vuole, il primo cedimento, è per un pesciolino che, appena arrivati a casa, bisognerà mettere a suo agio, da qualche parte.

Dove mettere il pesce rosso?

Sicuramente la risposta sono gli acquari, perché, per esperienza, comune a chiunque abbia avuto un pesce d'acqua dolce, nella classica boccia la vita del pesciolino è sacrificata e spesso breve. Difficoltà di cambio dell'acqua e pulizia ne sono le cause principali, ma anche la superficie tonda che ne riflette l'immagine ingrandita, facendogli credere di avere a che fare con un pesce più grosso, non lo aiuta a star bene. Quindi, prima di dover giustificare una sparizione improvvisa del pesciolino, la soluzione acquario risulta certamente la migliore.

Come in un laghetto

La vita di un pesce d'acqua dolce si sviluppa in un ambiente di tipo lacustre, o comunque in una conca d'acqua con un riciclo molto leggero. Infatti la dimensione pressoché stagnante dell'acqua consente alla vita vegetale e al plancton di proliferare agevolmente dandogli cibo, anche se il flusso dell'acqua si rinnova di continuo perché da una parte esce, filtrando attraverso la terra delle pareti o traboccando oltre il bordo, dall'altra si rimpingua grazie ai rivoli superficiali dei torrentelli, o dalle vene appena sotto la superficie delle acque di cinta. Gli acquari rispettano l'andamento naturale dello stagno, o del laghetto, perché sono divisi in più camere organizzate in modo tale da riproporre il ciclo delle acque e lo sviluppo della vita nell'ambiente.

L'ambiente vitale

Gli acquari quindi si dividono in tre vasche. L'ambiente vitale è la vasca vera e propria, cioè quella racchiusa tra quattro vetri spessi che contiene l'acqua, i pesci, le alghe. Anche creare degli anfratti naturali, realizzati, se possibile, calando nell'acquario una roccia forata o un'anfora di terracotta magari berciata, rendono l'ambiente più vivibile. Gli acquari però oltre la vasca, nascondono un impianto che li fa vivere: sono altre due piccole camere che consentono il riciclo e la pulizia dell'acqua. Nella prima infatti sono calati i filtri, nella seconda si raccoglie l'acqua filtrata che una piccola pompa sommersa ributta nell'acquario.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Corredino neonato

Scegli il meglio per il tuo piccolo in arrivo

Se mancano pochi mesi al lieto evento, e finalmente tuo figlio o il tuo nipotino sarà finalmente tra le tue braccia, fai bene anche a pensare ad acquistare i primi articoli per il corredino neonato necessari per le prime settimane di vita del bambino.
Il piccolo avrà infatti necessità di essere cambiato anche più volte al giorno, nonché di usufruire di accessori che possono rivelarsi molto utili sin dal momento della sua nascita.
Non solo abitini [...]

Continua a leggere

Mondo casino online

Sito di news, eventi ed approfondimenti

Perché è importante scegliere in maniera oculata la piattaforma con la quale aprire il proprio account di gioco, prima di iscriversi ad un casinò online? La risposta è davvero semplice: non tutte le piattaforme riconoscono al giocatore le stesse condizioni, anzi.
Ogni operatore offre bonus di benvenuto e quote diverse, e questo ha ovviamente una grande capacità di influire su quelli che possono essere gli importi di una eventuale vincita.
Questo [...]

Continua a leggere

Slot gallina online

Vinci e divertiti!

Il gioco è una delle forme di intrattenimento più antiche al mondo.
Giocare permette di distendere i nervi, divertirsi e mettere in campo le proprie abilità o, semplicemente, sfidare la fortuna.
A volte, infatti, i giochi non richiedono particolari conoscenze ludiche e tutti possono accedervi.
È questo il caso della slot machine.
Unico scopo del gioco: allineare più elementi dello stesso tipo o diversi, che permettono di accedere a dei premi in d [...]

Continua a leggere