Economia e Lavoro > Finanza

Il segreto bancario delle banche di Panama

I conti offshore a Panama

Si sa che lo stato italiano è molto avido di denaro e le tasse da pagare per gli imprenditori e anche per i comuni cittadini sono davvero esose e non si sa più come rimediare a questo.
Una soluzione è il trasferimento dei fondi nei cosiddetti paradisi fiscali, detti anche paesi offshore.
Il significato di offshore è molto semplice, se nella terminologia comune significa essere fuori dalle acque territoriali di una nazione, dal punto di vista finanziario significa essere fuori dalla giurisdizione fiscale italiana e del suo fisco esoso.
Quindi bisogna rivolgersi a quei paesi che hanno un regime fiscale agevolato e offrono la possibilità di trasferire fondi e tutelare i nostri interessi con un adeguato segreto bancario.
Le banche di Panama e il segreto bancario sono una soluzione ideale. Infatti Panama, dal 1920 ha una delle legislazioni più vantaggiose in fatto di fiscalità e di segreto bancario. Nei prossimi paragrafi vedremo le accortezze di questi passaggi.

Le banche di Panama e segreto bancario

Per contattare le banche di Panama e segreto bancario occorre rivolgersi a dei professionisti. Il ruolo di un professionista è quello di svolgere da intermediario fra la banca di Panama e il suo cliente.
Il professionista fornisce tutta la documentazione necessaria per aprire un conto con grande importanza attribuita alla sua dichiarazione. Dopo aver individuato la banca giusta, bisogna infatti fornire copia del passaporto o del documento di identità del cliente, con due lettere di referenze bancarie di cui uno può essere sostituita da una dichiarazione analoga da parte di un dottore commercialista.
Le singole banche potrebbero chiedere delle ulteriori garanzie rispetto a quelle standard ed è compito dell'intermediario scegliere l'istituto bancario più adatto che permetta di celare i propri guadagni al fisco italiano.

I vantaggi offerti dal segreto bancario

Un volta che il nostro intermediario avrà contattato le banche di Panama e segreto bancario, avremo finalmente a disposizione il nostro conto corrente offshore.
Il conto corrente in un paradiso fiscale funziona allo stesso modo di un conto corrente normale. Ha un internet banking perfettamente funzionante e anche delle carte di credito anonime o bancomat.
Ovviamente per non farsi scoprire bisogna agire attraverso quelle che vengono dette triangolazioni, ovvero non trasferire da banca a banca, ma prelevare contante dalla banca offshore di Panama e poi rimetterli con un versamento nel conto italiano.
Se non si fa così, si può essere scoperti e il fisco italiano è pronto in agguato per punire queste attività che vengono ingiustamente considerate illecite.
Infine il segreto bancario offre la tutela massima della privacy di chi versa, e a Panama questo principio vige dagli anni venti con grande piacere di chi vuole nascondere soldi allo stato italiano.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Aprirsi un conto in Svizzera

Perché aprire un conto svizzero?

La Svizzera, seppur poco distante dal nostro Paese, è considerata da sempre un vero e proprio paradiso fiscale in cui trasferire i propri risparmi, attraverso l'apertura di un conto corrente.
Aprire un conto corrente in Svizzera non presenta grandi difficoltà.
Negli ultimi anni sempre più persone hanno deciso di trasferire i propri risparmi in territorio elvetico.
L'apertura di un conto svizzero è perfettamente legale, se dichiarata al fisco ital [...]

Continua a leggere

Singapore è un paradiso fiscale

Singapore rappresenta al meglio l'Asia degli affari e della finanza Singapore è una repubblica autonoma situata nel sud est asiatico, nella parte più meridionale della regione Malesia.
Il paradiso fiscale Singapore è una fiorente città stato nella quale vigono le regole del libero mercato.
Le società multinazionali, attratte dall'economia di mercato di questo Stato asiatico, sono moltissime e le leggi in tema di fiscalità e di economia, che il su [...]

Continua a leggere

Come aprire una società offshore a Panama

La voglia di lavorare, nel nuovo millennio, risulta essere sinonimo di voglia di contraddistinguersi in maniera positiva, senza alcuna imperfezione.
Occorre ovviamente mettere in risalto il fatto che, alla grande voglia di lavorare, occorre aggiungere la concreta possibilità di poter effettivamente scegliere tra uno dei vari paradisi fiscali che permettono, in lassi di tempo medio brevi, di poter avviare la propria carriera lavorativa senza alcun [...]

Continua a leggere