Salute e Benessere > Medicina

Il prurito anale richiede una particolare cura dell’igiene intima

Per risolvere il problema, detergenti delicati e due chiacchiere col proprio medico

L’esigenza urgente, e qualche volta persistente, di grattarsi il “lato B” può colpire chiunque di punto in bianco e, al di là del fatto che ci si possa sentire a disagio se ciò accadesse quando ci si trova in mezzo ad altre persone o in un luogo pubblico, è bene sempre porsi qualche domanda.


Se il problema si manifesta una tantum allora potrebbe darsi che sia dovuto all’aver mangiato qualcosa di irritante per l’intestino, ad esempio cibi speziati, piccanti oppure preparazioni a base di cioccolato, pomodoro e altri alimenti che notoriamente possono dare disturbi di questo tipo.


Se però il prurito anale dovesse persistere e diventare un fastidio quotidiano con il quale convivere, allora è bene vincere l’imbarazzo e fare due chiacchiere con il proprio dottore. Certamente qualcuno si vergogna a parlare di questi problemi, ma siate certi che il vostro medico non ne proverà alcun imbarazzo poiché si tratta del suo mestiere!


Una volta discusso del fenomeno ed effettuata una diagnosi sarà possibile trattare i problemi di prurito mediante un approccio specifico e mirato che può ad esempio prevedere l’utilizzo di particolari farmaci o creme, oppure la rinuncia ad alcuni cibi irritanti.


Per accelerare la guarigione e trovare sollievo dai sintomi è bene dedicare attenzione alle proprie abitudini igieniche e, nello specifico, utilizzare prodotti ipoallergenici, contenenti principi attivi delicati e se possibile anche ingredienti che leniscano l’irritazione e il fastidio.

 


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Igiene orale quotidiana

La effettui correttamente?

Spesso i pazienti credono erroneamente di adoperare una buona igiene orale per il semplice motivo di lavare i denti più volte al giorno.
Questa è certamente una buona pratica, ma è necessario effettuare una pulizia approfondita e accurata per far si che questa possa essere veramente efficace ed impedire a tartaro e batteri di proliferare, garantendo così quell’igiene a lungo desiderata.
Alla base di una pulizia dei denti errata o non sufficiente [...]

Continua a leggere

Lenti per la luce blu

La luce blu, emessa naturalmente dal sole ed artificialmente da una lunga serie di dispositivi elettronici, può essere particolarmente nociva per la salute degli occhi.
Ad essere in pericolo sono soprattutto coloro che trascorrono molto tempo con i dispositivi elettronici di ultima generazione.
  La luce blu: fa male agli occhi ed all'organismo? La luce blu, come confermato da recenti studi clinici, può provocare seri danni oculari.
Ad essere mag [...]

Continua a leggere

Mal di testa nei bambini per affaticamento degli occhi

Gli occhi dei bambini sono molto delicati e non sempre i piccoli sono in grado di esprimere la loro sintomatologia.
A tal proposito è importante conoscere le cause di mal di testa nei bambini.
Come riconoscere l'affaticamento visivo nei bambini Può capitare che i bambini non vedano bene, ma che allo stesso tempo non siano in grado di esprimere tale difficoltà.
Diventa quindi complesso comprendere le cause di mal di testa nei bambini e alcuni dist [...]

Continua a leggere